Ogier: "Con la C3 posso fare bene subito. Nelle prove di stasera si può già perdere la gara!"

condividi
commenti
Ogier:
Di:
24 gen 2019, 17:10

Il 6 volte iridato fa il punto sul suo feeling con il team Citroen Racing e la C3, ma anche sulle possibilità di poter vincere per la sesta volta di fila a Monte-Carlo. A preoccuparlo sono le condizioni delle prime due prove.

Sébastien Ogier è tra i piloti più attesi del WRC 2019. Non solo perché al Rallye Monte-Carlo è il padrone di casa, ma anche perché torna a correre nelle strade francesi da pilota ufficiale Citroen Racing dopo ben 7 anni dall'ultima volta.

Completato lo Shakedown - in cui ha chiuso al secondo posto ad appena 1 decimo di secondo di ritardo dalla Toyota Yaris di Kris Meeke - Ogier ha parlato delle sue sensazioni riguardo la gara che farà da prologo al Mondiale Rally 2019 e alle sue prime settimane in Citroen.

"La prima parola che mi viene in mente è 'eccitato'. Sono sempre eccitato di iniziare il Rallye Monte-Carlo, ma questa volta ci sono anche più ragioni del solito perché inizio la stagione con un nuovo team e una nuova vettura. Non vedo l'ora di poter capire cosa sarò in grado di fare in questa nuova situazione".

"Per il momento abbiamo iniziato bene, ma lo Shakedown è stato fatto su un fondo asciutto, dunque non rispecchia bene quello che troveremo nelle prime due speciali di questa sera. Mi aspetto di trovare condizioni molto diverse".

Leggi anche:

Infatti si parla di una PS1 quasi completamente innevata, dove presumibilmente i piloti P1 dovranno correre con le Michelin chiodate o, quantomeno, quelle pensate per basse temperature e scarso grip generato da neve o ghiaccio. Il compito di Ogier sarà anche più difficile rispetto a quello dei diretti avversari perché, essendo il campione del mondo in carica, sarà costretto ad aprire tutte le speciali previste per questa sera e quelle di domani. 

"E' bello iniziare. Certo, è abbastanza stancante fare tutto quello che c'è in programma prima del via vero e proprio della gara, ma ora posso finalmente indossare il casco e iniziare la gara".

Per quanto riguarda la C3 WRC, Ogier non è ancora soddisfatto del tutto. Però il feeling con la C3 migliora di chilometro in chilometro e ha potuto apprezzare i punti forti della vettura francese dopo il processo di sviluppo pianificato da Citroen per l'inverno 2018/2019.

"In termini di sensazioni sto ancora lavorando per arrivare al 100%, ma c'è sicuramente potenziale, c'è velocità, e questo è importante. Abbiamo bisogno di lavorare per poter sfruttare al massimo la vettura, dunque l'obiettivo di quello di restare fuori dai guai. Se indovineremo le gomme giuste potremmo anche raccogliere un ottimo risultato. Se non sarà così, abbiamo comunque potenziale per fare bene".

Per concludere, il 6 volte iridato della Citroen ha parlato delle due speciali in notturna che stasera apriranno il Mondiale Rally 2019. Queste, negli anni passati, sono già state teatro di numerosi colpi di scena e anche quest'anno potrebbero riservare sorprese decisive ai fini della classifica finale dell'evento.

"Sono nuove speciali, completamente nuove. Molte speciali di queste non le ho mai viste. Mi piace questo, perché tutti saranno nelle stesse condizioni. Abbiamo preso le note e andremo a correre tra qualche ora. Possiamo aspettarci che accadrà certamente qualcosa, perché ci sarà ghiaccio e curve molto scivolose. Stanotte non si potrà vincere la gara, ma certamente la si può perdere".

Articolo successivo
Monte-Carlo, Shakedown: Toyota in vetta con Meeke. Bene le Citroen con Ogier e Lappi

Articolo precedente

Monte-Carlo, Shakedown: Toyota in vetta con Meeke. Bene le Citroen con Ogier e Lappi

Articolo successivo

Monte-Carlo, PS1: Toyota super con Tanak e Meeke. Neuville prova l'azzardo con gomme senza chiodi

Monte-Carlo, PS1: Toyota super con Tanak e Meeke. Neuville prova l'azzardo con gomme senza chiodi
Carica i commenti