Silverstone, Libere 3: Audi sotto la pioggia

Silverstone, Libere 3: Audi sotto la pioggia

Prove interlocutorie per il meteo. La Toyota si avvicina alla Audi R18 E-Tron quattro di Lotterer-Fassler-Treluyer

Pioggia e vento: benvenuti a Silverstone che stamane, nel terzo e ultimo turno di prove libere in vista delle qualifiche che si svolgeranno a partire dalle 13, per le vetture della categoria GTE, e dalle 13,30 per le LMP, ha offerto il suo volto reale. Le prove sono iniziate sotto una pioggerellina insistente, sospinta da un forte vento trasversale.

Condizioni che hanno creato non pochi problemi a tutti quanti. In pochi sono stati immuni da errori, soprattutto nei primi giri, quando con gomme ancora fredde l'aderenza in alcuni punti del tracciato inglese era molto scarsa. Il continuo mutare di condizione non ha fornito particolari indicazioni alle varie squadre che ora stanno sfogliando la margherita in vista delle qualifiche decisive per comprendere il tipo di assetto che dovranno utilizzare.

In ogni caso ancora una volta è stata l'Audi a dettare legge, conquistando con la vettura affidata al trio Lotterer-Fassler-Treluyer il miglior tempo verso la conclusione dell'ora e mezza davanti alla Toyota del campione del mondo Davidson, di Buemi e Nakajima, distaccata di sei decimi, e alla Porsche di Lieb-Jani e Dumas, con quest'ultimo che ha guidato nella prima mezz'ora, lontana però di oltre quattro secondi dal duo di comando, mentre l'altra 919 Hybrid di Bernhard-Webber e Hartley, al quale è spettato il compito più difficile di guidarla nelle prime fasi, ha ottenuto il quarto tempo, con un rilievo di poco superiore a quello della vettura gemella. Ai box della regina di Stoccarda, però, non sembravano particolarmente preoccupati.

Ora su Silverstone sta spuntando un timido sole ma le previsioni annunciano altri scrosci nel corso della giornata, rendendo quindi complesso il lavoro sul settaggio delle vetture anche in previsione della corsa di domani che potrebbe partire con l'asciutto ma trovare la pioggia lungo le sei ore.

Quanto alle altre categorie c'è stata la conferma della forza delle G-Drive in LMP2 e della migliore trazione della Porsche del team Manthey in condizioni mutevoli nella LM GTE PRO, mentre nella GTE AM da registrare la miglior prestazione della Ferrari di Collard-Aguas-Perrodo davanti all'Aston Martin di Hall e alla Corvette di Ruberti-Roda-Poulsen che sono molto soddisfatti di come si sta comportando la loro nuova GT.

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati WEC
Evento Silverstone
Circuito Silverstone
Piloti André Lotterer , Marcel Fässler , Benoit Tréluyer
Articolo di tipo Ultime notizie