Le Mans, 10° ora: Nissan ancora in difficoltà

Le Mans, 10° ora: Nissan ancora in difficoltà

Non c'è pace per le GT-R LM, mentre la guerra dei "nervi" e secondi fra Porsche e Audi si fa intensa.

Siamo quasi a metà di questa 24h di Le Mans e i colpi di scena continuano a susseguirsi.

In casa Nissan non c'è pace: nel giro di pochi minuti le GT-R LM di Harry Tincknell e Olivier Pla hanno avuto problemi. Il primo ha visto volare via il frontale della propria vettura (fortunatamente senza conseguenze) ed è rientrato ai box per le riparazioni; il suo compagno di squadra francese è invece arrivato lungo ad "Arnage" in una nuvola di fumo, con i commissari costretti ad esporre la doppia bandiera gialla in attesa che Pla ripartisse.

Nico Hulkenberg effettua il pit-stop numero 11 con la sua Porsche 919 #19 e cede il volante a Nick Tandy, mentre in testa passa momentaneamente l'Audi R18 e-tron quattro #7 di Marcel Fassler, seguita dalla gemella #9 con sopra René Rast. Fassler si ferma dopo alcuni giri davvero tiratissimi e viene sostituito da André Lotterer, al quale spetta il compito di ridurre il gap da Tandy.

Rallenta vistosamente la Rebellion R-One AER di Mathias Beche: la macchina dello svizzero in prossimità dell'ingresso box ha iniziato a fumare, riuscendo comunque a riguardagnare la pit-lane per le verifiche da parte dei meccanici Rebellion Racing.

Sosta anche per la Corvette #64 di Oliver Gavin; il leader della Classe GTE-Pro vede passare al comando Richie Stanaway con la Aston Martin #99, seguita dalla Porsche-Manthey #91 di Richard Lietz, mentre la Vantage V8 di Paul Dalla Lana pare non avere rivali in GTE-Am, dove Andrea Bertolini è 2° al volante della 458 Italia - SMP Racing.

Fermata ai box prolungata anche per Maurizio Mediani, la cui BR01 Nissan necessita di un controllo approfondito nella parte posteriore.

Dopo una decina di giri in più degli avversari, si ferma anche Rast, lasciando il posto a Marco Bonanomi, che rientra in pista al 3° posto dietro a Tandy e Lotterer; quest'ultimo inizia a spingere per rimontare sulla Porsche. Cambio anche per la R18 #8, sulla quale risale Loic Duval, che si mette all'inseguimento delle Porsche di Bernhard e Jani, rispettivamente 4a e 5a.

L'ora si chiude ancora all'insegna dei problemi Nissan: Tsugio Matsuda a "Mulsanne" ci arriva con l'anteriore destra a terra e la GT-R LM che striscia scintillando nel tentativo di tornare ai box. Il giapponese finisce anche intraversato ad "Arnage" quando vede ferma all'esterno della curva la vettura di Tracy Krohn. Matsuda non riesce a ripartire e i commissari espongono le bandiere gialle.

Foto: Francesco Corghi/OmniCorse.it

24 Ore di Le Mans - 10. ora

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati WEC
Piloti Tsugio Matsuda , Nick Tandy , Harry Tincknell
Articolo di tipo Ultime notizie