L'ACO chiarisce le regole Hypercar: le powertrain derivate dalla serie non sono obbligatorie, ma avranno meno limitazioni

condividi
commenti
L'ACO chiarisce le regole Hypercar: le powertrain derivate dalla serie non sono obbligatorie, ma avranno meno limitazioni
Di: Gary Watkins
Tradotto da: Matteo Nugnes
06 dic 2018, 15:05

E' arrivato un chiarimento legato alle powertrain che equipaggeranno le Hypercar che faranno il loro debutto come classe regina del FIA WEC nella stagione 2020/2021.

Oltre ai motori derivati dalla produzione, sarà infatti consentito anche l'utilizzo di motori e sistemi ibridi da corsa realizzati su misura.

Questo è stato l'intento originale di chi scrive le regole, quindi della FIA e dell'Automobile Club dell'Ouest, quando il concetto delle Hypercar è stato svelato lo scorso giugno, in occasione della 24 Ore di Le Mans.

Ma i regolamenti pubblicati in seguito alla riunione del Consiglio Mondiale della FIA di ieri sono stati interpretati come una limitazione ai motori a combustione interna ed alla parte ibrida derivati da quelli già installati su vetture stradali.

Vincent Beaumesnil, direttore sportivo dell'ACO, ha spiegato che ora in realtà ci sono due livelli di regolamento sia per i motori che per motogeneratori cinetici che lavorano sull'asse anteriore.

Leggi anche:

"Il motore può essere basato sulla produzione o può essere un motore da corsa" ha detto a Motorsport.com.

"Se si parte da un motore di produzione ci sono meno restrizioni, come l'uso della fasatura variabile dell'albero a camme, purché sia usato dalla vettura stradale".

"E lo stesso vale per il sistema ibrido: è permesso un solo motore elettrico, ma ne sono concessi due se sono sviluppati da un sistema stradale".

Sono confermati invece i dati di produzione minimi per le powertrain basate sulla produzione.

Un minimo di 25 vetture che le utilizzano dovranno prodotte entro la fine dell'anno della prima stagione in cui sono state montate e 100 dopo la fine della seconda stagione.

Le nuove regole sulle Hypercar sono state ratificate dal Consiglio Mondiale che si è riunito a San Pietroburgo, inclusa l'introduzione della success ballast per la classe regina del WEC.

Articolo successivo
Con le Hypercar sarà svolta totale nel WEC: ci sarà anche la success ballast nella classe regina

Articolo precedente

Con le Hypercar sarà svolta totale nel WEC: ci sarà anche la success ballast nella classe regina

Articolo successivo

Button salterà le gare di Sebring e Spa della superstagione 2018/2019 del WEC

Button salterà le gare di Sebring e Spa della superstagione 2018/2019 del WEC
Carica i commenti

Su questo articolo

Serie WEC
Autore Gary Watkins