Nandan: "Hyundai favorita per il 2017. Ma attenzione a Citroen..."

Michel Nandan si è concesso ai microfoni di Motorsport.com alla presentazione della i20 WRC 2017 e non si è nascosto: il team coreano parte favorito per i titoli dell'anno prossimo. Ma il ritorno di Citroen fa paura.

Nandan: "Hyundai favorita per il 2017. Ma attenzione a Citroen..."
Hayden Paddon, Daniel Sordo, Thierry Neuville, Hyundai Motorsport, svelano la Hyundai i20 Coupe WRC
Hyundai i20 Coupe WRC
Hyundai i20 Coupe WRC
Hyundai Motorsport svela la Hyundai i20 Coupe WRC 2017
Hyundai Motorsport svela la Hyundai i20 Coupe WRC 2017
Hyundai Motorsport svela la Hyundai i20 Coupe WRC 2017
Thierry Neuville, Hyundai Motorsport
Hyundai Motorsport svela la Hyundai i20 Coupe WRC 2017
Hyundai Motorsport svela la Hyundai i20 Coupe WRC 2017
Michel Nandan, Hyundai Motorsport Team Principal
Daniel Sordo, Hyundai Motorsport
Hayden Paddon, Daniel Sordo, Thierry Neuville, Hyundai Motorsport, Michel Nandan, Hyundai Motorsport
Hayden Paddon, Daniel Sordo, Thierry Neuville, Hyundai Motorsport, Michel Nandan, Hyundai Motorsport
Dani Sordo, Hayden Paddon, John Kennard, Marc Marti, Nicolas Gilsoul, Thierry Neuville, Hyundai Moto
Dani Sordo, Hayden Paddon, John Kennard, Marc Marti, Nicolas Gilsoul, Thierry Neuville, Hyundai Moto
Hayden Paddon, Daniel Sordo, Thierry Neuville, Hyundai Motorsport, svelano la Hyundai i20 Coupe WRC
Hayden Paddon, Daniel Sordo, Thierry Neuville, Hyundai Motorsport, svelano la Hyundai i20 Coupe WRC
Hayden Paddon, Daniel Sordo, Thierry Neuville, Hyundai Motorsport, svelano la Hyundai i20 Coupe WRC
Hayden Paddon, Daniel Sordo, Thierry Neuville, Hyundai Motorsport svelano la Hyundai i20 Coupe WRC 2
Hayden Paddon, Daniel Sordo, Thierry Neuville, Hyundai Motorsport unveil the 2017 Hyundai i20 Coupe
Hayden Paddon, Daniel Sordo, Thierry Neuville, Hyundai Motorsport, svelano la Hyundai i20 Coupe WRC
Hayden Paddon, Daniel Sordo, Thierry Neuville, Hyundai Motorsport, svelano la Hyundai i20 Coupe WRC
Hayden Paddon, Hyundai Motorsport

Monza - Ormai Hyundai Motorsport non si nasconde più. Il 2017 sarà l'anno in cui il team coreano tenterà di centrare in maniera concreta i titoli mondiali del World Rally Championship. I presupposti per fare bene ci sono tutti: una line up piloti confermata, un Neuville tornato ai livelli (alti) del 2014, l'addio di Volkswagen, ovvero la regina incontrastata delle ultime 4 stagioni.

Oggi all'Autodromo di Monza, a margine della presentazione della nuova i20 New Generation, il boss di Hyundai Motorsport Michel Nandan ha concesso a Motorsport.com una lunga intervista. Di seguito trovate il primo stralcio, in cui il team principal di Alzenau racconta delle ambizioni di Hyundai nel 2017, ma anche del lavoro che è stato fatto sulla nuova i20, vettura solo in apparenza simile a quella che ha corso quest'anno.  

Nandan, ora Hyundai non si può più nascondere. Con l'addio di Volkswagen ora i favoriti siete voi...
"Così sembra. Sì. Ora ci attende l'ultimo step. Sino a ora siamo cresciuti un po' anno dopo anno. Ora invece ci attende l'ultimo. Il prossimo step è il mondiale e faremo di tutto per farlo. Siamo favoriti, ma c'è sempre da prendere in considerazione il ritorno della Citroen, perché è sempre lo stesso team, lavorano su questa macchina da più di un anno. Siamo più forti di line up, ma in qualche gara potranno certamente dire la loro".

Per lei è una sorpresa l'addio al WRC di Volkswagen?
"Sì sì, lo è eccome. Perché aspettavamo qualcosa a inizio anno. Poi quando abbiamo visto che erano lì a inizio stagione ed era anche uscito l'annuncio dell'impegno della casa almeno sino al 2019 non pensavamo potesse accadere. Quando lo hanno annunciato è stato uno shock. Non si capisce per quale motivo siano andati via".

Passiamo a parlare della nuova vettura presentata oggi. Quanti giorni di test avete svolto con questa i20 2017?
"Quest'anno abbiamo svolto 42 giorni di test con la vettura 2016 e 30 per quella 2017 così come Volkswagen e Ford. Mentre Citroen e Toyota no. Toyota ha avuto tutti i giorni che voleva per provare essendo nuova e tornando nel Mondiale Rally dopo tanto tempo".

Quanti chilometri di test avete fatto con la nuova i20?
"Con questa vettura avevamo fatto 6.000 chilometri prima dell'ultimo test in Francia. Comprendendo anche questo, direi che arriviamo a 7.000 chilometri totali. Abbiamo ancora tre sessioni di prove prima di Monte-Carlo. Abbiamo 5 giorni a dicembre, 4 a inizio gennaio e poi 3 giorni prima del Monte-Carlo, sempre in Francia".

Nei test con la nuova vettura avete riscontrato problemi di consumo delle gomme, dato l'incremento delle prestazioni delle vetture?
"No, non abbiamo avuto problemi. C'è un po' più di consumo rispetto allo scorso anno, ma non pensiamo sarà critico a tal punto da risultare un problema".

Avete invece già previsto step evolutivi per la i20 2017?
"Il regolamento, dal punto di vista delle evoluzioni, è lo stesso utilizzato sino al 2016. Dunque l'anno prossimo potremo sfruttare 5 jolly per cambiare parti del telaio, 3 per il motore e 1 per il software. Questo è quanto. Per quanto riguarda l'aerodinamica risulta inserito nel discorso del telaio. Si possono fare cambiamenti, ma ci costano jolly. Potremo cambiare paraurti anteriore, posteriore e alettone posteriore, ma ci costerebbero jolly. Per quanto riguarda il diffusore, invece, ci costerebbe un jolly cambiarlo. Possiamo omologare solo lo splitter anteriore in due versioni senza perdere jolly".

Quanto inciderà l'aerodinamica sulle prestazioni delle vetture 2017?
"In termini di tempo c'è da considerare anche la potenza, perché 80 cavalli non sono pochi. Possiamo dire però che tra la nuova e la vecchia vettura c'è una differenza di 5 decimi o 1 secondo a chilometro in favore di quella nuova. Dipende dalla superficie e da altre cose".

"Il progetto della i20 2017 è il prodotto di un insieme di persone. E' vero che abbiamo il nostro progettista, Bertrand Vallat, che ha seguito in particolare le sospensioni, ma la parte aerodinamica è stata seguita da un altro ingegnere, così come la parte elettronica, quindi è tutto il team che ha lavorato sulla vettura".

Che novità avete riguardo il nuovo motore?
"Per la i20 2017 abbiamo provato il motore fatto dal solito preparatore e ne abbiamo fatto uno noi. Il motore che verrà omologato l'anno prossimo sarà quello preparato da noi. Abbiamo provato a fare due tipi diversi di lavoro, prendendo direzioni opposte, per poi scegliere la migliore e quella presa da noi ci è sembrata la più consona. Poi, stando al regolamento, ha almeno 80 cavalli in più rispetto a quello della stagione appena terminata".

La i20 2017 è totalmente nuova o ha parti già usate nella versione a 5 porte del 2016?
"Per quanto riguarda la vettura ci sono tante parti che hanno equipaggiato la vettura dello scorso anno. Il cambio e la trasmissione sono le stesse, l'albero motore, le bielle la pompa dell'olio è la stessa anche se il propulsore è in effetti nuovo. Però è stato tutto ottimizzato. Di base, però, questa vettura è un'evoluzione di quella che ha corso nel Mondiale 2016. Anche l'elettronica è la stessa, stessa centralina della Magneti Marelli, con cui possiamo gestire un'infinità di cose".

Quanto costa una WRC Plus rispetto a una 2016?
"Non ti so dire con precisione, ma direi 80.000 euro in più. Poi c'è da mettere in conto le parti che finiranno distrutte e quindi i ricambi, che costeranno certamente caro. Sono pezzi che costano, soprattutto la carrozzeria perché è tutta in carbonio".

Le vetture 2016 saranno impiegate da voi o da un team esterno per il neonato WRC Trophy?
"Le versioni 2016 della i20 New Generation WRC 5 porte non correranno la prossima stagione nel WRC Trophy. Non vi sarà un team Hyundai con la vettura 2016 e al momento non c'è l'intenzione di farle correre con un altro team".

Quanto costa una WRC Plus rispetto a una 2016?
"Non ti so dire con precisione, ma direi 80.000 euro in più. Poi c'è da mettere in conto le parti che finiranno distrutte e quindi i ricambi, che costeranno certamente caro. Sono pezzi che costano, soprattutto la carrozzeria perché è tutta in carbonio".

In un futuro potrebbe essere possibile vedere questo regolamento allargato ai campionati nazionali?
"Secondo me no. Resterà contingentato nel WRC e poi vedremo dopo tre gare cosa succede. Vedremo se ci siamo spinti troppo oltre... Nel caso si ridurrà tutto. Sono vetture le Plus che possono essere gestite solo da team ufficiali. Questi prendono sempre i piloti migliori, dunque non c'è bisogno della Super Licenza. Non credo serva. In performance c'è differenza tra le vetture 2017 e le 2016, anche se non è qualcosa di incredibile. Ma non puoi dare una vettura così a un pilota che esce da un'R3, o anche da una R5".

condividi
commenti
Fotogallery: la presentazione della Hyundai i20 New Generation WRC Plus

Articolo precedente

Fotogallery: la presentazione della Hyundai i20 New Generation WRC Plus

Articolo successivo

Nandan: "Hyundai ha la miglior line up piloti. Ogier con noi se..."

Nandan: "Hyundai ha la miglior line up piloti. Ogier con noi se..."
Carica i commenti