Jani abbandonerà il WEC dopo Le Mans per concentrarsi sulla Formula E

condividi
commenti
Jani abbandonerà il WEC dopo Le Mans per concentrarsi sulla Formula E
Di:
19 mar 2019, 15:27

Neel Jani ha rivelato che abbandonerà il FIA WEC alla conclusione della stagione in corso per concentrarsi a tempo pieno sugli impegni con la Porsche in Formula E.

Jani sta affrontando una superseason 2018/2019 difficile al volante della LMP1 della Rebellion Racing e fin qui il suo miglior risultato è il terzo posto che ha conquistato al Fuji.

Lo scorso fine settimana, alla 1000 Miglia di Sebring, i problemi sono iniziati dopo appena 15 minuti per la vettura che divide con Bruno Senna e Mathias Beche, con delle difficoltà nella selezione delle marce. Il ritiro definitivo è arrivato poco oltre la metà della corsa, quando Beche ha sbattuto nelle fasi di doppiaggio.

Dopo essere stato nominato come primo pilota della Porsche in Formula E nel mese di dicembre, Jani ha quindi rivelato che la 24 Ore di Le Mans di quest'anno sarà la sua ultima gara nel WEC nel prossimo futuro.

A Sebring, Jani ha detto a Motorsport.com: "Dopo Le Mans, mi fermo. Il mio focus passerà sulla Formula E".

"Devo stabilire le mie priorità: quando un marchio come la Porsche ti offre la possibilità di guidare una sua macchina, devi dargli un impegno totale. Per me non c'è mai stato un dubbio".

Il vincitore della 24 Ore di Le Mans del 2016 ha anche suggerito che l'incapacità dei privati di impensierire le Toyota in classe LMP1 ha giocato un ruolo in questa sua decisione.

"Qui non abbiamo possibilità" ha detto Jani. "Siamo qui solo perché la Toyota non vinca da sola, ma questo non è il mio obiettivo nelle corse".

"Mi piace il campionato, mi piacciono le gare, mi piace il paddock, quindi non è una decisione facile, ma a volte la cose vanno così".

"Non significa che non tornerò mai più, ma in questo momento non sono contento. Di sicuro non provo le stesse emozioni che avevo avuto negli ultimi quattro anno guidando una Porsche in LMP1".

Neel Jani, Porsche Formula E

Neel Jani, Porsche Formula E

Photo by: Porsche

Jani ha anche detto di aver "compreso completamente" la decisione del compagno di squadra Andre Lotterer di saltare la gara di Sebring per concentrarsi sul lavoro al simulatore di Formula E con la Techeetah.

"Anche Andre deve stabilire delle priorità e guardare al suo futuro a lungo termine, sono d'accordo con lui" ha detto il pilota svizzero. "E' stata la decisione giusta per lui".

"E non si è perso niente, perché abbiamo avuto dei problemi al cambio dopo pochi minuti".

L'affidabilità della Rebellion ora è un problema

La Rebellion ha sofferto un fine settimana da dimenticare a Sebring, perché entrambe le vetture hanno patito dei problemi al cambio, che alla fine sono costati anche il terzo posto alla vettura gemella.

Jani ha deplorato il fatto che la Rebellion abbia perso il vantaggio di affidabilità che aveva nei confronti dei rivali della SMP Racing nella battaglia tra privati.

"Abbiamo avuto tanti problemi con le gomme qui, per farle lavorare" ha detto. "Abbiamo faticato anche con i bump, che ci hanno creato dei problemi al cambio in gara".

"Alla fine abbiamo sfruttato la gara come un test per Le Mans, ma non possiamo essere contenti di come è andato il weekend. Sappiamo dove sono i nostri problemi e dobbiamo cominciare a risolverli".

"Una grossa parte di questi dipende dal riuscire o meno a far funzionare le gomme: sappiamo che la SMP è meglio di noi su questo aspetto, quindi dobbiamo migliorare".

"E l'affidabilità ora è un problema più grande rispetto al passato: questo è un peccato, perché era la nostra forza, mentre ora è la nostra debolezza".

 

#1 Rebellion Racing Rebellion R-13 - Gibson: Neel Jani, Mathias Beche, Bruno Senna

#1 Rebellion Racing Rebellion R-13 - Gibson: Neel Jani, Mathias Beche, Bruno Senna

Photo by: JEP / LAT Images

Articolo successivo
Alonso, Nakajima e Buemi tornano al successo con la Toyota a Sebring

Articolo precedente

Alonso, Nakajima e Buemi tornano al successo con la Toyota a Sebring

Articolo successivo

Il WEC elimina i dispositivi aerodinamici mobili dal regolamento 2020/2021

Il WEC elimina i dispositivi aerodinamici mobili dal regolamento 2020/2021
Carica i commenti

Su questo articolo

Serie WEC , Formula E
Piloti Neel Jani
Team Rebellion Racing
Autore Jamie Klein
Sii il primo a ricevere le
ultime notizie