Il Mondiale Produzione si avvicina per Rendina

Il Mondiale Produzione si avvicina per Rendina

Nonostante le avversità, ha raccolto punti fondamentali in Australia: ora Alonso ne deve vincere due per batterlo

Rally Project, Massimiliano Rendina e Mario Pizzuti, sono vicini alla conquista del titolo iridato “produzione” del Campionato del Mondo Rally 2014. Non vi è la matematica certezza ma il classico 90%, l’equipaggio formato dal pilota capitolino e dal navigatore frusinate, lo ha fatto proprio andando a vincere oggi, la classifica “produzione” del Rally di Australia, compiendo un importante balzo in avanti in classifica nei confronti del loro principale avversario, l’argentino Alonso, qui assente.

Con la Mitsubishi Lancer Evolution Gruppo N gestita in collaborazione con RalliArt Italy e gommata Pirelli, Rendina e Pizzuti erano partiti per l’avventura agli antipodi con un solo obiettivo, quello della vittoria e dopo aver svolto le ricognizioni in modo anomalo per lo stato influenzale con febbre alta da parte di Pizzuti, in gara è subito arrivata la classica doccia fredda. Problemi di natura elettrica hanno immediatamente messo l’equipaggio della Mitsubishi in condizione di non poter disputare al meglio la corsa australiana oltre che relegandolo ovviamente nelle retrovie della classifica.

Ad ogni tappa, Rendina e Pizzuti, hanno dovuto ricorrere alla formula del “Super Rally” (quindi con pesanti penalità) per rientrare in gara. Ciò è stato possibile soprattutto grazie al notevole ed importante lavoro della squadra che ha sempre ripristinato la Lancer Evolution al meglio, ed a quel punto l’obiettivo era il solo fine di acquisire punti pesanti per la classifica iridata.

Hanno sempre corso con la massima accortezza in un percorso peraltro molto selettivo, per preservare al massimo la meccanica della Lancer, l’ordine di squadra era quello di vedere l’arrivo. Cosa che hanno potuto fare, conquistando così con tenacia i punti del primo classificato tra gli iscritti “produzione” al mondiale WRC2.

Il commento di Max Rendina: "Un’altra gara sfortunata, forse qualcuno ci sta facendo... qualche sortilegio... Anche in questo caso, noi come equipaggio e tutta la squadra, che si è dimostrata ancora eccezionale, abbiamo dato fondo ad ogni nostra riserva per centrare l’obiettivo prefissato. Abbiamo avuto molta sfortuna ma non ci siamo mai lasciati andare, abbiamo guardato a finire solo per prendere punti importanti ed adesso il nostro avversario deve vincere tutte e due le gare che gli rimangono. Diciamo che siamo ad un passo da un momento storico, la conquista di un titolo iridato di un rallista italiano dopo oltre venti anni. Questo alloro, se arriverà, lo ripeto, sarà di tutto il movimento rallistico nazionale".

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati WRC
Piloti Massimiliano Rendina
Articolo di tipo Ultime notizie