WRC: Hyundai al Rally Estonia con un motore dalle specifiche 2022

Il 1 luglio Hyundai Motorsport ha omologato il motore con specifiche 2022 che farà il suo esordio al Rally Estonia previsto per la prossima settimana. Le modifiche sono state apportate per rendere le i20 ancora più prestazionali.

WRC: Hyundai al Rally Estonia con un motore dalle specifiche 2022

Hyundai Motorsport è in pieno fermento per cercare di tenere aperta la lotta ai titoli iridati 2021 dopo le ultime gare a dir poco deludenti dal punto di vista dei risultati, ma non certo da quello delle prestazioni.

In Portogallo, in Sardegna e al Safari le i20 Coupé WRC Plus si sono rivelate le vetture più prestazionali, ma anche quelle più fragili, tanto da consentire a Toyota di vincere i 3 rally che mai avrebbe pensato di portare a casa.

Al Rally d'Estonia, prossimo appuntamento del WRC 2021, Hyundai Motorsport si presenterà con una nuova specifica di motore. Stiamo parlando di quella 2022, omologata il 1 luglio scorso e già a disposizione della squadra che ha sede ad Alzenau.

Toyota e M-Sport hanno già fatto esordire le versioni 2022 dei rispettivi motori termici 1.6 turbo da 380 cavalli che saranno usati la prossima stagione. Questo sarà il turno di Hyundai.

Il nuovo propulsore, che ha specifiche 2022, avrà però anche parti nuove a partire dalla prossima stagione, perché lo richiederà il nuovo regolamento che entrerà in vigore il prossimo 1 gennaio.

Gli ingegneri di Alzenau si sono concentrati sulla preparazione del motore per fare in modo di migliorare le prestazioni delle i20 già quest'anno. L'occhio di riguardo lo hanno avuto le prestazioni, non l'affidabilità.

D'altronde, gli ultimi problemi avuti dalle i20 non sono certo riconducibili al propulsore, quanto alla zona delle sospensioni. A tal proposito, il team director di Hyundai Motorsport Andrea Adamo ha dichiarato: "Abbiamo trascorso il breve periodo dal Safari Rally Kenya per rivedere i problemi che abbiamo incontrato negli ultimi eventi. Non c'è molto che possiamo fare in questo lasso di tempo, ma ci dirigiamo in Estonia con i nostri livelli di motivazione alti, e la determinazione di mostrare ciò che possiamo raggiungere".

"Solo perché abbiamo doppietta nel Rally Estonia dell'anno scorso non garantisce automaticamente risultati quest'anno; dobbiamo lavorare il più duramente possibile, rimanere concentrati ed estrarre tutte le prestazioni possibili dalla nostra auto - che, tra l'altro, ha dimostrato di essere molto veloce in tutti gli eventi finora in questa stagione".

"C'è sempre la fortuna nel rally, naturalmente, ma dobbiamo diventare più in controllo del nostro destino", ha concluso il manager piemontese.

condividi
commenti
WRC: svelati i primi 9 eventi del calendario 2022
Articolo precedente

WRC: svelati i primi 9 eventi del calendario 2022

Articolo successivo

WRC: la Hyundai i20 N Rally2 esordirà al Rally Ypres

WRC: la Hyundai i20 N Rally2 esordirà al Rally Ypres
Carica i commenti