Sign up for free

  • Get quick access to your favorite articles

  • Manage alerts on breaking news and favorite drivers

  • Make your voice heard with article commenting.

Motorsport prime

Discover premium content
Iscriviti

Edizione

Svizzera

WEC | Ferrari spreca e Toyota vince la 6h di Imola, Rossi a podio

Le 499P buttano via tutto sbagliando al pit-stop con la pioggia, trionfa la GR010 #7 dvanti alle Porsche, un Fuoco commovente riesce a portare a casa il 4° posto. La Ferrari di AF Corse vince tra i privati, in LMGT3 doppietta BMW-WRT con Valentino secondo.

#7 Toyota Gazoo Racing Toyota GR010 - Hybrid: Mike Conway, Kamui Kobayashi, Nyck de Vries

Foto di: Paolo Belletti

La Toyota vince ancora una volta in Italia, ma stavolta la Ferrari deve cospargersi il capo di cenere per non aver concretizzato la sua competitività in una 6 Ore di Imola davvero incerta fino alla fine.

Il secondo round stagionale del FIA World Endurance Championship si è risolto solamente nelle ultime battute e registra anche il successo della BMW di WRT in Classe LMGT3 con il primo podio conquistato da Valentino Rossi.

HYPERCAR: Toyota batte le Porsche

E' la Toyota a festeggiare sul terreeno di casa della Ferrari e il rammarico di Maranello sta tutto nella scelta di ritardare il cambio gomme quando la pioggia ha raggiunto l'Enzo e Dino Ferrari alla 4a ora di gara.

Il tempo perso dalle 499P sulle slick è stato colto perfettamente dai giapponesi come palla al balzo per passare al comando con le Michelin scanale e Kobayashi/Conway/De Vries centrano il primo successo stagionale con la loro #7 combattendo strenuamente contro le Porsche.

Anche le 963 ufficiali del Team Penske hanno effettuato la sosta nel momento giusto ed Estre/Lotterer/Vanthoor concludono secondi con la #6, in scia alla Toyota fino alla fine, ma con 5" da scontare come penalità alla fine per un sorpasso effettuato in regime di Safety Car.

Il podio viene completato dalla #5 dei loro compagni Christensen/Makowiecki/Campbell, mentre a Maranello non basta uno sforzo commovente nel finale di Antonio Fuoco per riconquistare almeno la Top3; la 499P #50 condivisa anche da Molina/Nielsen giunge quarta, col calabrese sbarazzatosi nel finale della Toyota #8 di Buemi/Hartley/Hirakawa, più in ombra rispetto ai colleghi vincitori.

Una bella prova la completa la BMW #20 di Van Der Linde/Frijns/Rast, a tratti in lizza per il podio e poi scesa di un paio di posizioni nel finale con pista asciutta, seguita dalle Ferrari di Pier Guidi/Calado/Giovinazzi (#51) e Ye/Kubica/Shwartzman, questi ultimi ottavi e vincitori della categoria dei team privati con la loro #83 gialla preparata da AF Corse.

A punti vanno anche la rinnovata Peugeot 9X8 #93 di Vergne/Muller/Jensen nonostante un sudore freddo per un problemino al cambio, e la Cadillac di Lynn/Bamber, decisamente in ombra rispetto ad altre uscite.

Restano fuori dai primi dieci le Porsche di Jota, comunque sul podio dei team Hypercar privati con Button/Hanson/Rasmussen (#38) e Nato/Stevens/Ilott (#12), tagliando il traguardo in 11a e 14a posizione.

In mezzo a loro ci sono la Lamborghini SC63 della Iron Lynx che con Kvyat/Bortolotti/Mortara porta a termine la gara e a casa altri dati che torneranno utili in futuro, e la Alpine #35 di Gounon/Milesi/Chatin, salvatasi da un'uscita alle 'Acque Minerali' nel corso della 5a ora.

Peugeot #94 e Alpine #36 concludono dietro, mentre la Isotta Fraschini riesce a vedere la bandiera a scacchi nonostante le sofferenze nel passo e qualche errore di troppo commesso nell'arco della gara.

Va infine K.O. la Porsche #99 di Proton Competition.

#46 Team WRT BMW M4 LMGT3: Ahmad Al Harthy, Valentino Rossi, Maxime Martin

#46 Team WRT BMW M4 LMGT3: Ahmad Al Harthy, Valentino Rossi, Maxime Martin

Foto di: Paolo Belletti

LMGT3: BMW-WRT domina con gioia per Valentino

In Classe LMGT3 il Team WRT piazza la doppietta con le sue BMW, come spesso accade mettendo in mostra la sua bravura nel gestire al meglio le situazioni delicate.

A vincere è la M4 #31 di Leung/Gelael/Farfus grazie soprattutto al grande turno di guida del brasiliano, che è riuscito a superare la gemella #46 condotta su asfalto bagnato/umido da Maxime Martin e tenendoselo dietro, fino a quando non è arrivato un Drive Through da scontare per una infrazione commessa in regime di Virtual Safety Car.

Il grande margine guadagnato ha comunque consentito al belga di salire sul podio, il primo assieme a Valentino Rossi e Ahmad Al Harthy nella serie, con terza la Porsche #92 di Manthey Pure Rxcing nelle mani di Malykhin/Sturm/Bachler che ha da recriminare non poco, specialmente per la sosta in più effettuata per far completare il tempo di guida minimo al russo.

Una buona prova la porta a casa la Ferrari 296 #55 griffata Vista AF Corse che Rovera/Mann/Heriau mettono quarta grazie ai sorpassi finali del solito scatenato varesino ai danni della Aston Martin #27 di Heart Of Racing del trio Riberas/Mancinelli/James e della McLaren #95 di United Autosports nelle mani di Sato/Pino/Caygill.

Dietro troviamo le Corvette #82 di Juncadella/Baud/Koizumi e #81 di Eastwood/Andrade/Van Rompuy, rispettivamente settima ed ottava.

Primi punti per la Proton Competition grazie al nono posto di Barker/Robichon/Harwick sulla Ford Mustang #77, la Top10 viene completata dalla Aston Martin #777 di Sorensen/Mateu/Bastard (D'Station Racing).

Rimangono a mani vuote le Lexus di Akkodis-ASP e le Lamborghini di Iron Lynx-Iron Dames, con le ragazze messe KO da un incidente al via.

In Top10 ci sono pure le McLaren di United Autosports, con la #95 ottava e la #59 decima, inframezzate dalla Ford Mustang #77 di Proton Competition.

Be part of Motorsport community

Join the conversation
Articolo precedente WEC | Imola, 4a Ora: è Toyota vs Ferrari tra pioggia e Safety Car
Articolo successivo WEC | Ferrari, suicidio del muretto per previsioni meteo sbagliate

Top Comments

Non ci sono ancora commenti. Perché non ne scrivi uno?

Sign up for free

  • Get quick access to your favorite articles

  • Manage alerts on breaking news and favorite drivers

  • Make your voice heard with article commenting.

Motorsport prime

Discover premium content
Iscriviti

Edizione

Svizzera