La Toyota TS030 Hybrid cresce al Paul Ricard

La Toyota TS030 Hybrid cresce al Paul Ricard

Wurz soddisfatto del lavoro di sviluppo, mentre Vasselon analizza il comportamento delle gomme Michelin

La Toyota ha completato con successo il primo test completo della TS030 HYBRID, biposto che gareggerà nella classe LMP1 in alcune gare valide per il Campionato Mondiale FIA Endurance. La squadra di Colonia ha dedicato tre giorni di collaudi al Paul Ricard, dopo che era stato effettuato un precedente shake down sempre sulla pista di Le Castellet. Per questa sessione di lavoro la squadra giapponese ha usato la configurazione del tracciato che comprendeva il lungo rettilineo del Mistral. Al volante della TS030 HYBRID si sono alternati i piloti ufficiali Alex Wurz, Nicolas Lapierre e Kazuki Nakajima che hanno avuto la possibilità di scoprire le caratteristiche della vettura dotata del motopropulsore THS-R (TOYOTA HYBRID System - Racing). In questa sessione, dopo la tre giorni che era servita solo alla verifica funzionale dei sistemi e alla ricerca di una messa a punto di base, i tecnici hanno lavorato con grande attenzione sul sistema ibrido, allungando progressivamente gli stint in pista e analizzando la qualità del pacchetto aerodinamico e gli sviluppi di tipo meccanico in relazione allo sviluppo delle gomme Michelin. In totale la TS030 HYBRID ha completeto oltre 2.000 km rivelando un buon livello prestazionale abbinato ad una affidabilità già soddisfacente. La Toyota Racing ha programmato la prossima uscita a metà febbrario. Soddisfatto Pascal Vasselon, direttore tecnico del team: “Anche se siamo leggermente in ritardo sulle tempistiche programmate, devo dire che abbiamo atto un buon uso dei tre giorni. Intanto era importante dare le prime indicazioni alla Michelin che è nostro partner nella fornitura delle gomme per capire quale strada deve prendere lo sviluppo della TS030 HYBRID. I nostri piloti hanno esplorato gradualmente i limiti della vettura e hanno potuto valutare il livello prestazionale del nostro pacchetto. Grazie alle loro indicazioni ora potremo dare una traccia definita al lavoro: per me è un momento eccitante essere un ingegnere della Toyota Racing"./i> Alex Wurz, uno dei piloti di punta, è molto carico: “Siamo alle prime valutazioni della macchina per capire dove bisogna lavorare: sono soddisfatto dello sviluppo che siamo riusciti a fare rispetto allo shake down. In questi giorni mi sono dedicato alle messa a punto dell'assetto, la guidabilità e il traction control, mentre siamo solo all'inizio della comprensione delle gomme. Naturalmente sono contento di avere la possibilità di fare parte del progetto Toyota TS030 HYBRID. Adesso andremo ad analizzare i dati nel dettaglio per intraprenere la giusta direzione nello sviluppo”.

Diventa parte di qualcosa di grande

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati WEC
Piloti Alexander Wurz , Nicolas Lapierre , Kazuki Nakajima
Articolo di tipo Ultime notizie