WRC
26 feb
Evento concluso
22 feb
Prossimo evento tra
43 giorni
G
Rally del Belgio
13 ago
Prossimo evento tra
156 giorni

WRC: il Rally Italia Sardegna torna a Olbia dopo 7 anni

Il Rally Italia Sardegna torna ad avere base in Gallura per la prima volta dal 2013. 20 le prove speciali per l'edizione 2021, con 305 chilometri cronometrati. Il Parco Assistenza troverà alloggio al Molo Brin, a 2 passi dal museo archeologico.

WRC: il Rally Italia Sardegna torna a Olbia dopo 7 anni

In vista dell'edizione 2021, il Rally Italia Sardegna - gara valida per il Mondiale Rally - si rinnova. O meglio, torna al passato per trarre nuova linfa dalle tante possibilità che l'isola offre e proporre uno scenario differente a piloti, team e appassionati.

Quest'anno si terrà la 18esima edizione del Rally Italia Sardegna dal 3 al 6 giugno e, per l'occasione, la gara si sposterà tornando ad avere come non più Alghero, bensì Olbia. La Gallura torna protagonista dopo diversi anni.

Olbia sarà nuovamente la base del rally, mentre Alghero ospiterà solo la partenza della gara che scatterà il 3 giugno. 305 i chilometri cronometrati complessivi, suddivisi in 3 tappe per 20 prove speciali. La gara sarà valida non solo per il WRC, WRC2 e WRC3, ma anche per il Campionato Italiano Rally (CIR) e il Campionato Italiano Rally Terra (CIRT).

I giorni di gara e il percorso

La corsa avrà un percorso composto da 20 prove speciali su sterrato suddivise in tre tappe per complessivi 305,52 km cronometrati. La novità più importante sarà il ritorno del mondiale in Gallura, solo la partenza cerimoniale avrà infatti luogo ad Alghero, che negli ultimi sette anni aveva ospitato la manifestazione.

Ad Olbia il parco assistenza sarà ubicato al Molo Brin a due passi dal centro del capoluogo gallurese, mentre la sala stampa verrà ospitata al museo archeologico. Il programma della gara, che è ricco di tante novità, prevede giovedì 3 al mattino un nuovo shakedown a Loiri a sud di Olbia, poi la partenza cerimoniale verrà effettuata in serata ad Alghero.

La prima tappa di venerdì 4 giugno prevede 128,16 km cronometrati ed è composta da quattro prove ripetute due volte e si svolgerà nel Monte Acuto (Filigosu e Terranova) ed in alta Gallura (Tempio e Tula).

Sabato si terranno ancora altri 132,28 km cronometrati, con 4 speciali ripetute due volte ambientate ancora nel Monte Acuto (Coiluna e Monte Lerno) e poi in Anglona (Castelsardo) e Gallura (un nuovo crono a Bortigiadas).

Infine domenica 6 giugno la tappa finale di 44,88 km cronometrati in cui ci saranno due nuove speciali ripetute due volte nella costa nord della Gallura. Braniatogghiu, che ritorna dopo una decina d’anni e la nuova power stage di Rena Majore ospiteranno infatti lo scenario sul quale si concluderà la gara.

Alternanza con Alghero

Dopo 7 anni, dunque, il Rally Italia Sardegna torna in Gallura, come avveniva nelle prime edizioni. Ma Alghero non rimarrà tagliata fuori nel prossimo futuro.

Sembra infatti che la base della gara potrà essere variata a seconda delle decisioni politiche del governo isolano, spostando la base della gara da Olbia ad Alghero creando così un'alternanza che potrebbe essere molto importante per entrambe le zone a nord della Sardegna.

condividi
commenti
WRC: al Rally Arctic Hyundai schiera Breen con Tanak e Neuville

Articolo precedente

WRC: al Rally Arctic Hyundai schiera Breen con Tanak e Neuville

Articolo successivo

WRC: Oliver Solberg al Rally Arctic con una Hyundai WRC!

WRC: Oliver Solberg al Rally Arctic con una Hyundai WRC!
Carica i commenti

Su questo articolo

Serie WRC
Autore Giacomo Rauli