Porsche: obiettivo Le Mans con una 919 tutta nuova

Porsche: obiettivo Le Mans con una 919 tutta nuova

La Casa di Weissach non nasconde le ambizioni e si augura una stagione da prota

Presentazione in grande stile con tre vetture con livrea diversa al Ricard per lo squadrone Porsche che sarà impegnato nel mondiale endurance e che da domani si cimenterà nei test ufficiali ai quali saranno presenti tutti i rivali.

La maggior attrazione del vernissage è stata però la presenza della nuova Porsche 919 Hybrid - al centro della foto - che dovrà prendere il posto della vettura che l'anno passato ha conquistato la vittoria nell'ultima gara di Interlagos. Diciamo subito che la nuova 919 Hybrid nasconde sotto un vestito tutto sommato tradizionale parecchie novità.

Il grosso del lavoro del reparto corse che si occupa del progetto LMP1, dove lavorano anche tanti giovani ingegneri italiani, si è indirizzato in due direzioni. La prima, naturalmente, ha riguardato l'evoluzione del sistema motore-apparati elettronici che ora come annunciato nei mesi scorsi permetterà a Porsche di entrare nella categoria LMP1 8 megajoule a conferma di un'acquisita consapevolezza di avere terminato una prima fase di sviluppo.

Come ha sottolineato Wolfgang Hatz, membro del board ricerca e sviluppo, "il 2014 è stata una stagione molto dura, nella quale abbiamo dovuto non solo ricreare un vero e proprio reparto dedicato all'esperienza nel WEC ma anche imparare una categoria non facile. Le cose sono andato bene, secondo le attese perchè siamo stati in grado di progredire di corsa in corsa e dopo la 24 Ore di Le Mans abbiamo evoluto ulteriormente la 919 ottenendo alla fine la vittoria in Brasile. Di sicuro quello che vogliamo raggiungere in questa stagione è più ambizioso. Vogliamo vincere delle gare ed essere competitivi nel maggior numero di esse. Questa vettura è nata per cogliere questo obiettivo".

Non si parla di Mondiale o di affermazione nella classica francese ma appare abbastanza chiaro che Porsche nel 2015 vorrà tornare sul gradino più alto della 24 Ore. Oltre alle migliorie al propulsore, che resta un quattro cilindri 2 litri sovralimentato al quale va aggiunto il complesso apparato ibrido da 400 cavalli posto all'anteriore, gran parte del lavoro è stato fatto su aerodinamica e sospensioni.

In Porsche non lo dicono, ma sotto il vestito, c'è una vettura nuova al cento per cento. I primi responsi ufficiali si vedranno da domani, quando inizieranno le prove francesi in vista della prima corsa di Silverstone in programma il 12 marzo. Al Ricard sono presenti tutti i piloti ufficiali, ad eccezione di Nico Hulkenberg, impiegato al Gran Premio di Malesia.

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati WEC
Articolo di tipo Ultime notizie