WRC | Breen afferma: "L'ibrido cambierà totalmente questo sport"

Craig Breen, neo pilota M-Sport, sta procedendo con una serie di test al volante della Puma Rally1 per arrivare più pronto degli altri alla nuova stagione WRC.

WRC | Breen afferma: "L'ibrido cambierà totalmente questo sport"

Ormai tutti e tre i team ufficiali del WRC hanno accantonato i programmi di sviluppo per le vetture WRC Plus per dedicarsi a quello delle Rally1 ibride, che faranno il loro esordio nel Mondiale Rally a partire dal 2022, al Rallye Monte-Carlo.

Le vetture disegnate dal nuovo regolamento WRC potrebbero ridisegnare i rapporti di forza visti nelle ultime 3 stagioni, per questo motivo tutti hanno iniziato programmi intensivi per non arrivare impreparati al momento dell'esordio.

M-Sport, conscia di avere la grande opportunità di azzerare il gap prestazionale creatosi nel corso delle ultime stagioni, ha iniziato presto a provare la Ford Puma Rally1 ibrida, così da poter arrivare pronta quando più conterà.

Anche l'ingaggio di Craig Breen è stato ponderato. Non solo dal punto di vista umano e tecnico, ma anche da quello delle tempistiche. Terminato l'ultimo evento al volante della Hyundai i20 Coupé WRC Plus, il nord-irlandese è stato messo sotto contratto dalla squadra di Cockermouth per poter fargli prendere confidenza con la nuova vettura.

Con l'avvento della propulsione elettrica, che si affiancherà al motore termico 1.6 turbo, il modo di guidare, di interpretare le vetture, ma anche le speciali e i tratti di trasferimento, cambieranno radicalmente. Ad affermare tutto ciò è stato proprio Breen, che in questi giorni ha compiuto diverse sessioni di test al volante della Puma Rally1 sia su asfalto che su sterrato.

"Le vetture ibride sono una grande sfida, lo sono per tutti i piloti. A renderla tale credo sia come raccogliere l'energia del motore e rigenerarla tutte le volte. Guidare una macchina da rally a 200 km/h in mezzo ai boschi, almeno per me, richiede tutte le capacità che ho nel mio cervello e ora devi guidare alla stessa velocità, ma trovare anche posti per rigenerare l'energia e avere un po' di spinta in più".

 

"Non sarà facile. Chi riuscirà a fare questo cambiamento in maniera rapida e a fare tutto ciò in maniera automatica, potrà avere grandi chance di successo per il prossimo anno".

Breen, essendo sotto contratto con M-Sport già da qualche settimana, avrebbe potuto essere impiegato su una delle due Ford Fiesta WRC Plus all'ACI Rally Monza Italia. Invece ha preferito dedicarsi completamente al 2022 e per più ragioni. Una di queste, per altro, è molto nobile.

"A Monza non ci sarò. Sono completamente concentrato su quello che sto facendo con la macchina 2022. Inoltre, andare a Monza e potenzialmente poter togliere punti a Hyundai andrebbe completamente contro ciò che sono io. Non fa parte della mia persona".

"Alla fine il fatto che abbia finito anzitempo la stagione e mi stia preparando sulla vettura 2022 lo vedo come un vantaggio, perché posso usare tutte le mie energie per trovare il giusto feeling con la Puma e capire come farla funzionare nel migliore dei modi".

"Gli altri piloti di WRC correranno ancora al volante delle attuali WRC Plus a Monza, per poi cambiare e fare i test sulle Rally1. Per me non sarà la stessa cosa. Sono completamente concentrato sulla vettura del prossimo anno e questa è la cosa più importante per me".

"Con questo tempo a mia disposizione, posso lavorare sull'intero processo di rigenerazione dell'energia e capire completamente come usare l'ibrido al meglio delle sue capacità. Sarà uno sport completamente nuovo, da quello che posso immaginare. L'ibrido cambierà completamente questo sport".

condividi
commenti
WRC | Katsuta farà l'intera stagione 2022 con la GR Yaris Rally1
Articolo precedente

WRC | Katsuta farà l'intera stagione 2022 con la GR Yaris Rally1

Articolo successivo

WRC | Neuville: "Il telaio della Rally1 ha tanto potenziale"

WRC | Neuville: "Il telaio della Rally1 ha tanto potenziale"
Carica i commenti