WEC: doppiette Toyota, Ferrari e Jota alla 8h di Portimao

La GR010 Hypercar #8 supera nel finale la #7 e trionfa, con la Alpine terza. Glickenhaus al traguardo, in LMP2 Da Costa beffa Blomqvist. AF Corse regina in LMGTE Pro con #51 e #52, Cetilar Racing super in Am.

WEC: doppiette Toyota, Ferrari e Jota alla 8h di Portimao

La Toyota ha conquistato il suo secondo successo della nuova era Hypercar aggiudicandosi la 8h di Portimão, secondo round del FIA World Endurance Championship 2021.

All'Algarve sono anche Jota Sport e Ferrari a centrare i primi gradini del podio, rispettivamente nelle categorie LMP2 e LMGTE, con tante emozioni e colpi di scena che hanno messo in bilico ogni risultato fino alla bandiera a scacchi.

HYPERCAR: bis giapponese con doppietta

La Pole Position ottenuta dalla Alpine in Qualifica ha consentito alla A480-Gibson #36 gestita dal Team Signatech di tenere il comando delle operazioni nelle prime ore, ma l'avvicendamento al vertice era annunciato ed è arrivato puntuale alla 4a ora.

André Negrão/Matthieu Vaxivière/Nicolas Lapierre ce l'hanno messa tutta per resistere alle GR010 Hybrid, ma con il serbatoio più piccolo sapevano di doversi fermare almeno una volta in più rispetto ai rivali nipponici, che naturalmente hanno piazzato la zampata quando la possibilità si è presentata davanti a loro.

Nemmeno un ingresso della Safety Car ha negato a Sébastien Buemi/Kazuki Nakajima/Brendon Hartley di trionfare con la Toyota #8, beneficiando anche del fatto che la #7 di Kamui Kobayashi/Mike Conway/José María López per due volte si è fatta da parte, obbedendo agli ordini di scuderia e portando a casa la prima doppietta della storia di questo nuovo mezzo nel giorno della 100a gara fra i prototipi.

La Alpine fa quello che doveva fare, ossia spingere a testa bassa e cercare di mettere i bastoni tra le ruote alle Toyota (da applausi i sorpassi di Lapierre sulle GR010 dopo la SC, nonostante si dovesse fermare di lì a poco). La scuderia francese si accontenta di un podio che è sicuramente utile, anche perché non ha avuto alcun problema tecnico o avversari che potessero impensierirla.

Da questo punto di vista, si conclude con un prevedibile quarto posto nella Classe Hypercar l'esordio della Glickenhaus. Attardata da un incidente nella seconda ora che l'ha costretta ai box per diversi giri, la 007 LMH #709 di Richard Westbrook/Ryan Briscoe/Romain Dumas è riuscita a portare a termine l'evento piazzandosi 30a assoluta.

Non si poteva pretendere più di tanto da una macchina che non ha certo goduto di ampio budget e tempo per lo sviluppo - come ad esempio la Toyota - ma il lavoro principale era raccogliere dati in condizioni di gara, cosa che alla fine è stata fatta e che tornerà senz'altro utile nelle prossime uscite, quando ci sarà anche la #708.

Leggi anche:

#709 Glickenhaus Racing Glickenhaus 007 LMH: Ryan Briscoe, Romain Dumas, Richard Westbrook

#709 Glickenhaus Racing Glickenhaus 007 LMH: Ryan Briscoe, Romain Dumas, Richard Westbrook

Photo by: JEP / Motorsport Images

LMP2: Jota beffa WRT e United Autosports

Nonostante la collisione iniziale fra le sue due Oreca 07-Gibson, la Jota Sport sigla la doppietta in LMP2 con arrivo in volata che premia la #38 di António Félix Da Costa/Roberto Gonzalez/Anthony Davidson davanti alla #28 di Tom Blomqvist/Sean Gelael/Stoffel Vandoorne. Da Costa ha superato Blomqvist a 3' dal termine, spinto dalla voglia di fare festa nella sua gara di casa.

Al vertice si erano alternate anche le Oreca di United Autosports (#22 Paul Di Resta/Phil Hanson/Wayne Boyd) e Team WRT (#31 Ferdinand Habsburg/Charles Milesi/Robin Frijns), che però alla fine si ritrovano con un terzo e quarto posto piuttosto amari se si pensa a quello che potevano ottenere.

In Top5 troviamo anche la 07 #34 di Inter Europol Competition (Jakub Smiechovski/Alex Brundle/Louis Delétraz), davanti alla #1 di Richard Mille Racing (Sophia Floersch/Beitske Visser/Tatiana Calderon), con le ragazze che approfittano di un Full Course Yellow nel finale per fermarsi a rabboccare benzina senza perdere tempo e posizioni.

Alle loro spalle, completando la Top10 assoluta, c'è la Oreca del RealTeam Racing/TDS (#70 Esteban Garcia/Mathias Beche/Norman Nato), che va a vincere la categoria Pro-Am battendo le rivali di DragonSpeed (#21 Juan Pablo Montoya/Ben Hanley/Henrik Hedman) e soprattutto High Class Racing (#20 Jan Magnussen/Dennis Andersen/Anders Fjordbach), il cui problema tecnico a mezz'ora dalla fine ha causato il sopracitato FCY.

Il Racing Team Nederland (#29 Frits Van Eerd/Giedo Van Der Garde/Job Van Uitert) si deve invece accontentare della quarta posizione a seguito dei danni riportati in un contatto con la Ferrari di Alessandro Pier Guidi alla quarta ora.

#38 JOTA Oreca 07 - Gibson: Roberto Gonzalez, Antonio Felix Da Costa, Anthony Davidson

#38 JOTA Oreca 07 - Gibson: Roberto Gonzalez, Antonio Felix Da Costa, Anthony Davidson

Photo by: JEP / Motorsport Images

LMGTE: la Ferrari fa man bassa tra Pro e Am

In LMGTE Pro grande successo della AF Corse, grazie al trionfo della Ferrari 488 #51 di James Calado/Alessandro Pier Guidi. Saliti al comando già dopo un paio d'ore, la coppia ha sfruttato un'ottima strategia che l'ha messa in condizioni di staccare la Porsche 911 RSR-19 #92 di Michael Christensen/Kévin Estre/Neel Jani.

I loro compagni di squadra Miguel Molina/Daniel Serra, con la #52, si sono sbarazzati dell'altra Porsche, la #91 di Gimmi Bruni/Frédéric Makowiecki/Richard Lietz salendo terzi, poi approfittando di una diversa strategia hanno preso anche il secondo posto momentaneamente.

Un Full Course Yellow a 30' dal termine ha dato modo a Molina di fare l'ultimo rifornimento senza perdere nulla dalle Porsche, servendo così la doppietta alle vetture di Maranello davanti alle 911.

#51 AF Corse Ferrari 488 GTE EVO: Alessandro Pier Guidi, James Calado

#51 AF Corse Ferrari 488 GTE EVO: Alessandro Pier Guidi, James Calado

Photo by: JEP / Motorsport Images

In LMGTE Am tutto è rimasto in bilico fino alla fine. Si meritano applausi veri Giorgio Sernagiotto/Roberto Lacorte/Antonio Fuoco, che si meritano il primo successo di Cetilar Racing nel WEC e con la Ferrari 488 #47 gestita in collaborazione con AF Corse.

Il trio del team toscano non ha sbagliato nulla e ha tenuto a bada nel finale la Porsche #56 del Team Project 1 (Matteo Cairoli/Egidio Perfetti/Riccardo Pera), che era pure stata penalizzata per un contatto di Pera con la Oreca #70.

Il terzo posto va invece alla Ferrari #54 di AF Corse (Giancarlo Fisichella/Francesco Castellacci/Thomas Flohr), che ha la meglio della Aston Martin #98 di NorthWest AMR (Augusto Farfus/Marcos Gomes/Paul Dalla Lana).

Dietro alla Vantage si piazzano le Ferrari #57 di Kessel-CarGuy Racing (Takeshi Kimura/Scott Andrews/Mikkel Jensen), #60 (Claudio Schiavoni/Andrea Piccini/Matteo Cressoni) e #85 (Manuela Gostner/Michelle Gatting/Rahel Frey) griffate Iron Lynx/Iron Dames.

Completano la classifica la Aston Martin #33 di TF Sport (Ben Keating/Felipe Fraga/Dylan Pereira), le Porsche #86 di GR Racing (Tom Gamble/Michael Wainwright/Benjamin Barker) e #88 di Dempsey-Proton Racing (Julien Andlauer/Marco Seefried/Dominique Bastien), e la Ferrari #83 di AF Corse (François Perrodo/Nicklas Nielsen/Alessio Rovera).

#47 Cetilar Racing Ferrari 488 GTE EVO: Roberto Lacorte, Giorgio Sernagiotto, Antonio Fuoco

#47 Cetilar Racing Ferrari 488 GTE EVO: Roberto Lacorte, Giorgio Sernagiotto, Antonio Fuoco

Photo by: JEP / Motorsport Images

Cla # Piloti Auto Classe Giri Tempo Distacco Distacco Pit stop Ritirato Punti
1 8 Switzerland Sébastien Buemi
Japan Kazuki Nakajima
New Zealand Brendon Hartley
Toyota GR010 - Hybrid HYPERCAR 300 8:00'15.414 7
2 7 United Kingdom Mike Conway
Japan Kamui Kobayashi
Argentina José María López
Toyota GR010 - Hybrid HYPERCAR 300 8:00'17.214 1.800 1.800 8
3 36 Brazil André Negrao
France Nicolas Lapierre
France Matthieu Vaxivière
Alpine A480 HYPERCAR 300 8:01'24.011 1'08.597 1'06.797 9
4 38 Mexico Roberto Gonzalez
Portugal António Félix Da Costa
United Kingdom Anthony Davidson
Oreca 07 LMP2 296 8:01'16.228 4 Laps 4 Laps 9
5 28 Indonesia Sean Gelael
Belgium Stoffel Vandoorne
United Kingdom Tom Blomqvist
Oreca 07 LMP2 296 8:01'20.917 4 Laps 4.689 9
6 22 United Kingdom Philip Hanson
United Kingdom Wayne Boyd
United Kingdom Paul di Resta
Oreca 07 LMP2 295 8:00'21.890 5 Laps 1 Lap 10
7 31 Netherlands Robin Frijns
Austria Ferdinand Habsburg-Lothringen
France Charles Milesi
Oreca 07 LMP2 295 8:00'52.085 5 Laps 30.195 11
8 34 Poland Jakub Smiechowski
Switzerland Louis Délétraz
United Kingdom Alex Brundle
Oreca 07 LMP2 293 8:00'29.186 7 Laps 2 Laps 9
9 1 Colombia Tatiana Calderón
Germany Sophia Floersch
Netherlands Beitske Visser
Oreca 07 LMP2 290 8:00'28.349 10 Laps 3 Laps 10
10 70 Switzerland Esteban Garcia
Switzerland Mathias Beche
France Norman Nato
Oreca 07 LMP2 290 8:01'06.800 10 Laps 38.451 10
11 21 Sweden Henrik Hedman
Colombia Juan Pablo Montoya
United Kingdom Ben Hanley
Oreca 07 LMP2 288 8:01'35.919 12 Laps 2 Laps 12
12 20 Denmark Jan Magnussen
Denmark Anders Fjordbach
Denmark Dennis Andersen
Oreca 07 LMP2 285 8:01'41.204 15 Laps 3 Laps 11
13 29 Netherlands Frits van Eerd
Netherlands Giedo van der Garde
Netherlands Job Van Uitert
Oreca 07 LMP2 280 8:00'52.926 20 Laps 5 Laps 9
14 51 Italy Alessandro Pier Guidi
United Kingdom James Calado
Ferrari 488 GTE EVO LMGTE PRO 279 8:00'44.728 21 Laps 1 Lap 6
15 52 Brazil Daniel Serra
Spain Miguel Molina
Ferrari 488 GTE EVO LMGTE PRO 279 8:01'09.794 21 Laps 25.066 7
16 92 France Kevin Estre
Switzerland Neel Jani
Denmark Michael Christensen
Porsche 911 RSR - 19 LMGTE PRO 279 8:01'29.771 21 Laps 19.977 7
17 91 Italy Gianmaria Bruni
Austria Richard Lietz
France Frédéric Makowiecki
Porsche 911 RSR - 19 LMGTE PRO 278 8:00'53.322 22 Laps 1 Lap 7
18 47 Italy Roberto Lacorte
Italy Giorgio Sernagiotto
Italy Antonio Fuoco
Ferrari 488 GTE EVO LMGTE AM 274 8:00'21.640 26 Laps 4 Laps 7
19 56 Norway Egidio Perfetti
Italy Matteo Cairoli
Italy Riccardo Pera
Porsche 911 RSR - 19 LMGTE AM 274 8:00'27.470 26 Laps 5.830 7
20 54 Switzerland Thomas Flohr
Italy Francesco Castellacci
Italy Giancarlo Fisichella
Ferrari 488 GTE EVO LMGTE AM 274 8:01'12.873 26 Laps 45.403 8
21 98 Canada Paul Dalla Lana
Brazil Augusto Farfus
Brazil Marcos Gomes
Aston Martin Vantage AMR LMGTE AM 274 8:01'40.360 26 Laps 27.487 7
22 57 Takeshi Kimura
Denmark Mikkel Jensen
Australia Scott Andrews
Ferrari 488 GTE EVO LMGTE AM 274 8:01'54.470 26 Laps 14.110 8
23 60 Italy Claudio Schiavoni
Italy Andrea Piccini
Italy Matteo Cressoni
Ferrari 488 GTE EVO LMGTE AM 273 8:00'26.271 27 Laps 1 Lap 7
24 85 Switzerland Rahel Frey
Denmark Michelle Gatting
Italy Manuela Gostner
Ferrari 488 GTE EVO LMGTE AM 273 8:01'39.125 27 Laps 1'12.854 8
25 33 United States Ben Keating
Dylan Pereira
Brazil Felipe Fraga
Aston Martin Vantage AMR LMGTE AM 272 8:00'58.435 28 Laps 1 Lap 9
26 86 United Kingdom Michael Wainwright
United Kingdom Ben Barker
United Kingdom Tom Gamble
Porsche 911 RSR - 19 LMGTE AM 271 8:00'29.488 29 Laps 1 Lap 8
27 88 United States Dominique Bastien
Germany Marco Seefried
France Julien Andlauer
Porsche 911 RSR - 19 LMGTE AM 269 8:00'46.324 31 Laps 2 Laps 8
28 83 France François Perrodo
Denmark Nicklas Nielsen
Italy Alessio Rovera
Ferrari 488 GTE EVO LMGTE AM 267 8:00'46.023 33 Laps 2 Laps 8
29 44 Slovakia Miro Konopka
United Kingdom Oliver Webb
United Kingdom Tom Jackson
Ligier JSP 217 LMP2 261 8:01'07.754 39 Laps 6 Laps 9
30 709 Australia Ryan Briscoe
France Romain Dumas
United Kingdom Richard Westbrook
Glickenhaus 007 LMH HYPERCAR 246 8:00'18.660 54 Laps 15 Laps 9
77 Germany Christian Ried
Australia Jaxon Evans
Australia Matt Campbell
Porsche 911 RSR - 19 LMGTE AM 88 2:38'37.830 212 Laps 158 Laps 3 Ritirato
777 Japan Satoshi Hoshino
Japan Tomonobu Fujii
United Kingdom Andrew Watson
Aston Martin Vantage AMR LMGTE AM 69 2:02'10.649 231 Laps 19 Laps 3 Ritirato
condividi
commenti
WEC, Portimao, Libere 3: ancora United LMP2, bene la Glickenhaus
Articolo precedente

WEC, Portimao, Libere 3: ancora United LMP2, bene la Glickenhaus

Articolo successivo

Primo trionfo Cetilar, leader WEC GTE Am: "E' dura crederlo!"

Primo trionfo Cetilar, leader WEC GTE Am: "E' dura crederlo!"
Carica i commenti