WEC: in Bahrain non c'è Cool Racing, cambi in Dempsey-Proton

Il team svizzero di LMP2 rinuncia alla gara finale di Sakhir. La Ferrari conferma per ora i suoi piloti, sulle Porsche di LMGTE Am ci sono delle novità.

condividi
commenti
WEC: in Bahrain non c'è Cool Racing, cambi in Dempsey-Proton

Saranno 24 le vetture in pista per la 8h del Bahrain, ultimo round del FIA World Endurance Championship che andrà in scena la prossima settimana.

Secondo l'ultima lista pubblicata, a Sakhir vedremo le due Toyota a contendersi il titolo LMP1, più 6 LMP2, 6 GTE della Classe Pro e 10 della categoria Am.

Tralasciando gli ormai noti equipaggi delle TS050 Hybrid #7 e #8, i cambiamenti dell'ultimo minuto riguardano soprattutto le altre squadre, cominciando da quelle di LMP2 dove la Cool Racing ha preferito rinunciare all'impegno tenendo a casa il trio formato da Nicolas Lapierre, Antonin Borga ed Alexandre Coigny, dunque lasciando anche perdere la possibilità di vedere arrivare seconda in campionato la sua Oreca #42.

Confermate invece le iscrizioni di United Autosports, Racing Team Nederland, Signatech Alpine ELF, Jackie Chan DC Racing, Jota Sport e il terzetto tricolore della Cetilar Racing, ossia Roberto Lacorte, Andrea Belicchi e Giorgio Sernagiotto, che condurrà la Dallara P217-Gibson #47.

Importanti anche i nomi dei concorrenti che dovranno dare l'assalto alla Classe LMGTE Pro. Tagliate fuori dalla lotta per l'iride le Porsche #91 e #92, per ora abbiamo la conferma che James Calado ed Alessandro Pier Guidi saliranno a bordo della Ferrari #51 di AF Corse, così come i loro colleghi Davide Rigon e Miguel Molina faranno con la #71.

Un fatto non scontato perché se è vero che le due 488 dovranno cercare di fare lo sgambetto alle Aston Martin #95 e #97 prima e seconda in campionato (cosa comunque non facilissima), c'è da considerare anche che nello stesso fine settimana altre Ferrari daranno la caccia al successo pure in IMSA (alla 12h di Sebring) e nel GT World Challenge Europe (Endurance Cup al Paul Ricard). Una scelta che quindi dovrà essere fatta molto attentamente riguardo i piloti e i loro impegni alla luce delle rispettive situazioni in classifica.

In Classe LMGTE Am, come noto il Team Project 1 ha chiamato Jörg Bergmeister a prendere il posto di Matteo Cairoli (che vira appunto sul GTWCE) sulla 911 #56, ma questa non è l'unica novità della entry-list.

Anche la Dempsey-Proton Racing ha rivisto gli equipaggi delle sue RSR: sulla #77 Dennis Olsen sostituisce Matt Campbell, mentre sulla #88 sono stati chiamati per il momento Khaled Al Qubaisi e Marco Holzer, in attesa di capire chi sarà il loro collega.

Infine la Gulf Racing sostituisce Andrew Watson col neo-Campione ELMS Alessio Picariello a bordo della Porsche #86.

FIA WEC - 8h del Bahrain: Entry List

WEC: in Bahrain c'è Bergmeister, Cairoli corre nel GTWC

Articolo precedente

WEC: in Bahrain c'è Bergmeister, Cairoli corre nel GTWC

Articolo successivo

Pera: "Podio all'esordio a Le Mans emozione unica"

Pera: "Podio all'esordio a Le Mans emozione unica"
Carica i commenti

Su questo articolo

Serie WEC
Evento 8h del Bahrain
Autore Francesco Corghi