Toyota vince il Mondiale Costruttori 2018: da cenerentola a regina del WRC in sole 2 stagioni!

condividi
commenti
Toyota vince il Mondiale Costruttori 2018: da cenerentola a regina del WRC in sole 2 stagioni!
Giacomo Rauli
Di: Giacomo Rauli
20 nov 2018, 11:30

Il team diretto da Makinen era visto con scetticismo prima del rientro nel WRC, ma in pochi mesi ha saputo costruire una squadra solida e la miglior vettura del lotto. Nel 2019 punterà a portare a casa tutti i Mondiali Rally.

Jari-Matti Latvala, Miikka Anttila, Toyota Gazoo Racing, al secondo posto Hayden Paddon, Sebastian Marshall, Hyundai Motorsport, al terzo posto Mads Ostberg, Torstein Eriksen, Citroën World Rally Team
Jari-Matti Latvala, Miikka Anttila, Toyota Gazoo Racing, al secondo posto Hayden Paddon, Sebastian Marshall, Hyundai Motorsport, al terzo posto Mads Ostberg, Torstein Eriksen, Citroën World Rally Team
I vincitori Jari-Matti Latvala, Miikka Anttila, Toyota Yaris WRC, Toyota Gazoo Racing
Jari-Matti Latvala, Miikka Anttila, Toyota Yaris WRC, Toyota Gazoo Racing
Jari-Matti Latvala, Miikka Anttila, Toyota Yaris WRC, Toyota Gazoo Racing
Jari-Matti Latvala, Miikka Anttila, Toyota Yaris WRC, Toyota Gazoo Racing
Esapekka Lappi, Janne Ferm, Toyota Yaris WRC, Toyota Gazoo Racing
Esapekka Lappi, Janne Ferm, Toyota Yaris WRC, Toyota Gazoo Racing
Ott Tanak, Martin Järveoja, Toyota Yaris WRC, Toyota Gazoo Racing

Dicembre 2016, Helsinki. Inutile nasconderlo, sino a poche ore prima della presentazione della Yaris WRC lo scetticismo sul progetto nato quasi per caso, da una vettura preparata per far divertire il presidente della Casa giapponese, Akio Toyoda, era davvero percepibile da più parti. Poi, una volta caduti i veli dalla piccola preparata negli stabilimenti di Puuppola, le cose sono cambiate. E rapidamente.

Le tante innovazioni visibili sin da subito sulla Yaris - anche rispetto alle vetture concorrenti - avevano iniziato a far cadere i primi dubbi. Il secondo posto centrato subito da Jari-Matti Latvala a Monte-Carlo aveva contribuito in maniera considerevole a rafforzare la convinzione che, in Finlandia, le cose erano state fatte molto bene. 

Leggi anche:

Poi le due vittorie hanno cementato uno status che Toyota si è costruito gara dopo gara. Prima Latvala al Rally di Svezia, poi Esapekka Lappi al Rally di Finlandia hanno fatto portato subito all'attenzione di tutti la cenerentola del WRC, facendola subito diventare una nobile molto interessante.

Questo preambolo è necessario per capire la serietà e la concretezza della Toyota, che quest'anno non solo ha vinto più gare, ma lo ha fatto su quasi tutti i fondi possibili. 5 successi totali, 4 di Tanak e 1 di Latvala, hanno fatto di Toyota il team più vincente della stagione. L'unico a vincere con due piloti differenti. Non un dato da poco.

Se nel 2017 le vittorie erano arrivate tutte su terreni favorevoli, dove la Yaris era stata sviluppata, nel 2018 il passo avanti è stato fatto ovunque ed è stato evidente. Decisivo è stato l'aggiornamento di motore fatto dai tecnici dello stabilimento di Colonia, in Germania, dove vengono preparati i "cuori" delle Yaris e arrivato a metà della stagione.

Da quel momento in poi le vetture giapponesi sono state il riferimento del WRC. Tanak è stato autore di una rimonta furiosa, entusiasmante, che ha incollato tante persone allo schermo per seguire un pilota e un team cresciuti di pari passo. Solo qualche sbavatura da parte di entrambi ha fermato l'estone, ma non Toyota, che ha portato a casa meritatamente il titolo Mondiale Costruttori.

Makinen e soci lo hanno potuto festeggiare all'ultima gara del Mondiale, il Rally d'Australia, e lo hanno fatto nel modo migliore, grazie alla vittoria ottenuta da Jari-Matti Latvala, complessivamente la quinta della stagione. Ed ecco che cenerentola si è trasformata in una splendida principessa. La più bella, in appena due anni.      

Leggi anche:

Non è una favola. Affatto. E' un progetto serio cresciuto nel corso di 24 mesi. Ma questa principessa è rimasta ancora senza scarpetta di cristallo. A Tanak è sfuggito l'iride piloti per un soffio ed Esapekka Lappi ha abbandonato il team per diventare pilota titolare di Citroen Racing assieme a Sébastien Ogier dopo aver contribuito con il suo apporto di punti a vincere l'iride Costruttori 2018. Una piccola sconfitta per un team che aveva fatto crescere il finlandese e su cui avrebbe puntato per il futuro.

Poco male, perché al posto di Lappi arriverà Kris Meeke. Una scommessa enorme per il team, ma se sarà vinta allora Toyota avrà la line up piloti più forte del 2019 e potenzialmente 3 piloti in grado di vincere gare. Tanak proverà a restituire la scarpetta di cristallo alla principessa, per completare il lavoro iniziato tra lo scetticismo generale 2 anni fa e divenuto oggi la più bella realtà del WRC contemporaneo. 

 
Articolo successivo
Fotogallery: Sébastien Ogier 6 volte campione del mondo WRC

Articolo precedente

Fotogallery: Sébastien Ogier 6 volte campione del mondo WRC

Articolo successivo

Fotogallery WRC: le foto più belle del Rally d'Australia 2018

Fotogallery WRC: le foto più belle del Rally d'Australia 2018
Carica i commenti

Su questo articolo

Serie WRC
Piloti Jari-Matti Latvala , Ott Tanak , Esapekka Lappi
Team Toyota Racing
Autore Giacomo Rauli