Solberg: "Che fortuna con la sospensione rotta!"

Petter festeggia il mondiale con due gare di anticipo: "Non mi aspettavo di farcela così in fretta"

Solberg:

"Hollywood" balla la tarantella sul tetto della sua Citroen Ds3: non ha ancora tagliato il traguardo della finale che è già fuori dall'abitacolo che esterna la sua gioia: Petter Solberg è il primo campione del mondo FIA di Rallycross. Viene incoronato a Castrezzato sulla pista di Franciacorta dove si è tenuto oggi il decimo appuntamento della serie iridata.

A 39 anni suonati l'ex campione del mondo del WRC trova una seconda giovinezza e centra un obiettivo importante:
"Cavolo che fortuna - ammette prima di salire sul podio Petter - mi è andata bene perché si è rotta una sospensione su un salto e temevo di dovermi fermare ad ogni istante: ovviamente non mi sono arreso e anche con una macchina sbilenca sono riuscito ad arrivare al traguardo in una posizione da podio, sfruttando i problemi di alcuni avversari. La squadra via radio mi incitava a non arrendermi, ma io non mi sarei fermato per nulla al mondo!".

Non è la prima volta che la sua Citroen si azzoppa sui salti: è già successo altre tre volte nel corso della stagione, ma nonostante gli inconvenienti tecnici Petter è stato il più costante in zona podio, meritandosi la corona iridata con due appuntamenti in anticipo...

La "sua" squadra gli ha subito tributato una gran festa:
"
E’ un grande sogno che diventa realtà – esulta Solberg -. Mai avrei pensato lo scorso anno, quando mi sono dedicato al Rallycross, di ottenere questo risultato così in fretta. Sono contento per me, per la mia famiglia e per tutta la squadra. E sono contento anche per Timmy, al suo primo successo nella specialità a soli 22 anni".

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati World Rallycross
Piloti Petter Solberg
Articolo di tipo Ultime notizie