WRC 2021: stage e orari dell'inedito Rally di Ypres

20 speciali per 296 chilometri cronometrati di gara. Così si presenta la prima edizione del Rally di Ypres nel WRC. Tante le insidie, rappresentate dalla sporcizia sull'asfalto, dalla pioggia e dalla scelta gomme. Ecco tutto quello che c'è da sapere.

WRC 2021: stage e orari dell'inedito Rally di Ypres

Il WRC torna e lo fa con un appuntamento nel pieno dell'estate, in quello più caldo, che potrebbe indirizzare definitivamente la lotta al titolo. Ypres è pronta a ospitare il primo evento del Mondiale Rally della sua storia.

20 speciali distribuite in 3 giorni per un totale di 295,78 chilometri cronometrati di gara. Nella prima giornata, quella di venerdì 13, si terranno 8 speciali. Si tratta di 2 giri i 4 prove ripetute per un totale di 135 chilometri complessivi. La giornata più lunga di gara della stagione.

La giornata di sabato vedrà i piloti impegnati in un'altra serie di 8 speciali. Anche in questo caso si tratta di 2 giri da 4 prove, una mattutina e una pomeridiana, intervallata dal Service di metà giornata. Sabato saranno 119,92 i chilometri cronometrati.

La giornata finale si terrà nell'iconico circuito di Spa-Francorchamps, che 2 settimane fa ha ospitato la 24 Ore di Spa e che fra 2 settimane farà altrettanto con il Gran Premio del Belgio di Formula 1.

2 Speciali a Stavelot e 2 Francorchamps. La seconda di queste sarà considerata Power stage per una giornata completamente da trascorrere nello splendido circuito sulle Ardenne.

Le sfide del rally

Non tanti piloti hanno già corso in passato al Rally Ypres. Quasi nessuno lo ha fatto al volante di vetture WRC Plus. E' la gara di casa di Thierry Neuville e Martijn Wydaeghe, i quali cercheranno di portare a casa la loro prima vittoria stagionale, nonché la prima da quando corrono assieme (gennaio 2021).

Un'altra grande sfida al Rally Ypres sarà rappresentata dall'asfalto, che passaggio dopo passaggio diverrà sempre più scivoloso a causa della sporcizia portata in pista dai tagli delle vetture. Non solo, perché anche decidere i tagli giusti sarà un aspetto da non sottovalutare.

Poi, a Ypres, c'è sempre l'incognita pioggia. Ecco dunque che la scelta gomme per i giri di prove speciali assumerà ulteriormente valore per il risultato finale, senza contare che l'asfalto perderà tanto grip, aumentando le insidie prova dopo prova.

Per concludere, non è da sottovalutare la presenza di grossi tronchi e pali della luce molto vicini ai limiti della sede stradale. In caso di incidente, potrebbero rappresentare un pericolo considerevole.

Speciali e orari del Rally di Ypres

Giorno PS Nome PS Lunghezza (Km) Orario
         
venerdì Shakedown Langemark 9,81 08:01
         
  PS1 Reninge – Vleteren 1 15 13:36
  PS2 Westouter – Boeschepe 1 19,6 14:25
  PS3 Kemmelberg 1 23,62 15:15
  PS4 Zonnebeke 1 9,45 16:09
         
  SERVICE      
         
  PS5 Reninge – Vleteren 2 15 18:15
  PS6 Westouter – Boeschepe 2 19,6 19:04
  PS7 Kemmelberg 2 23,62 19:54
  PS8 Zonnebeke 2 9,45 20:48
         
sabato PS9 Hollebeke 1 25,86 09:11
  PS10 Dikkebus 1 12,49 10:08
  PS11 Watou 1 13,62 11:01
  PS12 Mesen – Middelhoek 1 7,99 11:51
         
  SERVICE      
         
  PS13 Hollebeke 2 25,86 14:11
  PS14 Dikkebus 2 12,49 15:08
  PS15 Watou 2 13,62 16:01
  PS16 Mesen – Middelhoek 2 7,99 16:51
         
domenica PS17 Stavelot 1 9,05 08:30
  PS18 Francorchamps 1 11,21 09:08
  PS19 Stavelot 2 9,05 10:40
  PS20 Francorchamps 2 11,21 12:18
condividi
commenti
WRC, Pirelli: "A Ypres conterà capire il grip e... il meteo"
Articolo precedente

WRC, Pirelli: "A Ypres conterà capire il grip e... il meteo"

Articolo successivo

WRC 2022: il cooling dell'ibrido aiuterà il recupero di downforce

WRC 2022: il cooling dell'ibrido aiuterà il recupero di downforce
Carica i commenti