WEC
22 feb
-
23 feb
Evento concluso
13 ago
-
15 ago
Prossimo evento tra
129 giorni

Silverstone, Libere 2: le Toyota volano; le Porsche si nascondono

condividi
commenti
Silverstone, Libere 2: le Toyota volano; le Porsche si nascondono
Di:
14 apr 2017, 18:38

Kazuki Nakajima e Kamui Kobayashi più rapidi di oltre 2" rispetto ai tempi ottenuti dalle vetture giapponesi nella corsa del 2016. Ma diversa è la tattica tra le due rivali: le 919 Hybrid non hanno dato l'impressione di voler forzare

#8 Toyota Gazoo Racing Toyota TS050 Hybrid: Anthony Davidson, Sébastien Buemi, Kazuki Nakajima
#8 Toyota Gazoo Racing Toyota TS050 Hybrid: Anthony Davidson, Sébastien Buemi, Kazuki Nakajima
#1 Porsche Team Porsche 919 Hybrid: Neel Jani, Andre Lotterer, Nick Tandy
#2 Porsche Team Porsche 919 Hybrid: Timo Bernhard, Earl Bamber, Brendon Hartley
#2 Porsche Team Porsche 919 Hybrid: Timo Bernhard, Earl Bamber, Brendon Hartley
#91 Porsche Team Porsche 911 RSR: Richard Lietz, Frédéric Makowiecki
#77 Dempsey Proton Competition Porsche 911 RSR: Christian Ried, Matteo Cairoli, Marvin Dienst
#1 Porsche Team Porsche 919 Hybrid: Neel Jani, Andre Lotterer, Nick Tandy, #2 Porsche Team Porsche 919 Hybrid: Timo Bernhard, Earl Bamber, Brendon Hartley
#8 Toyota Gazoo Racing Toyota TS050 Hybrid: Anthony Davidson, Sébastien Buemi, Kazuki Nakajima
#67 Ford Chip Ganassi Racing Ford GT: Andy Priaulx, Harry Tincknell, Pipo Derani
#7 Toyota Gazoo Racing Toyota TS050 Hybrid: Mike Conway, Kamui Kobayashi, Jose Maria Lopez
#1 Porsche Team Porsche 919 Hybrid: Neel Jani, Andre Lotterer, Nick Tandy

Ancora Toyota e soprattutto un vantaggio notevole da parte della TS050 nei confronti della Porsche 919 Hybrid: le seconde prove libere della 6 Ore di Silverstone hanno visto Kazuki Nakajima spingersi ben al di sotto della soglia del 1'40" e raggiungere 1'38"210, due decimi e trentaquattro più rapido del compagno di squadra Kamui Kobayashi. Le due vetture tedesche, invece, non sono riuscite a scendere sotto 1'40"500, ottenuto dalla vettura di Bernhard-Bamber-Hartley mentre quella di Tandy-Jani-Lotterer è rimasta ancora più distaccata, 1'41"201. Un divario molto pesantenon realistico, visto che pur con le differenze di carico aerodinamico le  Porsche 919 Hybrid mai hanno dato l'impressione di ricercare il tempo importante, preferendo proseguire il lavoro di messa a punto inanellando più tornate delle concorrenti. È facile pensare che nemmeno le qualifiche di domani pomeriggio possano mostrare i reali valori in campo. Sarà solo la corsa di domenica a far comprendere quale è il livello di prestazioni assolute raggiunto dalle due Case.

Toyota, in ogni caso, ha compiuto un oggettivo salto in avanti: Nakajima è stato più rapido di ben 2"4 del miglior tempo siglato l'anno scorso in gara da  Mike Conway, 1'40"657 mentre in Porsche fino ad ora nessuno è riuscito ad avvicinare l'1'39"655 con cui Hartley ottenne sempre in corsa nel 2016 il giro più veloce.  Ed appare molto strano che in Porsche quasi tutti fin dalla mattinata cercassero di mettere le mani avanti dicendo che con il basso carico aerodinamico ci sarebbero stati dei problemi. Solo pretattica?

Alex Lynn si prende il primato in LMP2

In LMP2 è proseguita la bella dimostrazione di forza delle Oreca che con il motore Gibson continuano a ottenere tempi sempre più interessanti. Alex Lynn, con l'esemplare della G-Drive, si è spinto a 1'44"874 davanti al campione uscente Nicolas Lapierre, protagonista di un testacoda ad inizio sessione, e a Mathias Beche che ha "limato" il tempo fatto registrare in mattinata di qualche decimo. Da segnalare che i primi due della LMP2 sono davanti alla CLM, LMP1 privata, di Rossiter.

È invece della Porsche 911 RSR di Kevin Estre la migliore prestazioni in GTE PRO: 1'57"765, meglio di quanto ottenuto dalla Ferrari di Bruni in gara nel 2016. Vicino alla vettura tedesca c'è ancora una volta l'Aston Martin Vantage, pilotata da Jonathan Adam che precede l'esemplare gemello di Nicki Thiim, le due Ford e la prima Ferrari 488 di James Calado. La vettura italiana con il pilota britannico ha infranto la barriera dei 2' ed è nello stesso secondo della Porsche di comando. In casa AF Corse però non si vedono volti preoccupati: tutte queste prove sono svolte in funzione della corsa e della gestione delle gomme. E sembra che le cose stiano funzionando sul fronte del degrado che è l'elemento che maggiormente preoccupava gli uomini di Maranello prima di giungere a Silverstone. Un'altra Porsche, la 991 RSR di Foster-Barker-Mainwright comanda tra le GTE AM davanti alla Ferrari 488 di Francesco Castellacci e alla Porsche di Matteo Cairoli.

Cla#PilotiAutoClasseGiriTempoGapDistaccokm/h
1 8 united_kingdom Anthony Davidson
japan Kazuki Nakajima
switzerland Sébastien Buemi
Toyota TS050 Hybrid LMP1 40 1'38.210     216.307
2 7 japan Kamui Kobayashi
united_kingdom Mike Conway
argentina José María López
Toyota TS050 Hybrid LMP1 37 1'38.444 0.234 0.234 215.793
3 2 germany Timo Bernhard
new_zealand Brendon Hartley
new_zealand Earl Bamber
Porsche 919 Hybrid LMP1 41 1'40.500 2.290 2.056 211.379
4 1 germany André Lotterer
switzerland Neel Jani
united_kingdom Nick Tandy
Porsche 919 Hybrid LMP1 48 1'41.201 2.991 0.701 209.914
5 26 russia Roman Rusinov
france Pierre Thiriet
united_kingdom Alex Lynn
Oreca 07 LMP2 41 1'44.874 6.664 3.673 202.563
6 36 france Nicolas Lapierre
united_states Gustavo Menezes
united_kingdom Matt Rao
Alpine A470 LMP2 32 1'45.006 6.796 0.132 202.308
7 4 united_kingdom Oliver Webb
austria Dominik Kraihamer
united_kingdom James Rossiter
ENSO CLM P1/01 LMP1 33 1'45.512 7.302 0.506 201.338
8 13 brazil Nelson Piquet Jr.
denmark David Heinemeier Hansson
switzerland Mathias Beche
Oreca 07 LMP2 29 1'45.622 7.412 0.110 201.128
9 37 china David Cheng
france Tristan Gommendy
united_kingdom Alex Brundle
Oreca 07 LMP2 39 1'45.907 7.697 0.285 200.587
10 28 france François Perrodo
france Emmanuel Collard
france Matthieu Vaxivière
Oreca 07 LMP2 37 1'46.585 8.375 0.678 199.311
11 31 brazil Bruno Senna
france Julien Canal
france Nicolas Prost
Oreca 07 LMP2 38 1'47.256 9.046 0.671 198.064
12 38 united_kingdom Oliver Jarvis
china Ho-Pin Tung
france Thomas Laurent
Oreca 07 LMP2 38 1'47.564 9.354 0.308 197.497
13 24 france Jean-Éric Vergne
switzerland Jonathan Hirschi
thailand Tor Graves
Oreca 07 LMP2 30 1'47.954 9.744 0.390 196.783
14 25 russia Vitaly Petrov
switzerland Simon Trummer
mexico Roberto Gonzalez
Oreca 07 LMP2 28 1'48.076 9.866 0.122 196.561
15 92 denmark Michael Christensen
france Kevin Estre
Porsche 911 RSR LMGTE PRO 39 1'57.765 19.555 9.689 180.389
16 97 united_kingdom Darren Turner
united_kingdom Jonathan Adam
brazil Daniel Serra
Aston Martin Vantage LMGTE PRO 39 1'57.957 19.747 0.192 180.096
17 95 denmark Marco Sorensen
denmark Nicki Thiim
new_zealand Richie Stanaway
Aston Martin Vantage LMGTE PRO 40 1'57.981 19.771 0.024 180.059
18 67 brazil Pipo Derani
united_kingdom Harry Tincknell
guernsey Andy Priaulx
Ford GT LMGTE PRO 40 1'58.114 19.904 0.133 179.856
19 66 germany Stefan Mücke
france Olivier Pla
united_states Billy Johnson
Ford GT LMGTE PRO 31 1'58.189 19.979 0.075 179.742
20 51 united_kingdom James Calado
italy Alessandro Pier Guidi
Ferrari 488 GTE LMGTE PRO 31 1'58.535 20.325 0.346 179.217
21 91 austria Richard Lietz
france Frédéric Makowiecki
Porsche 911 RSR LMGTE PRO 37 1'58.955 20.745 0.420 178.585
22 71 united_kingdom Sam Bird
italy Davide Rigon
Ferrari 488 GTE LMGTE PRO 32 1'59.815 21.605 0.860 177.303
23 86 united_kingdom Michael Wainwright
united_kingdom Ben Barker
Nick Foster
Porsche 911 RSR (991) LMGTE AM 32 1'59.991 21.781 0.176 177.043
24 54 italy Francesco Castellacci
spain Miguel Molina
switzerland Thomas Flohr
Ferrari 488 GTE LMGTE AM 38 2'00.380 22.170 0.389 176.471
25 77 germany Christian Ried
Matteo Cairoli
germany Marvin Dienst
Porsche 911 RSR (991) LMGTE AM 31 2'00.421 22.211 0.041 176.411
26 98 portugal Pedro Lamy
canada Paul Dalla Lana
austria Mathias Lauda
Aston Martin Vantage V8 LMGTE AM 38 2'00.437 22.227 0.016 176.387
27 61 ireland Matt Griffin
malaysia Mok Weng Sun
japan Keita Sawa
Ferrari 488 GTE LMGTE AM 35 2'00.509 22.299 0.072 176.282

 

Articolo successivo
Silverstone, Libere 1: il primo acuto è di Buemi e della Toyota

Articolo precedente

Silverstone, Libere 1: il primo acuto è di Buemi e della Toyota

Articolo successivo

Fotogallery: è scattata a Silverstone la stagione 2017 del WEC

Fotogallery: è scattata a Silverstone la stagione 2017 del WEC
Carica i commenti