WEC, Spa, Libere 2: risveglio di Alpine e Toyota

Negrão porta la A480 LMP1 al comando battendo la GR010 Hypercar di Hartley, mentre la Oreca di United Autosports è terza e sempre in agguato con le colleghe di categoria. Ferrari al comando in LMGTE Pro inseguita dalla Porsche, la 911 è sempre l'auto di riferimento in LMGTE Am.

WEC, Spa, Libere 2: risveglio di Alpine e Toyota

Per la prima volta da quando si sta girando a Spa-Francorchamps, Alpine e Toyota concludono in vetta una sessione di prove cronometrate del FIA World Endurance Championship.

Nelle Libere 2 andate in scena questa mattina sulle Ardenne, è stato abbattuto il muro del 2'04" dai prototipi e a svettare è la 480 LMP1 #36 di André Negrão/Matthieu Vaxivière/Nicolas Lapierre in 2'03"396, per soli 0"035 davanti alla GR010 Hypercar #8 di Sébastien Buemi/Kazuki Nakajima/Brendon Hartley.

Una vettura giapponese era riuscita a chiudere al comando anche nel pomeriggio del Prologo di martedì, ma con tempi alti rispetto ai rivali nelle prestazioni complessive, per cui questo è un risultato che possiamo definire inedito, almeno per quanto visto fino ad ora.

Le LMP2 comunque continuano a mostrare i muscoli, specialmente la Oreca 07-Gibson #22 della United Autosports che Filipe Albuquerque/Fabio Scherer/Phil Hanson portano al terzo posto con 0"337 di ritardo dalla vetta, precedendo per poco la Aurus 01-Gibson #26 di Roman Rusinov/Franco Colapinto/Nyck De Vries (G-Drive Racing) e la 07 #34 della Inter Europol Competition affidata a Jakub Smiechovski/Alex Brundle/Renger Van Der Zande.

Con il sesto tempo assoluto, Rui Andrade/John Falb/Roberto Merhi piazzano l'altra Aurus della G-Drive (#25) al comando dei piloti di Classe LMP2 Pro-Am, proprio davanti alla seconda Toyota GR010 Hybrid, la #7 condotta da Kamui Kobayashi/Mike Conway/José María López.

In Top10 troviamo anche le Oreca di Team WRT (#31 Ferdinand Habsburg/Charles Milesi/Robin Frijns), High Class Racing (#20 Anders Fjordbach/Dennis Andersen/Jan Magnussen) e DragonSpeed (#21 Ben Hanley/Juan Pablo Montoya/Henrik Hedman).

Il secondo posto Pro-Am della medesima Classe va invece alla Oreca della PR1 Mathiasen Motorsports (#24 Patrick Kelly/Gabriel Aubry/Simon Trummer), tredicesima generale, mentre terzi sono

In Classe LMGTE Pro, la Ferrari 488 #51 di James Calado/Alessandro Pier Guidi/ (AF Corse) è al comando in 2'13"552, mentre i loro compagni di scuderia, Miguel Molina/Daniel Serra (#52), si piazzano terzi.

Le due 488 della AF Corse sono separate dalla Porsche #91 di Gimmi Bruni/Richard Lietz, con la #92 di Neel Jani/Kévin Estre quarta della categoria, dove la Corvette C8.R di Oliver Gavin/Antonio Garcia resta più indietro anche per via di un problema di natura elettronica che l'ha tenuta ai box parecchi minuti.

Infine, parlando della LMGTE Am, è sempre la Porsche a dettare legge: stavolta il miglior crono lo staccano Christian Ried/Jaxon Evans/Matt Campbell con la 911 #77 della Dempsey-Proton Racing in 2'14"170, per un soffio davanti alla Ferrari #54 di AF Corse (Thomas Flohr/Francesco Castellacci/Giancarlo Fisichella) e #60 di Iron Lynx (Andrea Piccini/Claudio Schiavoni/Matteo Cressoni).

In Top5 anche la seconda Porsche di Dempsey-Proton Racing (#88 Andrew Haryanto/Marco Seefried/Alessio Picariello) e la Ferrari #83 di AF Corse nelle mani di François Perrodo/Nicklas Nielsen/Alessio Rovera).

In grassetto i nomi dei piloti autori del miglior tempo

La 6h di Spa, primo round del FIA WEC 2021, sarà visibile su Motorsport.tv

FIA WEC - 6h di Spa: Prove Libere 2

condividi
commenti
WEC, Spa, Libere 1: United Autosports e Porsche sugli scudi

Articolo precedente

WEC, Spa, Libere 1: United Autosports e Porsche sugli scudi

Articolo successivo

WEC, Spa, Libere 3: doppiette di Toyota e Porsche

WEC, Spa, Libere 3: doppiette di Toyota e Porsche
Carica i commenti

Su questo articolo

Serie WEC
Evento Spa-Francorchamps
Sotto-evento Prove Libere 2
Location Spa-Francorchamps
Autore Francesco Corghi