Diluvio al Fuji: Toyota bagnata, Toyota fortunata

Diluvio al Fuji: Toyota bagnata, Toyota fortunata

Solo 16 giri dietro alla safety car prima dell'interruzione: giapponesi favoriti da un problema all'Audi in pole

Ha vinto la Toyota nella gara del Fuji del Mondiale Endurance FIA, ma probabilmente sarebbe giusto dire che ha vinto la pioggia, perchè forse non è neanche troppo corretto parlare di gara vera e propria. Basta pensare che in tutto sono state completate appena 16 tornate, tra le altre cose tutte alle spalle della safety car, perchè le condizioni climatiche non hanno concesso neppure di dare il via alle ostilità. Anzi, in certi momenti l'intensità della pioggia è aumentata al punto da invitare la direzione gara a non prendersi neppure il rischio di far girare i piloti dietro alla vettura staffetta. La bandiera rossa è stata esposta per ben tre volte. La prima è arrivata dopo otto giri, alla quale è seguito un altro tentativo di ripartenza durato altre otto tornate. Al secondo restart poi è stato chiaro che oggi non ci sarebbe stato nulla da fare e dopo appena mezza tornata la direzione gara ha deciso di terminare definitivamente le ostilità. In questa situazione, dunque, la Toyota è stata molto fortunata, visto che la TS030 Hybrid di Nakajima/Lapierre/Wurz ha scavalcato l'Audi dei poleman Fassler/Lotterer/Treluyer, che sono stati costretti a rientrare ai box per un problema di motore precipitando al 25esimo posto. In questo modo ha centrato una vittoria a punteggio dimezzato, che non ferma comunque i rivali di Ingolstadt nella loro corsa verso il suo secondo titolo Costruttori. Per quanto riguarda la classe LMP2, il successo va ai poleman della OAK Racing con la Morgan-Nissan affidata a Baguette/Plowman/Gonzalez. Doppietta Aston Martin, infine, nella GTE: Makowiecki/Turner/Mucke hanno vinto nella Pro, mentre nella Am ad imporsi sono stati Senna/Nygaard/Poulsen.

FIA WEC - Fuji - Gara

Diventa parte di qualcosa di grande

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati WEC
Piloti Alexander Wurz , Nicolas Lapierre , Kazuki Nakajima
Articolo di tipo Ultime notizie