La FIA ha deciso: dal 2020-21 nascerà l'era delle hypercar nel mondo dell'endurance

condividi
commenti
La FIA ha deciso: dal 2020-21 nascerà l'era delle hypercar nel mondo dell'endurance
Guido Schittone
Di: Guido Schittone
07 giu 2018, 12:29

Le vetture della classe maggiore del WEC sfrutteranno il design delle supercar prodotte dai rispettivi costruttori. È il risultato del lavoro svolto in accordo con Porsche, Ferrari, Aston Martin, Toyota, Ford e McLaren. Il budget sarà ridotto del 40%.

Il Consiglio Mondiale della FIA ha confermato che la nuova classe regina del WEC a partire dalla stagione 2020-21sarà basata sul disegno delle hypercar prodotte dalle varie Case. Per la serie dei corsi e ricorsi storici si ritorna quindi all'antico con la creazione di una sorta di categoria che ricorda le silhouettes della seconda metà degli Anni'70.

È questa la decisione presa dopo le lunghe discussioni che hanno coinvolto la FIA con i costruttori seduti al tavolo delle trattative dall'anno passato a oggi, alle quali hanno preso parte Porsche, Ferrari, Toyota, McLaren, Aston Martin e Ford. Ognuno di essi infatti ha l'opportunità di sfruttare il proprio know how, si pensi alla Porsche 918, alla Ferrari FXX o all'Aston Martin Valkyrie, per dare vita a un  campionato che rispecchi in pieno la specificità dei marchi.

I  dettagli programmatici della decisione FIA verranno resi noti nella tradizionale conferenza stampa che l'ACO terrà  venerdi mattina 15 giugno nella giornata di riposo della 24 Ore di Le Mans. Nella stessa occasione dovrebbe essere confermato il prolungamento per un altro biennio delle normative riguardanti le LMP1 endotermiche per far si che gli investimenti operati in questa stagione da Rebellion, BR, Ginetta e Kolles non diventino a fondo perduto.

La FIA ha anche confermato ciò che Jean Todt aveva riferito in occasione di un incontro con la stampa alla 6 Ore di Spa-Francorchamps: si lavorerà fortemente sul budget, cercando di ridurlo dall'attuale di un 40 per cento. Nulla invece è stato comunicato sul fronte della tecnologia che sarà ammessa: le intenzioni della FIA sono quelle di mantenere il sistema ibrido e di non porre ostacoli alle energie alternative. Sarà interessante quindi verificare come riusciranno a coesistere ricerca con risparmio, l'una spesso in antitesi con l'altro.

Il Consiglio Mondiale ha anche ratificato la decisione di ridurre la corsa di Sebring, facente parte della Superstagione 2018-19, dalle previste 1500 Miglia a 1000 Miglia. Infine, per la serie anche nell'automobilismo si vogliono le quote rosa, verranno creati speciali incentivi per la partecipazione del gentil sesso alle gare del WEC.

Nulla invece è stato accennato sulla partecipazione delle vetture Gran Turismo. Secondo le parole dette da Todt proprio a it.motorsport.com queste dovrebbero restare e far parte del mondo dell'endurance. Sarà poi da verificare come le Case coinvolte nel progetto Hypercar gestiranno i budget tra l'una e l'altra categoria. A Le Mans ne sapremo di più.

Prossimo articolo WEC