WRC 2022 | Hyundai ha presentato la i20 N Rally1

Il team di Alzenau ha presentato la nuova arma, la i20 N Rally1 ibrida, che farà il suo esordio al Rallye Monte-Carlo, prima uscita del Mondiale Rally 2022 previsto dal 20 al 23 gennaio.

Hyundai i20 N Rally1 2022 edition
Hyundai i20 N Rally1 2022 edition
1/8

Foto di: Hyundai Motorsport

Hyundai i20 N Rally1 2022 edition
Hyundai i20 N Rally1 2022 edition
2/8

Foto di: Hyundai Motorsport

Hyundai i20 N Rally1 2022 edition
Hyundai i20 N Rally1 2022 edition
3/8

Foto di: Hyundai Motorsport

Hyundai i20 N Rally1 2022 edition
Hyundai i20 N Rally1 2022 edition
4/8

Foto di: Hyundai Motorsport

Hyundai i20 N Rally1 2022 edition
Hyundai i20 N Rally1 2022 edition
5/8

Foto di: Hyundai Motorsport

Hyundai i20 N Rally1 2022 edition
Hyundai i20 N Rally1 2022 edition
6/8

Foto di: Hyundai Motorsport

Hyundai i20 N Rally1 2022 edition
Hyundai i20 N Rally1 2022 edition
7/8

Foto di: Hyundai Motorsport

Hyundai i20 N Rally1 2022 edition
Hyundai i20 N Rally1 2022 edition
8/8

Foto di: Hyundai Motorsport

Hyundai Motorsport, il futuro è già qui. Questa mattina il team che ha base ad Alzenau ha presentato ufficialmente la sua nuova arma, la i20 N Rally1 ibrida, con cui cercherà di portare a casa il titolo Mondiale Costruttori e quello dedicato ai piloti del WRC.

Niente giri di parole, niente "se" o "ma". Hyundai Motorsport apre la sua nuova parentesi sportiva, priva di un punto fermo, un faro del calibro di Andrea Adamo dopo l'uscita del manager piemontese avvenuta improvvisamente lo scorso dicembre, per fare un passo in una nuova era, quella ibrida del WRC.

Lo fa con una line up piloti che presenta una sola grande novità: Oliver Solberg, il quale ha il preso il posto di Craig Breen, passato a M-Sport Ford per vestire i panni di punta di diamante del nuovo progetto del team britannico sempre nel Mondiale Rally.

Le conferme ci sono e sono importanti: Thierry Neuville e Ott Tanak, forti di contratti pluriennali con Hyundai, saranno ancora gli incaricati a dare la caccia al titolo Piloti. Dani Sordo, confermato ancora una volta dopo un buon finale di stagione 2021, ricoprirà il ruolo di terzo/quarto pilota e chioccia di Oliver Solberg, driver talentuoso ma ancora grezzo, con lampi molto promettenti e sbavature comprensibili.

Ma la vera novità, come detto, è la Hyundai i20 N Rally1. La nuova vettura nasce sulla base della i20 N stradale, una vettura nata per la vita quotidiana, ma disegnata proprio dall'esperienza di Hyundai nel Mondiale Rally.

Hyundai i20 N Rally1 2022 edition

Hyundai i20 N Rally1 2022 edition

Photo by: Hyundai Motorsport

Meno aerodinamica, meccanica meno raffinata (cambio a 5 marce con leva, non più paddle al volante; proibito il raffreddamento a liquidi dell'impianto frenante), una vettura più pesante anche per via del pacchetto elettrico posto sull'assale posteriore (motore elettrico da 100 kW, circa 134 cavalli; inverter e pacco batterie fornito da Compact Dynamics), una nuova cella di protezione dell'equipaggio resa più sicura, senza contare le nuove gomme Pirelli, realizzate proprio per esaltare le caratteristiche delle nuove regine del WRC. Questa è la i20 N Rally1.

Tante novità, insomma, ma sempre nella tradizione della Casa coreana. La livrea delle tre i20 N Rally1 che verranno schierate nel corso di questa stagione assomiglia in modo evidente a un mix tra le diverse livree indossate dalle varie versioni delle i20 dal 2016 a oggi. L'azzurro pastello rimane come base, ma poi trovano spazio tanto blu, il rosso-aranciato e qualche piccola novità come i disegni di circuiti elettrici stilizzati sui passaruota e sulle fiancate della macchina ibrida.

La grande rivoluzione della categoria rimane però l'introduzione della propulsione ibrida, ovvero del motore elettrico da 100 kW che andrà ad affiancare il 1.6 turbo da 380 cavalli che deriva direttamente dalla generazione di motori che ha spinto le WRC Plus dal 2017 al 2021.

Hyundai i20 N Rally1 2022 edition

Hyundai i20 N Rally1 2022 edition

Photo by: Hyundai Motorsport

Questo non renderà solo le vetture più veloci per qualche secondo, sfruttando i quasi 500 cavalli complessivi in alcuni tratti delle prove speciali, ma costringerà i piloti a cambiare stile di guida, frenando in modo differente, dovendo pensare a una tattica per ricaricare le batterie e avere l'energia supplementare garantita dal motore elettrico al momento opportuno, ma anche quale delle tre mappe dell'ibrido a disposizione scegliere per le prove.

Ogni pilota potrà avvalersi di una sola mappa, per cui i team dovranno essere bravi a capire la natura delle prove per poi scegliere quella adatta e favorire così il lavoro dei piloti nel corso dei tratti cronometrati del percorso quotidiano. Dovranno stare attenti dove utilizzare la modalità EV (Electric Vehicle) nelle zone di trasferimento prestabilite, ma anche al Parco Assistenza.

"Siamo molto felici di far parte della nuova era del WRC e di dimostrare quanto Hyundai sia coinvolta nel motorsport internazionale", ha dichiarato Scott Noh, presidente di Hyundai Motorsport. "Il WRC sta per introdurre le vetture più avanzate dal punto di vista tecnico e guidate dai migliori equipaggi, affrontando le stage più difficili al mondo. La stagione 2022 porterà il WRC su un altro livello".

Hyundai i20 N Rally1 2022 edition

Hyundai i20 N Rally1 2022 edition

Photo by: Hyundai Motorsport

"Inoltre, dal punto di vista di Hyundai in quanto a Casa, è importante essere associata alla tecnologia più rilevante, è importante che il WRC abbia abbracciato la propulsione ibrida, avvicinando il motorsport alle attività automotive. Crediamo di avere un pacchetto tale da poter lottare per poter conquistare il terzo Mondiale Costruttori della nostra storia e crediamo di poter supportare i nostri equipaggi per cercare di aiutarli a vincere il titolo Piloti e Navigatori".

"Siamo molto fortunati ad avere una delle line up piloti più versatile nel WRC per poter affrontare una delle stagioni più eclettiche di sempre del WRC. Speriamo che la combinazione tra Thierry, Ott, Oliver e Dani possa essere il giusto mix di esperienza, gioventù e passione per centrare i risultati per cui abbiamo lavorato così duramente", ha dichiarato Pablo Marcos, team manager di Hyundai Motorsport.

"Quest'anno dovremmo riuscire a correre in Nuova Zelanda e in Giappone, gare che sono da tempo in calendario ma che non abbiamo mai riuscito a fare di recente. Non vediamo l'ora di correre in quei luoghi. Ci sono tante cose ignote in questo WRC 2022".

Leggi anche:

 

Hyundai i20 N Rally1 2022 edition

Hyundai i20 N Rally1 2022 edition

Photo by: Hyundai Motorsport

condividi
commenti
WRC | Testoni: "Vi svelo i segreti delle gomme Pirelli 2022"
Articolo precedente

WRC | Testoni: "Vi svelo i segreti delle gomme Pirelli 2022"

Articolo successivo

WRC | Pirelli: il peso è il fattore principale per le gomme 2022

WRC | Pirelli: il peso è il fattore principale per le gomme 2022
Carica i commenti