Doppietta Audi in qualifica ad Austin

Doppietta Audi in qualifica ad Austin

Tra le GT svettano l'Aston Martin di Senna/Makowiecki in GTE-Pro e la Ferrari di Malucelli/Aguas in GTE-Am

Loic Duval ed Allan McNish hanno conquistato la pole position per l'Audi #2 ad Austin nel round nordamericano del Mondiale Endurance. I due hanno fatto segnare un tempo medio delle loro rispettive de migliori prestazioni di di 1'48"355 che ha permesso loro di battere l'identica Audi R18 e-tron quattro dei loro compagni di squadra Marcel Fassler ed Andre Lotterer per tre decimi di secondo. Nonostante un errore alla curva 1, in cui ha perso completamente il punto di corda, Duval è riuscito a conquistare la pole che "è importante per noi perché è un punto per il campionato ed uno per la classifica costruttori di Audi, che possiamo conquistare matematicamente questo weekend" Terzo tempo per l'unica Toyota TS030 HYBRID, staccata di un secondo dall'Audi #1 che la precede, guidata in qualifica da Stephane Sarrazin e Sebastien Buemi. Sarrazin è convinto che il gap dalle vetture della Casa degli Anelli sarebbe stato inferiore se non fosse stato tamponato e mandato in testacoda alla prima curva da Jan Charouz con una delle Lotus T128 nel suo secondo giro cronometrato: "Stavo facendo un run da quattro giri, quindi di fatto ne ho persi due. Saremmo stati più vicini, ma saremmo comunque stati terzi." L'ORECA-Nissan 03 della G-Drive/Delta-ADR di John Martin e Mike Conway ha ottenuto la sua seconda pole consecutiva in LMP2. Il loro tempo medio li ha messi di un scondo più avanti della Morgan-Nissan della OAK Racing di Olivier Pla ed Alex Brundle. Frederic Makowiecki e Bruno Senna sono stati i più veloci tra le GTE Pro con la loro Vantage GTE dell'Aston Martin Racing, nonostante una foratura lenta alla gomma anteriore sinistra. Senna è uscito vincitore dalla battaglia con il compagno di squadra Richie Stanaway, che ha fatto segnare il miglior tempo assoluto nella sua sessione con la vettura che divide con Pedro Lamy. L'ultimo giro di Patrick Pilet ha però permesso alla Porsche 911 RSRs ufficiale di prendersi il secondo posto, nella media coi i tempi del suo coequipier Jorg Bergmeister. In GTE Am gli onori sono andati a Matteo Malucelli e Rui Aguas, con la Ferrari 458 Italia della 8Star Motorsports. Il portoghese si è migliorato nel suo quarto giro, permettendo alla sua vettura di saltare davanti alla Aston AMR di Nicki Thiim e Christoffer Nygaard per appena un decimo di secondo.

Diventa parte di qualcosa di grande

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati WEC
Piloti Tom Kristensen , Allan McNish , Loïc Duval
Articolo di tipo Ultime notizie