Turchia, PS14-15: Neuville e Ogier prendono le misure alla Power Stage, le Toyota amministrano

condividi
commenti
Turchia, PS14-15: Neuville e Ogier prendono le misure alla Power Stage, le Toyota amministrano
Matteo Nugnes
Di: Matteo Nugnes
16 set 2018, 08:48

Il pilota della Hyundai è stato il più veloce nel primo passaggio sulla prova che assegnerà i punti più tardi, ma il rivale della Ford attacca perché non è lontano dalla zona punti. A due prove dal termine Tanak mantiene 17"6 sull'altra Yaris di Latvala.

In casa Toyota hanno fatto seguire alle parole i fatti. Al termine della seconda tappa del Rally di Turchia, i vertici della Casa giapponese non avevano nascosto la possibilità di fare gioco di squadra per permettere ad Ott Tanak di andare ad infilare la terza vittoria consecutiva e rilanciarsi clamorosamente nella corsa al titolo.

Vedendo come sono andate le prime due delle quattro prove speciali in programma per oggi, verrebbe da dire: detto, fatto! Pur senza esagerare, il pilota estone ha infatti incrementato il suo vantaggio nei confronti della Yaris WRC gemella di Jari-Matti Latvala, che ha sostanzialmente badato a coprirgli le spalle, anche perché tanto gli altri sono piuttosto distanti.

A due prove dal termine, dunque, Tanak comanda con 17"6 sul compagno di squadra e addirittura 1'24"7 sulla Hyundai i20 WRC di un Hayden Paddon che ha detto piuttosto chiaramente di non avere intenzione di attaccare per mettere a repentaglio un podio che per lui sarebbe un risultato prezioso in una stagione complicata come questa. Stesso discorso che vale anche per Teemu Suninen ed Andreas Mikkelsen, impegnati a consolidare la loro quarta e quinta posizione.

Eventi correlati:

La PS14 ha segnato anche il primo passaggio sui 7,14 km della Marmaris, lo stesso tratto di strada che più tardi sarà teatro della Power Stage. Non bisogna stupirsi quindi che i più veloci siano stati quelli che hanno bisogno di fare bene proprio nella speciale conclusiva per cercare di rimpinguare il bottino di punti di un weekend deludente.

Stiamo infatti parlando di tutti quelli che sono tornati in gara stamattina dopo essere stati costretti al ritiro nella tappa di ieri: il più veloce è stato Thierry Neuville, che con la sua Hyundai ha preceduto di 2"4 la Citroen di Mads Ostberg e di 4"9 la Ford di Sebastien Ogier. Quest'ultimo poi è stato il più veloce nella PS15, mentre il leader del Mondiale ha pagato oltre mezzo minuto, preferendo forse preservare la sua vettura proprio per la Power Stage, essendo ormai troppo lontano dalla zona punti.

Ogier invece è giusto che possa provare ad andare all'attacco, perché per lui la decima posizione di Chris Ingram è lontana solamente poco più di un minuto. Per quanto riguarda la classe WRC2, invece, è sempre al comando Jan Kopecky, ottavo assoluto a 17'34"6 con la sua Skoda Fabia R5, seguito dalla Citroen C3 R5 di un ottimo Simone Tempestini. Il podio si completa poi proprio con il già citato Ingram.

 
Pos Pilota Vettura Tempo/Gap
1 Ott Tanak Toyota Yaris WRC 3.46'03”9
2 Jari-Matti Latvala Toyota Yaris WRC +17"6
3 Hayden Paddon Hyundai i20 WRC +1'24"7
4 Teemu Suninen Ford Fiesta WRC +3'45"1
5 Andreas Mikkelsen Hyundai i20 WRC +6'52"8
6 Henning Solberg Skoda Fabia R5 +12'33"2
7 Elfyn Evans Ford Fiesta WRC +16'55"8
8 Jan Kopecky Skoda Fabia R5 +17'34"6
9 Simone Tempestini Citroen C3 R5 +18'39"8
10 Chris Ingram Skoda Fabia R5 +19'18"0
Prossimo articolo WRC
Turchia, PS13: Tanak ad un passo dal tris e dal riaprire il Mondiale dopo la seconda tappa

Articolo precedente

Turchia, PS13: Tanak ad un passo dal tris e dal riaprire il Mondiale dopo la seconda tappa

Articolo successivo

Turchia, PS16: la M-Sport ferma Evans e Ogier rientra in zona punti vincendo la speciale

Turchia, PS16: la M-Sport ferma Evans e Ogier rientra in zona punti vincendo la speciale
Carica i commenti