WRC: il Rallye Monte-Carlo si farà. Cancellata l'edizione storica

Le misure anti COVID-19 prese dal governo francese non impediranno il corretto svolgimento del prologo del Mondiale Rally 2021. L'Automobile Club de Monaco è però stato costretto a cancellare l'edizione storica.

WRC: il Rallye Monte-Carlo si farà. Cancellata l'edizione storica

La riunione del governo francese riguardo le misure anti COVID-19 da adottare in questo periodo di crisi sanitaria, con la curva di contagi in crescita e quella dei morti che ogni giorno diventa sempre più preoccupante, ha dato esiti positivi per quanto riguarda il lato sportivo.

Il Rallye Monte-Carlo, prologo del WRC 2021 che si terrà dal 21 al 24 gennaio, si farà. Il governo francese ha infatti annunciato che tutta la Francia sarà sottoposta a coprifuoco dalle 6 del pomeriggio alle 6 di mattina.

Ciò significa che il recente cambio degli orari delle prove speciali pensato e attuato dall'Automobile Club de Monaco si è rivelato quanto mai tempestivo. L'ACM ha anticipato tutte le prove del venerdì e del sabato di 2 ore e mezza, così da evitare che i piloti potessero infrangere il coprifuoco.

Nella giornata di domenica, invece, le 4 speciali previste non sono state spostate perché si terranno regolarmente tutte tra il mattino e il primo pomeriggio. Sarà dunque impossibile violare le norme imposte dal governo francese nell'ultimo giorno di gara.

C'è di più, e questo è forse l'aspetto più interessante e che genera più domande di ciò che ha stabilito il governo transalpino. I viaggiatori che arriveranno in Francia da fuori l'Unione Europea dovranno fare un periodo di quarantena pari a 7 giorni a partire dal momento in cui arriveranno in Francia dal prossimo lunedì.

La domanda che viene da porsi è legata dunque al personale dei team in arrivo dal Regno Unito, uscito a inizio anno dall'Unione Europea dopo aver reso realtà la cosiddetta Brexit. Ciò che però è chiaro è che l'Automobile Club de Monaco si sia subito affrettata ad annunciare la cancellazione del Rallye Monte-Carlo Historique, che si sarebbe dovuto tenere dal 30 gennaio al 3 febbraio.

Da sottolineare anche il fatto che il team M-Sport abbia iniziato proprio oggi i test per il Rallye Monte-Carlo nel sud della Francia, provando per la prima volta anche le nuove gomme Pirelli non avendo fatto prove alla fine del mese di dicembre come invece hanno fatto Hyundai e Toyota.

L'Automobile Club de Monaco non ha dato alcuna comunicazione legata al Rallye Monte-Carlo 2021 del WRC. Dunque è sottinteso che il prologo del Mondiale Rally si svolgerà regolarmente nelle date previste.

condividi
commenti
WRC 2021, Toyota: Latvala al posto di Makinen unica incognita
Articolo precedente

WRC 2021, Toyota: Latvala al posto di Makinen unica incognita

Articolo successivo

WRC, Neuville lascia Gilsoul: Wjdaeghe nuovo navigatore

WRC, Neuville lascia Gilsoul: Wjdaeghe nuovo navigatore
Carica i commenti