WRC
26 feb
Evento concluso
22 feb
Prossimo evento tra
43 giorni
G
Rally del Belgio
13 ago
Prossimo evento tra
156 giorni

Ogier sbotta contro la FIA: "WRC amatoriale per la loro gestione"

Ogier, irritato per la posizione di partenza che gli spetta come da regolamento, ha usato parole pesanti contro la federazione al termine della prima giornata di gara del Rally Italia Sardegna.

Ogier sbotta contro la FIA: "WRC amatoriale per la loro gestione"

Sébastien Ogier si trova in una condizione in cui, nel corso della carriera, si è ritrovato poche volte. A poco più di 2 gare dal termine del Mondiale si trova a dover rincorrere non un semplice pilota, ma il compagno di squadra (Elfyn Evans) lanciato verso il primo Mondiale della carriera.

Il transalpino si trova attualmente in seconda posizione nella classifica generale Piloti, per questo è costretto a entrare per secondo nelle speciali, qualche minuto dopo al compagno di squadra Evans. Se su asfalto la posizione di partenza non è così determinante, su sterrato invece lo è eccome.

Al termine della prima giornata di gara al Rally Italia Sardegna, Ogier ha usato parole durissime nei confronti della FIA. Al termine della PS7 Ogier ha dichiarato: "E' semplicemente ridicolo, ma non è nulla di nuovo".

Poi, il 6 volte iridato ha rafforzato il concetto con altre parole pesanti: "Il rally è uno sport amatoriale e resterà amatoriale sino a quando non sarà gestito in maniera professionale".

Ormai da anni Ogier ha mostrato insofferenza nei confronti della regola che prevede l'apertura delle speciali della prima giornata di gara da parte del leader del Mondiale (e poi a seguire: il secondo, il terzo, e così via). E' stato spesso penalizzato da questo, soprattutto negli anni in cui ha difeso i colori di Volkswagen.

Da quando ha lasciato il team di Hannover - o meglio, da quando è rimasto a piedi causa ritiro della Casa tedesca dal WRC dopo il Dieselgate a fine 2015 - Ogier ha avuto modo di essere avvantaggiato da questa regola, che negli ultimi anni ha visto soffrire piloti del calibro di Thierry Neuville e Ott Tanak, i suoi avversari nelle ultime 4 stagioni.

E' una ruota che gira, e la regola introdotta dalla FIA ha mostrato di funzionare, regalando al WRC imprevedibilità, ma non certo vittorie immeritate da parte di tutti i piloti. Non è una regola che genera una roulette. Ogier potrà avere certamente le sue ragioni, ma viene da pensare che i toni usati siano stati troppo duri in un momento per lui di forte stress, con il compagno di squadra più vicino al titolo di quanto non lo sia lui.

condividi
commenti
WRC, Rally Italia, PS6: tris di Sordo, Neuville sale terzo!

Articolo precedente

WRC, Rally Italia, PS6: tris di Sordo, Neuville sale terzo!

Articolo successivo

WRC: ecco il calendario 2021 uscito dal Consiglio Mondiale

WRC: ecco il calendario 2021 uscito dal Consiglio Mondiale
Carica i commenti

Su questo articolo

Serie WRC
Evento Rally d'Italia
Autore Giacomo Rauli