Nissan: la classe energetica resta un mistero

Nissan: la classe energetica resta un mistero

Conclusi i test statunitensi la GTR continua ad apparire un oggetto controverso. Ai test, giudicati positivi, assente Gené

La stravagante e controversa Nissan GTR-LM ha girato anche questa settimana negli Usa, al Bowling Green nel Kentucky, in preparazione per la 24 Ore di Le Mans. I test che si sono conclusi mercoledi, hanno visto impegnati sul piccolo autodromo del Kentucky, lungo solo 3170 metri, ad eccezione di Marc Gené tutti i piloti che prenderanno parte alla classica francese. Olivier Pla, Harry Tinckwell, Alex Buncombe, Jann Mardenbourough, Mark Shulzhitskiy- il pilota di riserva- Michael Krumm, Tsugio Matsuda, Lucas Ordonez e Max Chilton si sono alternati alla guida della numero 23 e della numero 22, una delle quali disponeva di un nuovo telaio. Martedi Chilton e Mardenbourough sono ripartiti per i loro impegni nel week end rispettivamente in Indylights e in GP3.

Positive, secondo i vertici della Nismo, le risultanze dei test. Ora l'affidabilità della vettura sembra non creare più alcun tipo di problema mentre per quanto riguarda le prestazioni il mistero prosegue in quanto non vengono forniti responsi cronometrici né fino ad oggi Nissan ha avuto un incontro diretto con la concorrenza. L'unico confronto è stato ieri quando le GTR LM hanno girato con le Corvette ufficiali, anch'esse presenti sulla pista di casa, l'autodromo si trova accanto al museo dedicato alle belle GT americane, in previsione di Le Mans.

Restano comunque tutti i dubbi sull'effettiva validità del progetto. E a questo proposito si rincorrono le voci su come il team si presenterà al via della maratona francese, in quale classe energetica verranno inserite e addirittura sulla possibilità di non usare il sistema ibrido a volano che tanto ha fatto discutere in sede di presentazione. In questo modo, però, il progetto di massima si trasformerebbe in un fallimento annunciato, anche perché mancherebbe la possibilità di ottenere prestazioni decorose in termini assoluti.

Le carte però verranno scoperte tra poco, il tempo di vedere come e in quali condizioni si presenterà il team nei test francesi, che per la cronaca saranno i primi svolti dalla Casa giapponese in Europa. Per il momento Nissan si accontenta del battage promozionale, che anche in Kentucky ha funzionato attraverso una lunga serie di brevi filmati ripresi da una telecamera posizionata nel periscopio sopra l'abitacolo e vari aggiornamenti sui social network. Le corse però sono anche tecnica e prestazioni e queste, al di là della simpatia di tutto il team, restano davvero avvolte nel più fitto mistero.

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati WEC
Piloti Michael Krumm , Olivier Pla , Max Chilton
Articolo di tipo Ultime notizie