Marco Bonanomi e la sua seconda chance in Audi

Marco Bonanomi e la sua seconda chance in Audi

L'italiano ci racconta il suo ritorno da test driver e riserva nel programma LMP1: svilupperà anche la vettura 2014

Quello a cavallo tra il 2012 ed il 2013 non deve essere stato un inverno facile per Marco Bonanomi. Dopo una buona stagione di esordio da pilota ufficiale Audi nel programma LMP1, condita con l'ottimo terzo posto conquistato al debutto alla 24 Ore di Le Mans, a sorpresa, il pilota italiano non era stato confermato per la stagione che sta per cominciare. Marco però non si è arreso e poche settimane fa ha potuto finalmente tirare un sospiro di sollievo, perchè la Casa di Ingolstadt ha deciso di tornare sui suoi passi, affidandogli un ruolo da collaudatore nel programma R18, ma anche di riserva per le due gare più importanti del Mondiale Endurance FIA, ovvero Spa-Francorchamps e la mitica 24 Ore di Le Mans. Un incarico che gli consentirà di avere un ruolo attivo anche nello sviluppo del nuovo prototipo che verrà realizzato in base ai regolamenti ACO 2014, ma che non gli dovrebbe precludere la possibilità di disputare anche qualche gare, magari con le vetture GT. Proprio da Bonanomi, dunque, ci siamo fatti raccontare programmi e aspettative per la stagione che verrà. "Per adesso abbiamo allestito un programma di test, ma farò anche la riserva alla 6 Ore di Spa-Francorchamps e alla 24 Ore di Le Mans. Sicuramente dovrò lavorare pure al simulatore e questa è una buona cosa, anche a livello di esperienza personale, perchè a breve inizieremo lo sviluppo della 2014, che sarà realizzata in base ad un regolamento completamente nuovo, quindi si ripartirà da un foglio bianco". Sarà molto impegnativo il tuo programma di test per quest'anno? "Abbastanza. Sono già due settimane che faccio avanti e indietro dalla Germania. Martedì mattina poi parto di nuovo e sto via per 7-8 giorni, ma chiaramente non posso darvi tutti i dettagli. Il programma è bello intenso, ma lo spazio per fare qualche gara si trova sempre. Se mi chiama qualche team ben volentieri, anche se so che in questo momento la situazione economica non è il massimo un po' per tutti". Sapete già quando porterete in pista la vettura 2014 o è ancora presto? "Ci vuole ancora tempo, credo che sapremo qualcosa solamente dopo Le Mans. Ci stanno lavorando parecchio, ma come del resto staranno facendo anche Toyota e tutti gli altri, perchè non si può rischiare di arrivare impreparati quando sarà il momento di cominciare i test. Anche se non ci sono ancora date ufficiali, credo che più o meno tutti inizieranno lo sviluppo vero e proprio solo dopo Le Mans". Dopo questa conferma come test driver, l'Audi ti ha già detto qualcosa anche per il futuro o è ancora presto? "Io spero di fare ancora parte della squadra anche nel 2014, ma c'è ancora niente di sicuro. Vista anche la situazione che si era venuta a creare quest'inverno non me la sento di dare niente per scontato. Questo poi è un momento delicato per il campionato, con alcune situazioni che penso cambieranno nel corso di quest'anno, quindi bisognerà vedere come si svilupperà la stagione. In ogni caso credo che il punto di riferimento sia la gara di Le Mans, che in base ai risultati porterà delle decisioni sui piani futuri". Nel tuo 2013 ci sarà spazio anche per qualche gara al di fuori del programma LMP1? "Ho avuto qualche incontro con i responsabili dei programmi R8, ma anche lì è cambiata un po' la politica marketing, perchè non daranno più tutto il sostegno che davano fino all'anno scorso ai team privati. Io e gli altri piloti del "pacchetto R8" quindi siamo ancora un po' in attesa di capire cosa ci aspetta. Per il momento non ho ancora nessuna gara confermata, anche se c'è già qualcosa in ballo. Per esempio, potrebbe esserci anche l'opportunità di fare qualcosa in Giappone, ma bisogna aspettare". Pare di capire che l'Audi ti abbia lasciato una certa libertà per cercarti un programma di gare per il 2013... "Fortunatamente a livello gare sono stato lasciato abbastanza libero, nel senso che se mi chiama anche qualche team legato ad un altro marchio sono libero di andarci a correre. L'importante è che loro siano al corrente della cosa e che mi diano un ok, poi sostanzialmente sono libero di fare tutte le gare che mi interessano". In quest'ottica, infatti, si diceva di un interesse di Reiter per portarti nel FIA GT con la Lamborghini... "E' vero, ne avevo parlato anche con lui, ma il problema è sempre lo stesso. Deve arrivare un piccolo supporto dalla casa madre, ma quest'anno è un po' cambiata la politica, quindi questa possibilità purtroppo si è un po' arenata". Ma ti sarebbe piaciuto correre nel FIA GT? "Eh beh si. Sicuramente è uno campionati migliori, perchè sei solamente in due piloti e poi ci sono le due gare sprint che sono interessanti. E' un buon campionato anche la Blancpain Endurance Series, ma correndo in tre piloti per ogni equipaggio si fatica di più a trovare un compromesso a livello di assetto, inoltre guidi di meno".

Diventa parte di qualcosa di grande

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati WEC
Piloti Marco Bonanomi
Articolo di tipo Ultime notizie