Il Rally di Giordania rischia la cancellazione

Il Rally di Giordania rischia la cancellazione

Le squadre hanno chiesto di non disputarlo a causa dei disordini in Siria

Anche il Mondiale Rally rischia di avere una "vittima" nel suo calendario a causa dei tumulti politici che stanno colpendo le popolazioni arabe. A causa dei disordini che si sono verificate in Siria, infatti, i team hanno chiesto alla FIA di cancellare il Rally di Giordania, prossimo appuntamento nel calendario della serie iridata. Ieri sera i rappresentanti delle squadre e quelli della Federazione si sono incontrati per discutere dell'argomento, con il team principal della Citroen, Olivier Quesnel, a guidare la protesta delle squadre. Il manager francese ha spiegato che secondo lui non si tratta tanto di avere paura che ci possano essere pericoli per la gara, quanto di una questione morale, spiegando che i team non ritengono giusto andare a "giocare" dove si stanno vivendo delle situazioni pesanti e sicuramente molto più importanti di una corsa automobilistica. Dalla riunione di ieri non è ancora uscita una sentenza definitiva. E' stato deciso infatti di vivere tranquillamente il Rally del Portogallo fino alla sua conclusione, per poi prendere una decisione nei primi giorni della prossima settimana. Del resto, con la gara a calendario dal 15-17 si può anche aspettare, ma non troppo.

Diventa parte di qualcosa di grande

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati WRC
Evento Rally di Giordania
Articolo di tipo Ultime notizie