Sign up for free

  • Get quick access to your favorite articles

  • Manage alerts on breaking news and favorite drivers

  • Make your voice heard with article commenting.

Motorsport prime

Discover premium content
Iscriviti

Edizione

Svizzera
Intervista

WEC | Incredibile United, KO per una telecamera TV in abitacolo!

A Sebring la Oreca #23 di Jarvis/Pierson/Blomqvist stava dominando la Classe LMP2 quando un guasto alla telecamera onboard installata dagli organizzatori ha mandato in tilt il sistema elettrico causando il ritiro del mezzo. La #22 mitiga la delusione con un secondo posto centrato in rimonta.

#23 United Autosports Oreca 07 - Gibson: Joshua Pierson, Tom Blomqvist, Oliver Jarvis

JEP / Motorsport Images

La United Autosports torna a casa dalla 1000 Miglia di Sebring con un secondo posto in Classe LMP2, ma il primo evento del FIA World Endurance Championship 2023 ha anche un risvolto piuttosto insolito e amaro.

Dopo 3 ore di gara, la Oreca #23 che aveva ottenuto la Pole Position stava dominando la scena grazie al duo Oliver Jarvis-Josh Pierson, ma mentre quest'ultimo si apprestava a completare gli ultimi 4 giri del suo turno e tornare ai box per cedere il volante a Tom Blomqvist, la 07-Gibson ha incredibilmente rallentato fermandosi morta.

Blomqvist aveva già il casco in testa pronto a subentrare al povero Pierson, che le ha provate tutte pur di riavviare la vettura. Niente da fare, il che ha fatto pensare al serbatoio vuoto con benzina terminata prima del rientro in pit-lane, ma appena il prototipo è ritornato nelle mani del team anglo-americano, ecco l'incredibile scoperta.

Una telecamera installata dagli organizzatori per le riprese TV onboard si è guastata, mandando in tilt il sistema elettrico dell'intera macchina, che quindi si è spenta senza avere la possibilità di riavviarsi in alcun modo.

#23 United Autosports Oreca 07 - Gibson: Joshua Pierson, Tom Blomqvist, Oliver Jarvis

#23 United Autosports Oreca 07 - Gibson: Joshua Pierson, Tom Blomqvist, Oliver Jarvis

Photo by: JEP / Motorsport Images

"Questi sono i classici momenti in cui capisci quanto si possono amare ed odiare le corse allo stesso tempo - ha spiegato il team principal Richard Dean - La cosa positiva era l'ottimo passo di entrambe le vetture, non credo che nessuno avrebbe potuto insidiarci in condizioni di corsa lineare senza problemi. La #23 di Olly e Josh lo stava dimostrando, scappando via".

"Il passo era fenomenale e i piloti hanno riferito che l'auto era incredibile. Tutto ciò è sfumato in un modo molto crudele, facendoci perdere la vittoria per colpa di qualcosa che non abbiamo messo noi in macchina. Dovremo analizzare bene quanto accaduto, sono cose che succedono una volta su un milione e vogliamo far sì che non accada di nuovo".

#23 United Autosports Oreca 07 - Gibson: Joshua Pierson, Oliver Jarvis

#23 United Autosports Oreca 07 - Gibson: Joshua Pierson, Oliver Jarvis

Photo by: JEP / Motorsport Images

Pierson è altrettanto amaro: "La gara è iniziata in modo molto positivo. Olly ha fatto un ottimo lavoro per ottenere la Pole, la macchina aveva un buon passo ed eravamo piuttosto fiduciosi. Sapevamo di avere una buona macchina e una grande squadra... si trattava solo di mettere insieme i pezzi. Olly ha fatto un ottimo primo stint, io ho fatto il triplo e ho avuto un buon ritmo per tutto il tempo, ma poi a quattro giri dalla fine la telecamera si è rotta e ha messo fine alla nostra gara".

"È davvero difficile spiegare a parole come ci si sente quando non è colpa tua o della squadra. Il fatto che qualcosa al di fuori del nostro controllo abbia finito per riportare l'auto in garage è ancora più grave. Ma abbiamo una stagione intera davanti a noi, quindi ora si tratta di raccogliere i pezzi e vedere come recuperare terreno in campionato".

Gli fa eco Jarvis: "La preparazione alla gara è stata fantastica: abbiamo lavorato sulla macchina e questo si è visto nelle Qualifiche, dove il team mi ha dato un assetto fantastico e sono riuscito a fare la Pole. Da lì, abbiamo avuto un buon inizio di gara: il team ha fatto un'ottima scelta di strategia all'inizio, che ci ha messo in una posizione ottima".

"Josh ha fatto un ottimo lavoro con un triplo stint, stavamo controllando la gara e lui stava arrivando verso la fine del turno quando la telecamera di bordo ha spento l'impianto elettrico dell'auto. È davvero difficile da accettare, perché è fuori dal nostro controllo, quindi siamo tutti molto dispiaciuti. Ma dobbiamo guardare agli aspetti positivi, e cioè alle prestazioni che abbiamo dimostrato in questo fine settimana".

Deluso pure Blomqvist, che nemmeno ha fatto a tempo a salire in vettura: "Sono davvero dispiaciuto per la squadra: tutto l'equipaggio della #23 ha fatto un lavoro assolutamente fantastico. Eravamo comodamente in testa, avevamo un'ottima strategia. Josh ha fatto un lavoro straordinario per allungare il nostro vantaggio: stava per finire e io stavo per entrare".

"E' andata così... un vero colpo al cuore e fa male. Mi dispiace per tutti, per Josh e Olly, per tutto l'equipaggio, dopo aver fatto un lavoro fantastico. Siamo qui da quasi 10 giorni e finire in questo modo è davvero difficile da sopportare".

#22 United Autosports Oreca 07 - Gibson: Frederick Lubin, Philip Hanson, Filipe Albuquerque

#22 United Autosports Oreca 07 - Gibson: Frederick Lubin, Philip Hanson, Filipe Albuquerque

Photo by: JEP / Motorsport Images

Il weekend è stato reso meno amaro dal secondo posto ottenuto dalla #22 di Phil Hanson/Frederick Lubin/Filipe Albuquerque ottenuto in extremis quando la Prema Racing ha fermato per un rabbocco finale la #63 con cui in quel momento stava conducendo davanti alla Jota #48, la quale ha poi vinto la gara in categoria in attesa di passare alla Classe Hypercar quando avrà la Porsche 963 LMDh disponibile.

"Sono felicissimo, abbiamo ottenuto il massimo dei punti in gara se consideriamo che la #48 di Jota non le farà tutte quest'anno in LMP2, dunque è incredibile, visto l'errore commesso da Freddie all'inizio - ha sottolineato Hanson - Oggi eravamo a 5" dalla vittoria, ma abbiamo perso un giro, quindi il ritmo c'era: la macchina era fantastica e la squadra ha fatto un ottimo lavoro. Stavamo volando, siamo riusciti a recuperare un giro e arrivare secondi è un risultato straordinario. Sono stato molto contento delle mie prestazioni nelle prime fasi e le battaglie in pista nell'ultima parte della gara sono state fantastiche".

Albuquerque aggiunge: "E' stata una partenza davvero difficile con un errore di Freddie al box... è la sua prima gara nel WEC, quindi ci sta. Conta però il modo in cui abbiamo recuperato affrontando la situazione. La #23 ha letteralmente dominato la gara, ma sfortunatamente è accaduto qualcosa di veramente insolito con la rottura di una telecamera. Poi abbiamo lottato, mettendo tutti al limite perché abbiamo rimontato senza aiuti di Safety Car, ma con un gran ritmo. La macchina è stata semplicemente brillante, avrebbe dovuto essere entrambi sul podio in doppietta, ma siamo in testa al campionato perché la macchina che ha vinto non è iscritta a tutta la stagione LMP2. Quindi alla fine dobbiamo essere davvero orgogliosi di quello che abbiamo fatto e felici del risultato ottenuto".

Lubin chiosa: "Sono molto contento per la squadra: un lavoro incredibile. Voglio cogliere l'occasione per scusarmi: ho fatto un giro in meno alla partenza, commettendo un errore enorme. Ma la squadra è stata fenomenale, la strategia per riportarci dove siamo è stata pazzesca. Sono incredibilmente fortunato ad avere compagni di squadra come Phil e Filipe; sono stati loro a riportarci nella lotta alla fine. Un grande risultato, il secondo posto e la vetta del campionato perché la macchina vincente non è stata iscritta alla stagione intera. Continueremo a tenere la testa alta e a guardare avanti alla prossima gara".

Leggi anche:

Be part of Motorsport community

Join the conversation
Articolo precedente Fotogallery WEC | Il primo podio della 499P nel dominio Toyota
Articolo successivo WEC | Peugeot, adesso i dubbi aumentano e gli alibi finiscono

Top Comments

Non ci sono ancora commenti. Perché non ne scrivi uno?

Sign up for free

  • Get quick access to your favorite articles

  • Manage alerts on breaking news and favorite drivers

  • Make your voice heard with article commenting.

Motorsport prime

Discover premium content
Iscriviti

Edizione

Svizzera