Hirvonen prende con filosofia la sua squalifica

Hirvonen prende con filosofia la sua squalifica

Il finlandese è rammaricato, ma non vuole dare troppe colpe ai ragazzi della Citroen

Mikko Hirvonen è chiaramente deluso per aver visto sfumare la sua prima vittoria con i colori della Citroen. Il finlandese aveva tagliato per primo il traguardo del Rally del Portogallo, ma la sua DS3 WRC è stata esclusa dalla classifica finale in quanto non conforme al regolamento. In particolare, i commissari hanno ravvisato la presenza di una frizione differente rispetto a quella presente sull'omologa della vettura ed una girante del turbo sovradimensionata rispetto a quanto consentito dal regolamento. Il vice-campione del mondo in carica comunque ha preso la vicenda con filosofia: "Ovviamente sono molto dispiaciuto, ma bisogna capire che queste cose possono succedere ed andare avanti. Il team ha già fatto tanto per me, quindi non sono assolutamente arrabbiato con i ragazzi. E' solo un peccato". E sicuramente questo è un grande merito per lui, visto che oltre alla vittoria ha dovuto rinunciare alla possibilità di portarsi in testa alla classifica iridata: "Avevamo completato un ottimo weekend, portando a casa dei punti pesanti. Come ho già detto, però, queste cose possono capitare e questa volta è toccato a noi. Ormai non possiamo farci niente, se non stare più attenti in futuro e cominciare a guardare avanti". Tuttavia, bisogna ricordare che la Casa francese ha deciso di presentare appello contro la squalifica del suo pilota, sostenendo che le infrazioni segnalate in fase di verifica non abbiano condizionato in alcun modo le prestazioni della vettura.

Diventa parte di qualcosa di grande

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati WRC
Evento Rally del Portogallo
Piloti Mikko Hirvonen
Articolo di tipo Ultime notizie