Monte-Carlo, PS1: Toyota super con Tanak e Meeke. Neuville prova l'azzardo con gomme senza chiodi

condividi
commenti
Monte-Carlo, PS1: Toyota super con Tanak e Meeke. Neuville prova l'azzardo con gomme senza chiodi
Di:
24 gen 2019, 19:45

Tanak apre il WRC 2019 con un tempo eccezionale davanti al compagno di squadra Meeke. Ogier terzo con la prima Citroen, mentre Loeb e Neuville chiudono la Top 5. Suninen perde tanto tempo finendo in un fosso.

Il WRC 2019 è finalmente iniziato. Dall'oscurità della Prova Speciale 1 dell'87esima edizione del Rallye Monte-Carlo è uscito per primo uno strepitoso Ott Tanak. Il pilota estone ha vinto con distacco la "La Bréole - Selonnet" di 20,76 chilometri. La prima delle due speciali notturne che aprono in maniera suggestiva e imprevedibile questo Mondiale Rally.

Tanak è arrivato al traguardo della prova e tutti i presenti lo hanno guardato a occhi sbarrati. Il suo tempo è stato davvero eccezionale, grazie anche al perfetto utilizzo delle Michelin chiodate a causa del fondo ghiacciato della prova. Lui, serafico, ha affermato di non aver fatto nulla di particolare.

L'unico che ha davvero tenuto testa a Ott è stato il suo nuovo compagno di squadra, Kris Meeke. Il nord-irlandese aveva davvero voglia di tornare in gara e si è visto subito. Lui conosce relativamente poco la Yaris, ma il suo secondo crono a 5" da Tanak è un biglietto da visita da tenere in considerazione, perché è stato l'unico ad avvicinare il grande crono del 31enne.

Toyota, invece, è ripartita da dove aveva lasciato nel 2018. Ossia mostrandosi subito molto forte con una Yaris in grande forma e due piloti partiti subito con il piede giusto. Sébastien Ogier ha ottenuto il terzo tempo con la prima Citroen C3 WRC Plus ufficiale.

Il padrone di casa ha aperto la strada, dunque un compito particolarmente difficile considerando le condizioni impervie del fondo. Eppure la sua esperienza e il suo talento hanno fatto sì che sia riuscito a portare a termine la prova con un tempo degno di nota. Il suo debutto in gara con la C3 è stato considerevole, anche se il 6 volte iridato ha mostrato preoccupazione perché nella prossima prova il fondo non sarà ghiacciato. Per cui le sue gomme chiodate - al pari dei principali avversari, meno Neuville - dovrebbero andare in crisi.

Hyundai ha fatto da spettatrice in questa prova, pensando però al risultato finale. Sébastien Loeb ha ottenuto il quarto tempo, sintomo che la classe non svanisce mai, nemmeno a 44 anni e dopo una Dakar accorciata ma comunque dura come quella che ha completato proprio una settimana fa. Dietro di lui Thierry Neuville, che è ha riservato la grande sorpresa di questa prova.

Il belga della Hyundai ha deciso di non usare gomme chiodate, ma di montare 4 gomme Supersoft in ottica PS2. In questa ha faticato pur chiudendo in quinta posizione. La scommessa è la seguente: provare a recuperare tutti i secondi persi in questa nella prossima stage, confidando che le gomme degli avversari possano andare in crisi.

Inizio difficile per il team M-Sport Ford. Teemu Suninen aveva ben impressionato nello Shakedown di questa mattina ma al chilometro 3,2 è finito in un fosso, perdendo tanti minuti. Il pubblico presente in quella zona lo ha aiutato a riprendere la gara, ma le sue velleità di classifica sono ormai spente. Elfyn Evans, invece, è stato molto più cauto, cogliendo un buon sesto tempo.

A 4 decimi di secondo dal gallese troviamo la seconda Citroen C3 WRC Plus, quella di Esapekka Lappi. Il finlandese ha optato per un assetto troppo morbido rispetto al fondo della prova e questo gli ha fatto perdere confidenza con la vettura. Stesso discorso per Jari-Matti Latvala, il quale non è riuscito a ripetere le grandi prove dei compagni di squadra.

Il veterano finlandese è ottavo, a oltre 35" da Tanak. Dovrà per forza mettere mano all'assetto della sua Yaris se vorrà rimontare posizioni importanti in vista della giornata di domani. Andreas Mikkelsen sembra non essere ancora uscito dal loop negativo in cui era entrato nel 2018. Il suo nono tempo è emblematico, mentre la Top 10 è completata dalla Ford Fiesta WRC Plus ufficiale di Pontus Tidemand, all'esordio con il team di Cockermouth.

Rallye Monte-Carlo 2019 - Classifica generale dopo la PS1

   Posizione Pilota/navigatore Vettura Tempo/distacco
1 Tanak/Jarveoja Toyota Yaris WRC 13'02”0
2 Meeke/Marshall Toyota Yaris WRC +0"5
3 Ogier/Ingrassia Citroen C3 WRC +10"6
4 Loeb/Elena Hyundai i20 Coupé WRC +23"2
5 Neuville/Gilsoul Hyundai i20 Coupé WRC +26"8
6 Evans/Martin Ford Fiesta WRC +32"3
7 Lappi/Ferm Citroen C3 WRC +32"7
8 Latvala/Anttila Toyota Yaris WRC +35"4
9 Mikkelsen/Jaeger Hyundai i20 Coupé WRC +37"0
10 Tidemand/Floene Ford Fiesta WRC +52"2
Articolo successivo
Ogier: "Con la C3 posso fare bene subito. Nelle prove di stasera si può già perdere la gara!"

Articolo precedente

Ogier: "Con la C3 posso fare bene subito. Nelle prove di stasera si può già perdere la gara!"

Articolo successivo

Monte-Carlo, PS2: Neuville risponde alla grande. Meeke fora, ma quanti errori nella scelta gomme!

Monte-Carlo, PS2: Neuville risponde alla grande. Meeke fora, ma quanti errori nella scelta gomme!
Carica i commenti

Su questo articolo

Serie WRC
Evento Rally di Monte Carlo
Autore Giacomo Rauli