WEC
08 nov
-
10 nov
Evento concluso
30 gen
-
01 feb
Prossimo evento tra
50 giorni
18 mar
-
20 mar
Prossimo evento tra
98 giorni
G
Spa-Francorchamps
23 apr
-
25 apr
Prossimo evento tra
134 giorni

Fuji, Qualifiche: Hartley, una pole per festeggiare l'ingresso in F.1

condividi
commenti
Fuji, Qualifiche: Hartley, una pole per festeggiare l'ingresso in F.1
Di:
14 ott 2017, 06:45

Strepitoso tempo del neozelandese che assieme a Earl Bamber partirà davanti ai compagni Nick Tandy e Andé Lotterer con la seconda Porsche 919 Hybrid. Buona anche la prova della Toyota di Sébastien Buemi, terzo

Brendon Hartley ha festeggiato nel migliore dei modi il suo ingresso in Formula 1 andando a conquistare il miglior tempo assoluto nelle qualifiche della 6 Ore del Fuji. Il neozelandese al volante della Porsche 919 Hybrid con 1'35"096 è stato il più veloce tra tutti e grazie anche all'ottimo rilievo ottenuto dal suo compagno Earl Bamber, 1'35"225 è andato a guadagnare un altro punto molto importante per la classifica iridata riservata ai piloti che già al Fuji potrebbe regalare ai due connazionali e a Timo Bernhard il titolo mondiale . Dietro la coppia della 919 Hybrid numero 2 si sono piazzati Nick Tandy e André Lotterer, mentre la migliore Toyota TS050 è stata quella di Sébastien Buemi e di Kazuki Nakajima. Lo svizzero si è lamentato della mancanza di grip soprattutto nella seconda parte della pista giapponese ed ha trovato una LMP2 del DC Racing all'ingresso del tornante in salita mentre stava segnando intermedi da primato.

Sono state qualifiche condizionate dalla nebbia prima, quando erano in pista le GTE, e da una leggera pioggerellina poi con temperature che non hanno mai superato i 17 gradi. Per tutti si è rivelata fondamentale la scelta delle gomme- in LMP2 si è passati dalle intermedie a quelle da pioggia-, anche in prospettiva della corsa di domani quando la situazione sarà ben peggiore.

Le Porsche 919 hanno ancora una volta confermato la bontà della configurazione ad alto carico aerodinamico. Sulla vettura numero 1, nel cambio tra Nick Tandy e André Lotterer, è stato anche sostituito il cofano posteriore proprio per cercare una maggiore deportanza su una pista molto scivolosa.

La supremazia delle 919 Hybrid non è stata mai messa in discussione, pur se la Toyota è rimasta vicina ai tempi delle avversarie. La gara  si presenta molto incerta e sarà fondamentale la strategia in materia di pneumatici con le tre opzioni offerte dalla Michelin, bagnato, full wet e ibrido.

In LMP2 il miglior tempo è stato fatto segnare dall'Oreca del Vaillante-Rebellion di Piquet Junior e Heinemeier Hansson davanti ai compagni di squadra Bruno Senna e Julien Canal. Terzi i leader del mondiale Thomas Laurent e Ho Pin Tung, con Oliver Jarvis lasciato ai box.

Dominio Porsche anche in GTE PRO

Bella la lotta per la pole position in GTE PRO. Alla fine l'ha spuntata la Porsche RSR di Freddy Makowiecki e di  Richard Lietz che di fatto hanno ottenuto tempi vicinissimi l'uno all'altro: 1'47"573 per il francese e 1'47"581 per l'austriaco, quando le condizioni della pista stavano peggiorando. Dietro di loro le due Ford GT di Priaulx-Tincknell e di Mücke-Pla mentre in chiaroscuro sono da vedere le prestazioni delle Ferrari 488. C'è voluto un giro magnifico di Sam Bird proprio nel finale per assicurare all'AF Corse un quarto posto che per lungo tempo era apparso un miraggio. Le due GT italiane, infatti, chiudevano a dieci minuti dalla conclusione la graduatoria dei tempi per la difficoltà a scaldare le gomme e ad avere un grip decoroso.

C'è stata poi la mossa, rivelatasi sbagliata, di tentare anche la strada delle gomme intermedie con James Calado che ha abortito il proprio primo giro per rientrare ai box e ritornare alle coperture da bagnato. Con il quarto posto di Bird-Rigon e il settimo, il penultimo, di Calado-Pier Guidi la strada della Ferrari al Fuji sembra essere in salita. Ma attenzione la vettura sul bagnato nelle prove libere era andata benissimo, ragion per cui è molto probabile che in corsa la situazione possa cambiare.  I favori del pronostico, però, sono tutti dalla parte delle Porsche RSR. Senza due errori macroscopici di Michael Christensen, infatti, anche la seconda vettura tedesca avrebbe potuto lottare per la pole position.

In leggera crisi, invece, sono apparse le Aston Martin Vantage. I soliti Sorensen-Thiim hanno salvato la baracca, finendo al sesto posto e probabilmente la scarsa adattabilità delle gomme Dunlop alle condizioni meteo e alle basse temperature ha influito e non poco sulla prestazione deficitaria delle vetture britanniche.

In GTE AM Matteo Cairoli, con 1'48"557, è stato il più veloce di tutti ma per la media dei crono partirà dalla seconda posizione dietro alla Ferrari 488 di Monk-Griffin-Sawa e davanti ai rivali in classifica iridata Lamy-Lauda-Dalla Lana.

Prototipi

Cla#PilotiAutoClassGiriTempoGapDistaccokm/h
1 2 germany Timo Bernhard
new_zealand Brendon Hartley
new_zealand Earl Bamber
Porsche 919 Hybrid LMP1 2 1'35.160     172.622
2 1 germany André Lotterer
switzerland Neel Jani
united_kingdom Nick Tandy
Porsche 919 Hybrid LMP1 2 1'35.231 0.071 0.071 172.494
3 8 united_kingdom Anthony Davidson
japan Kazuki Nakajima
switzerland Sébastien Buemi
Toyota TS050 Hybrid LMP1 2 1'35.355 0.195 0.124 172.269
4 7 japan Kamui Kobayashi
united_kingdom Mike Conway
argentina José María López
Toyota TS050 Hybrid LMP1 2 1'36.630 1.470 1.275 169.996
5 13 brazil Nelson Piquet Jr.
denmark David Heinemeier Hansson
switzerland Mathias Beche
Oreca 07 LMP2 2 1'44.196 9.036 7.566 157.652
6 31 brazil Bruno Senna
france Julien Canal
france Nicolas Prost
Oreca 07 LMP2 2 1'44.925 9.765 0.729 156.557
7 38 united_kingdom Oliver Jarvis
china Ho-Pin Tung
france Thomas Laurent
Oreca 07 LMP2 2 1'45.078 9.918 0.153 156.329
8 36 france Nicolas Lapierre
brazil André Negrao
united_states Gustavo Menezes
Alpine A470 LMP2 2 1'45.927 10.767 0.849 155.076
9 37 china David Cheng
france Tristan Gommendy
united_kingdom Alex Brundle
Oreca 07 LMP2 2 1'46.109 10.949 0.182 154.810
10 26 russia Roman Rusinov
france Pierre Thiriet
united_kingdom James Rossiter
Oreca 07 LMP2 2 1'46.205 11.045 0.096 154.670
11 25 russia Vitaly Petrov
switzerland Simon Trummer
mexico Roberto Gonzalez
Oreca 07 LMP2 2 1'47.354 12.194 1.149 153.015
12 24 france Jean-Éric Vergne
united_kingdom Ben Hanley
united_kingdom Matt Rao
Oreca 07 LMP2 2 1'47.411 12.251 0.057 152.934
13 28 france François Perrodo
france Emmanuel Collard
france Matthieu Vaxivière
Oreca 07 LMP2 2 1'47.989 12.829 0.578 152.115

GTE

Cla#PilotiAutoClassGiriTime1Time2Avg TimeGapDistaccokm/h
1 91 austria Richard Lietz
france Frédéric Makowiecki
Porsche 911 RSR LMGTE PRO 2 1'47.573 1'47.581 1'47.577     152.698
2 67 united_kingdom Harry Tincknell
guernsey Andy Priaulx
Ford GT LMGTE PRO 2 1'48.192 1'47.845 1'48.018 0.441 0.441 152.074
3 66 germany Stefan Mücke
france Olivier Pla
Ford GT LMGTE PRO 2 1'48.067 1'48.212 1'48.139 0.562 0.121 151.904
4 71 united_kingdom Sam Bird
italy Davide Rigon
Ferrari 488 GTE LMGTE PRO 2 1'48.719 1'47.671 1'48.195 0.618 0.056 151.825
5 92 denmark Michael Christensen
france Kevin Estre
Porsche 911 RSR LMGTE PRO 2 1'48.467 1'48.063 1'48.265 0.688 0.070 151.727
6 95 denmark Marco Sorensen
denmark Nicki Thiim
Aston Martin Vantage LMGTE PRO 2 1'48.371 1'48.786 1'48.578 1.001 0.313 151.290
7 51 united_kingdom James Calado
italy Alessandro Pier Guidi
Ferrari 488 GTE LMGTE PRO 2 1'48.861 1'48.544 1'48.702 1.125 0.124 151.117
8 97 united_kingdom Darren Turner
united_kingdom Jonathan Adam
Aston Martin Vantage LMGTE PRO 2 1'48.703 1'49.548 1'49.125 1.548 0.423 150.531
9 61 ireland Matt Griffin
malaysia Mok Weng Sun
japan Keita Sawa
Ferrari 488 GTE LMGTE AM 2 1'49.121 1'49.695 1'49.408 1.831 0.283 150.142
10 77 germany Christian Ried
italy Matteo Cairoli
germany Marvin Dienst
Porsche 911 RSR (991) LMGTE AM 2 1'50.912 1'48.557 1'49.734 2.157 0.326 149.696
11 98 portugal Pedro Lamy
canada Paul Dalla Lana
austria Mathias Lauda
Aston Martin Vantage V8 LMGTE AM 2 1'49.127 1'50.441 1'49.784 2.207 0.050 149.628
12 86 united_states Mike Hedlund
united_kingdom Ben Barker
Nick Foster
Porsche 911 RSR (991) LMGTE AM 2 1'49.229 1'50.503 1'49.866 2.289 0.082 149.516
13 54 italy Francesco Castellacci
spain Miguel Molina
switzerland Thomas Flohr
Ferrari 488 GTE LMGTE AM 2 1'50.682 1'50.912 1'50.797 3.220 0.931 148.260

 

Articolo successivo
Fuji, Libere 3: Sébastien Buemi porta in vetta la Toyota

Articolo precedente

Fuji, Libere 3: Sébastien Buemi porta in vetta la Toyota

Articolo successivo

Hartley: "Attenzione alla Toyota. Buemi poteva essere in pole"

Hartley: "Attenzione alla Toyota. Buemi poteva essere in pole"
Carica i commenti