Pole a sorpresa della Porsche 919 a Shanghai!

Pole a sorpresa della Porsche 919 a Shanghai!

La Toyota fa segnare il medesimo tempo di qualifica con Buemi e Davidson, ma partirà in seconda posizione

Qualifica davvero interessante e al fulmicotone quella andata in scena nelle prime ore della mattinata (in Italia) del World Endurance Championship, che ha visto conquistare la pole position di Shanghai da una contendente non troppo attesa dopo le prime sessioni di libere svolte nella gionrata di ieri. 

La lotta per la pole è stata serrata e anche il distacco dal primo equipaggio al secondo è significativo: inesistente, ossia stesso tempo al millesimo per la Porsche 919 Hybrid condotta da Dumas e Jani e per la Toyota TS 040 Hybrid condotta da Buemi e Davidson. Sarà però la vettura tedesca - debuttante nel mondiale proprio in questa stagione - a partire davanti a tutti in gara, domani.

1'48"300 è stato il tempo di riferimento, conquistato prima dall'equipaggio Porsche e poi pareggiato dalla Toyota numero 8. Davvero una rarità questo risultato, se pensiamo che è frutto di una media ricavata dai quattro giri cronometrati previsti per regolamento. Per il team Porsche si tratta della seconda pole stagionale, dopo quella ottenuta sul mitico tracciato belga di Spa-Francorchamps. 

Se le prime due vetture hanno mostrato di equivalersi al termine della sessione di prove ufficiali, la Porsche ha mostrato il suo potenziale nhe con la seconda vettura, condotta da Hartley e Webber. La seconda 919 Hybrid, che scatterà dalla terza posizione, è distanziata dalla vettura gemella di soli ventiquattro millesimi di secondo, avendo fermato il cronometro in 1'48"324. Accanto al secondo equipaggio Porsche prenderà il via anche la seconda Toyota, a confermare il duello intrapreso per la pole. Nakajima e soci sono però distanziati di oltre due decimi, anche se il gap rimane colmabile e anche loro avranno possibilità di dire la propria nella gara che prenderà il via domattina.

Deludenti le Audi e-tron quattro numero 1 e 2. Entrambe sono infatti finite alle spalle delle dirette concorrenti per la vittoria, piazzandosi al quinto e al sesto posto. Il distacco non è inoltre rassicurante: le due vetture di Ingolstadt sono risultate più lente della Porsche di un secondo abbondante e un secondo e sette decimi. 

Roman Rusinov e Oliver Pla hanno invece conquistato la prima posizione nella categoria LMP2 con la JS P2-Nissan Nismo preparata dal team G-DRIVE Racing, con il tempo di 1'54"327, ben un secondo più rapidi della 03R - Nissan del team KCMG. Per quanto riguarda la categoria GTE-Pro l'Aston Martin è tornata a primeggiare proprio a Shanghai, dopo ben quattro pole delle Ferrari. A cogliere la partenza al palo di settore è stata la Vantage GTE condivisa da Darren Turner e Stefan Mucke, con il tempo di 2'04"342. 

Alle spalle della veloce GT britannica scatteranno le Porsche 911 RSR del team Manthey, mentre è quarta la prima Ferrari 458 Italia dal team di Amato Ferrari, seguita dalla vettura gemella. L'Aston Martin ha colto la pole anche nella categoria GTE-Am, con la Vantage gestita sempre dal team ufficiale, affidata a Paul Dalla Lana, Pedro Lamy e Christoffer Nygaard.

World Endurance Championship - Shanghai - Qualifiche

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati WEC
Piloti Romain Dumas , Neel Jani , Sébastien Buemi
Articolo di tipo Ultime notizie