Test al Ricard, Day 2: Lotterer è soddisfatto

Test al Ricard, Day 2: Lotterer è soddisfatto

Il tedesco conferma che l'Audi non ha cercato i tempi ma ha raggiunto i propri obiettivi

Nonostante siano sempre stati abbastanza lontani dai migliori tempi fatti registrare dalle due Porsche 919 Hybrid, i piloti dell'Audi alla conclusione della due giorni del Paul Ricard sono sembrati molto soddisfatti e sereni circa l'avvio della stagione. E' il caso di  André Lotterer che ha guidato con Faessler e Treluyer la R18 e-tron Quattro. 

Perché avete avuto un gap così consistente nei confronti delle rivali sul dritto?
"Non siamo venuti al Ricard con l'intento della prestazione assoluta ma per rifinire il lavoro svolto nel corso dell'inverno. La nostra configurazione aerodinamica prevedeva quasi il massimo del carico e infatti siamo sempre stati molto veloci nella parte guidata della pista".

Quanto ha influito il Mistral nella giornata di venerdi sulle vostre prestazioni?
"Il mio parere personale è non molto. Anzi sul rettifilo ci ha dato una grossa mano spingendoci verso Signes e nella parte mista le folate laterali non ci hanno danneggiato più di tanto"

Cosa avete provato in particolare?
"Molte cose che dovevamo rifinire in vista della prima corsa di Silverstone. Innanzitutto abbiamo lavorato tantissimo sul fronte delle gomme e proprio nella giornata conclusiva siamo riusciti a completare il programma richiesto con la nuova gomma della Michelin che in precedenza non avevo mai guidato. Devo dire che i risultati sia sul fronte della prestazione pura e del consumo sono stati molto buoni. Poi abbiamo anche svolto prove suil'ottimizzazione di tutti gli apparati. Credo che in Audi si sia intrapesa la strada giusta e che si sia pronti per il campionato".

Sorpreso dalle prestazioni della Porsche?
"È chiaro che abbiano, a differenza di noi, cercato la prestazione e l'abbiano ottenuta. No, non sono sorpreso anche perché sono sempre stati veloci. Piuttosto non ho ben capito il posizionamento della Toyota. Non so se si sia nascosta. Ma non c'è molto da attendere, a Silverstone verrà fuori la verità di ognuno".

Come è da guidare la nuova Audi rispetto all'esemplare dell'anno passato?
"Migliore, più efficace. Abbiamo curato molte parti della vettura, il rapporto tra sospensione e gomma. Ripeto noi siamo molto soddisfatti e a nessuno è chiaro dove si trovino realmente gli altri a livello di competitività".

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati WEC
Piloti André Lotterer
Articolo di tipo Ultime notizie