Ruberti: "Non è andata come pensavamo"

Il pilota della Porsche sperava in un'annata migliore, ma traccia comunque un bilancio positivo

Ruberti:
Rientrato dalla trasferta in Bahrain, dove lo scorso fine settimana si è disputato il round conclusivo del FIA WEC 2013, per Paolo Ruberti è tempo di bilanci sulla stagione appena terminata. Anche in questa occasione il pilota veronese è risultato il più veloce in qualifica di classe LMGTE-Am, ma purtroppo in gara un problema tecnico alla sospensione posteriore sinistra ha obbligato l'equipaggio della Porsche 911 numero 88 al ritiro nel corso della quarta delle sei ore di gara. Nel FIA Endurance Trophy for GTE-Am Drivers Ruberti e i suoi compagni di equipaggio Gianluca Roda e Christian Ried hanno così chiuso la stagione al sesto posto con 76.5 punti e con all'attivo il podio in Brasile come miglior risultato. Paolo Ruberti: "Dopo i bei risultati del 2012 ci aspettavamo di poter essere protagonisti anche quest'anno, ma le cose non sono andate esattamente come pensavamo: da un lato il livello degli equipaggi è cresciuto molto in LMGTE-Am, mentre dall'altro le Aston Martin si sono spesso rivelate imbattibili. Per quel che mi riguarda, al di là della posizione finale in classifica, il mio bilancio complessivo è comunque positivo: sono stato in più occasioni il più veloce sia in qualifica che in gara e insieme a Gianluca e a Christian abbiamo svolto un gran lavoro con la squadra durante tutto l'anno".

Diventa parte di qualcosa di grande

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati WEC
Piloti Paolo Ruberti
Articolo di tipo Ultime notizie