Anche la BMW costruirà una LMDh per il 2023!

Anche la Casa bavarese si unisce a quelle che hanno scelto la nuova categoria di prototipi per andare a correre in IMSA sfruttando pure il reparto clienti. Saranno due le macchine, con Le Mans che resta un sogno nel cassetto.

Anche la BMW costruirà una LMDh per il 2023!

Le voci si erano fatte sempre più insistenti nelle ultime settimane, ma ora è ufficiale: anche la BMW dal 2023 avrà il suo prototipo LMDh.

La Casa bavarese, che da oltre 20 anni non corre nella massima categoria dell'endurance, si unirà quindi a Porsche, Audi ed Acura/Honda in questa nuova e splendida avventura con le vetture che andranno ad incrociare le armi con le Hypercar gareggiando in IMSA e, semmai ce ne fosse possibilità, anche a Le Mans.

La conferma è stata anticipata con un classico metodo dei giorni nostri, ossia un semplice ma efficacissimo post sui social che il responsabile di BMW M Motorsport, Markus Flasch, ha pubblicato su Instagram nella serata di giovedì.

Nell'immagine viene infatti ritratta la celebre BMW V12 LMR, che vinse anche la 24h di Le Mans nel 1999, su un palco di un teatro illuminata dai riflettori, sopra la quale appare la scritta "Siamo tornati! Daytona 2023".

Il round d'apertura dell'IMSA WeatherTech SportsCar Championship che si disputerà fra un anno e mezzo segnerà il punto di partenza di questa nuova era di prototipi al posto delle DPi, mentre le Hypercar sono già in azione nel FIA World Endurance Championship in questa stagone.

Dopo aver costruito la M8 GTE, BMW avrà quindi la possibilità di tornare a correre con due macchine per puntare al successo assoluto a Stelle e Strisce, mentre il fatto di aver scelto la LMDh (che è una macchina creata su un telaio da indicare tra i quattro fornitori, ossia Oreca, Multimatic, Ligier e Dallara) conferma la decisione di tenere aperte le porte del reparto clienti anche per questa nuova avventura, oltre alle corse GT.

"BMW è tornata sul grande palcoscenico del motorsport - ha detto Flasch - Iscrivendoci alla classe LMDh, BMW M Motorsport sta soddisfacendo i prerequisiti per puntare alla vittoria assoluta nelle gare di endurance più iconiche del mondo dal 2023. Saremo completamente concentrati nell'affrontare questa sfida. C'è uno spirito di ottimismo e BMW ha una storia di successo nelle corse dei prototipi, ricordando che la vittoria di Le Mans nel 1999 è stata indimenticabile".

"Far rivivere questa storia con un prototipo moderno con M Power entusiasmerà i fan di BMW M Motorsport. Il concetto LMDh garantisce il massimo controllo dei costi e offre una vasta gamma di possibili applicazioni, compresa la serie IMSA in Nord America, un mercato estremamente importante per BMW M. Siamo tutti ansiosi di entrare nella categoria LMDh con una squadra compatta e altamente efficiente".

Mike Krack, responsabile di BMW M Motorsport e responsabile dello sviluppo, ha aggiunto: "Tutti nel nostro team condividono la stessa motivazione: vogliamo metterci alla prova contro gli avversari più forti in pista e vincere. Il progetto LMDh è una questione di cuore per noi ed esattamente la nuova sfida che speravamo di affrontare. Ci aspetta un progetto estremamente eccitante. Puntare al successo assoluto a Daytona e Sebring è una motivazione enorme. Abbiamo molto lavoro davanti a noi, ma l'attesa è immensa".

 

 
condividi
commenti
24 Ore di Le Mans: torna il pubblico, ok per 50mila biglietti

Articolo precedente

24 Ore di Le Mans: torna il pubblico, ok per 50mila biglietti

Articolo successivo

WEC: Cairoli carico, ma non al 100% fisicamente per Portimao

WEC: Cairoli carico, ma non al 100% fisicamente per Portimao
Carica i commenti