Prologo, 4° Turno: oltre cento giri per le due Porsche 919

condividi
commenti
Prologo, 4° Turno: oltre cento giri per le due Porsche 919
Di:
2 apr 2017, 10:43

Ultima giornata dei test monzesi con il team di Weissach che ha provato in mattinata il long run con entrambe le vetture. Il miglior tempo è di Jani davanti a Hartley ma resiste il primato ottenuto ieri dalla Toyota di Mike Conway.

#7 Toyota Gazoo Racing Toyota TS050 Hybrid: Mike Conway, Kamui Kobayashi, Yuji Kunimoto
#28 TDS Racing Oreca 07 Gibson: François Perrodo, Matthieu Vaxivière, Emmanuel Collard
#1 Porsche Team Porsche 919 Hybrid: Neel Jani, Andre Lotterer, Nick Tandy
#1 Porsche Team Porsche 919 Hybrid: Neel Jani, Andre Lotterer, Nick Tandy
#28 TDS Racing Oreca 07 Gibson: François Perrodo, Matthieu Vaxivière, Emmanuel Collard
#91 Porsche Team Porsche 911 RSR: Richard Lietz, Frédéric Makowiecki, #92 Porsche Team Porsche 911 R

Seconda e ultima giornata del prologo WEC a Monza con Porsche e Toyota che finalmente hanno avuto a disposizione il tempo e le condizioni ideali per provare dei long run. 111 le tornate percorse dalla 919 Hybrid di Bernhard-Hartley-Bamber, 102 quelle della seconda vettura di Weissach di Jani-Lotterer-Tandy. Proprio Jani ha ottenuto il miglior tempo girando in 1'32"020 precedendo Hartley, sceso a 1'32"024. Non si tratta dei migliori rilievi cronometrici, il primato provvisorio resta quello ottenuto dalla Toyota TS050 Hybrid di Mike Conway, ottenuto nella seconda sessione di sabato con 1'31"332, ma c'è anche da rilevare che le due protagoniste della classe maggiore hanno cercato di percorrere il maggior numero possibile di giri per verificare l'usura delle gomme in vista della corsa di Silverstone.

Con temperature all'asfalto abbastanza basse-la sessione è partita con la pista umida- che successivamente si sono alzate sia Porsche sia Toyota non hanno palesato particolari problemi e come nella prima giornata sono state molto vicine l'una all'altra con i tempi. Dietro alle due 919 infatti si trovano le due TS050, distanziate di cinque decimi e con meno chilometri percorsi. L'impressione è che il confronto di questa stagione del WEC possa essere molto interessante con prestazioni equivalenti tra i due schieramenti che di sicuro a Monza non hanno voluto mostrare interamente il potenziale.

Dalla penultima sessione del prologo è giunta anche la conferma delle prestazioni delle LMP2. Le Oreca presenti-di fatto è un vero e proprio monomarca- continuano a scambiarsi le posizioni e a lambire la soglia del 1'36", con l'esemplare del TDS pilotato da Matthieu Vaxiviere davanti di quattro decimi, 1'36"078 a quello del compagno di squadra Rusinov e alla Rebellion di Beche.

In GTE PRO le due Porsche RSR continuano a dettare il ritmo. Christensen ed Estre hanno girato in '147"507 di poco davanti a Lietz-Makowiecki e alle due Ford. Nel pomeriggio, tempo permettendo, dovrebbero puntare al tempo record, cosa che sembra non interessare le due Ferrari 488 GTE che si stanno nascondendo anche perché la maggior parte dei test utili ai fini del campionato sono già stati svolti nel corso dell'inverno. Ottimo infine la perfomance della Ferradi Molina-Castellacci-Flohr tra le GTE AM. La loro vettura è stata l'unica che ha infranto la barriera del 1'50", in una sottoclasse anch'essa molto equilibrata.

Prologo, 3° Turno: Jani prima del grande diluvio

Articolo precedente

Prologo, 3° Turno: Jani prima del grande diluvio

Articolo successivo

Lietz: "Nessuno tra i piloti delle GT ha cercato il tempo ad effetto"

Lietz: "Nessuno tra i piloti delle GT ha cercato il tempo ad effetto"
Carica i commenti