L'Audi festeggia vittoria e titolo a Silverstone

L'Audi festeggia vittoria e titolo a Silverstone

La Toyota però ha confermato di poter essere un avversario temibile. Dominio Ferrari tra le GT

Il weekend di Silverstone del Mondiale Endurance FIA ha decisamente sorriso all'Audi: la Casa di Ingolstadt lo ha infatti concluso con il successo nella 6 Ore, ottenuto grazie alla prestazione della R18 e-tron quattro di Fassler/Lotterer/Treluyer. Un successo che le ha consentito di mettere in bacheca il titolo costruttori, anche se la cosa era parsa piuttosto scontata fin da inizio stagione, quando la Peugeot aveva deciso di interrompere il suo programma. Oggi però devono aver tirato un bel sospiro di sollievo anche i vertici della FIA e dell'ACO, perchè la Toyota si è dimostrata un'avversaria capace di poter impensierire le Audi, confermando quanto di buono aveva fatto vedere nelle prime sei ore della 24 Ore di Le Mans. Il problema della TS030 Hybrid, infatti, al momento sembra essere legato più ai consumi che alle prestazioni: l'equipaggio Wurz/Lapierre/Nakajima ha anche condotto la corsa, mostrando di avere un ottimo passo, ma si è dovuta inchinare ai vincitori a causa di un pit stop in più. Aiutati anche da un provvidenziale ingresso della safety car nel finale, sono riusciti a completare le sei ore di gara con sette pit stop, mentre i rivali della Casa giapponese ne hanno dovuti effettuare otto per farlo, riuscendo comunque a piazzarsi in seconda posizione, davanti all'Audi R18 ultra di Allan McNish e Tom Kristensen, che quindi hanno lasciato la vetta della classifica piloti ai compagni di squadra. Molto bella la lotta in classe LMP2, nella quale i primi tre equipaggi hanno viaggiati praticamente sempre racchiusi in un fazzoletto di una ventina di secondi. A spuntarla alla fine è stata la Oreca-Nissan della ADR Delta con Martin/Graves/Charouz, precedendo di appena cinque secondi la HPD della Starworks, alla quale non è bastato avere uno Stephane Sarrazin in grande forma per ottenere il gradino più alto del podio. Festa Ferrari tra le vetture GT, con le 458 della AF Corse e della JMW che hanno monopolizzato le prime due posizioni della GTE-Pro. A festeggiare la vittoria sono stati Gianmaria Bruni e Giancarlo Fisichella, che alla fine hanno avuto la meglio su James Walker e Johnny Cocker. Come se non bastasse, si è imposta una Rossa anche nella GTE-Am, con la 458 di Perazzini/Cioci/Griffin davanti a tutti.

Diventa parte di qualcosa di grande

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati WEC
Piloti André Lotterer , Marcel Fässler , Benoit Tréluyer
Articolo di tipo Ultime notizie