Nandan: "Confermo, Hyundai rimarrà nel WRC anche se dovesse vincere i Mondiali 2018!"

condividi
commenti
Nandan:
Giacomo Rauli
Di: Giacomo Rauli
04 lug 2018, 09:06

Il team principal di Hyundai Motorsport conferma a Motorsport.com che la Casa coreana non ha in programma di lasciare il WRC per alcun motivo. Il Mondiale incassa un'altra conferma dopo quella di Citroen arrivata poche settimane fa.

Michel Nandan, Team Principal Hyundai Motorsport
Thierry Neuville, Nicolas Gilsoul, Hyundai Motorsport Hyundai i20 Coupe WRC
Thierry Neuville, Nicolas Gilsoul, Hyundai Motorsport Hyundai i20 Coupe WRC
Andreas Mikkelsen, Anders Jæger, Hyundai Motorsport Hyundai i20 Coupe WRC
Andreas Mikkelsen, Anders Jæger, Hyundai Motorsport Hyundai i20 Coupe WRC
Dani Sordo, Carlos Del Barrio, Hyundai Motorsport Hyundai i20 Coupe WRC

Hyundai Motorsport è nel Mondiale Rally dal 2014, anno in cui riuscì a vincere un rocambolesco Rally di Germania con Thierry Neuville e Nicolas Gilsoul contro le quasi imbattibili Volkswagen Polo R di Ogier, Latvala e Mikkelsen.

L'ingresso della Casa coreana nel WRC era apparso da subito più che promettente, ma la Volkswagen ha continuato a dominare imperterrita sino al termine del 2016, ossia al momento in cui, a sorpresa, si è ritirata dal Mondiale per cercare di mettere una pezza alla falla economica provocata dal Diesel Gate.

Il 2017, Hyundai, lo ha affrontato da favorita. Ma i titoli sono sfuggiti ancora una volta per mano del solito Sébastien Ogier e M-Sport. Quest'anno, però, sembra essere l'anno buono. Thierry Neuville ha concluso la prima parte del Mondiale dal leader della classifica Piloti, grazie a un vantaggio di 27 punti nei confronti di Ogier.

Ma anche Hyundai può anche fregiarsi sino a ora della prima posizione nel Mondiale Costruttori dopo le 3 vittorie ottenute da Neuville in Svezia, Portogallo e Italia. Ora il team dovrà essere bravo a portare avanti uno sviluppo adeguato della i20, per riuscire a centrare finalmente gli obiettivi fissati dalla Casa coreana.

In questi mesi sono sorti dubbi sull'impegno di Citroen nel WRC, poi fugati direttamente dal team principal Pierre Budar. Hyundai ha scelto la stessa strada, ovvero confermare la sua presenza nel WRC oltre il termine dell'attuale regolamento tecnico e sportivo.

"Da parte della Casa madre non abbiamo un limite nel nostro programma nel WRC", ha subito messo in chiaro Michel Nandan in esclusiva a Motorsport.com.

"Sappiamo che facciamo parte di questo campionato e di sicuro era previsto di rimanere almeno sino al 2019, ovvero sino al termine di questo regolamento tecnico".

"Poi è possibile che il regolamento verrà mantenuto oltre il 2019 e noi comunque andremo avanti. Anche se ci saranno altri regolamenti e per noi non c'è una data di scadenza del nostro impegno nel WRC".

Ma se Hyundai riuscisse finalmente a vincere i titoli tanto agognati e attesi? "Qualora dovessimo vincere non cambierebbe nulla. Non usciremmo di certo se vincessimo quest'anno il Mondiale. Quello non cambierà assolutamente nulla".

Prossimo articolo WRC
M-Sport Ford tenta il recupero su Hyundai e prepara aggiornamenti per il Rally di Finlandia

Previous article

M-Sport Ford tenta il recupero su Hyundai e prepara aggiornamenti per il Rally di Finlandia

Next article

Il Rally d'Australia si rifà il look: nell'edizione 2018 solo 8 stage rimarranno uguali rispetto al 2017!

Il Rally d'Australia si rifà il look: nell'edizione 2018 solo 8 stage rimarranno uguali rispetto al 2017!

Su questo articolo

Serie WRC
Piloti Dani Sordo , Andreas Mikkelsen , Hayden Paddon , Thierry Neuville
Team Hyundai Motorsport
Autore Giacomo Rauli
Tipo di articolo Ultime notizie