Peugeot: la nuova 208 R2 ha svolto i primi test in Francia. Sarà pronta per il 2020

condividi
commenti
Peugeot: la nuova 208 R2 ha svolto i primi test in Francia. Sarà pronta per il 2020
Di:
15 apr 2019, 14:44

Peugeot Sport ha svelato la nuova R2, preparata sulla base della nuova 208 presentata il mese scorso al Salone di Ginevra. I primi test si sono svolti su asfalto, in Francia.

La giornata di ieri è stata molto importante per Peugeot Sport. Nella regione francese di Vosges la sezione sportiva della Casa francese ha infatti fatto esordire la nuova Peugeot 208 R2, basata sulla Peugeot 208 presentata all'ultimo Salone Internazionale di Ginevra, svolto il mese scorso.

La vettura monta un motore 3 cilindri da 1.2 litri turbocompresso PureTech, che fa della 208 R2 una vettura eleggibile per il regolamento tecnico FIA riguardo le vetture R2C. Al motore è stato abbinato un cambio completamente nuovo

L'avvio del progetto è datato 2018, per la precisione in estate, quando gli ingegneri di Satory hanno iniziato a lavorare sulla base della nuova 208. L'obiettivo di Peugeot Sport è quello di vendere la prima vettura in tempo per la stagione 2020.

"Sono stato molto felice di assistere al primo test dell'ultima vettura prodotta da Peugeot Sport, la nuova Peugeot 208 R2. Questo è un evento davvero molto importante per Peugeot Sport, la clientela è la chiave per le nostre attività", ha dichiarato Bruno Famin, direttore di Peugeot Sport.

"Con la nuova Peugeot 208 R2 vogliamo offrire alla nostra clientela una vettura competitiva e affidabile, che faccia divertire chi la guida e che permetta loro di avere la minor spesa possibile. Non ci sono ragioni per cambiare la formula vincente nella R2".

"I miglioramenti della vettura arrivano attraverso il nuovo motore da 1.2 litri turbo PureTech. Questo ha permesso un aumento sostanziale delle prestazioni. Ora abbiamo iniziato la fase dedicata ai test, che è un passo fondamentale".

"L'obiettivo sarà costruire vetture R2 derivanti dall'esperienza e dai test che abbiamo iniziato a effettuare su tutte le superfici. Questo ci permetterà di definire e poi confermare le specifiche tecniche finali della vettura, così da essere pronti al meglio per la stagione 2020".

 
Articolo successivo
Il Giappone ospiterà una gara demo per poter rientrare nel calendario WRC dal 2020

Articolo precedente

Il Giappone ospiterà una gara demo per poter rientrare nel calendario WRC dal 2020

Articolo successivo

WRC: la FIA dirama le nuove linee guida per la sicurezza nei rally

WRC: la FIA dirama le nuove linee guida per la sicurezza nei rally
Carica i commenti

Su questo articolo

Serie Rally , WRC , CIR
Autore Giacomo Rauli
Sii il primo a ricevere le
ultime notizie