Ruberti: "Rammaricati, ma siamo sulla strada giusta"

La Corvette della Larbre si è ritirata a Spa-Francorchamps, ma ha fatto passi avanti rispetto a Silverstone

Ruberti:

La sei ore di Spa-Francorchamps, secondo appuntamento del FIA WEC 2015, ha evidenziato alcune note positive per Paolo Ruberti e per il team Larbre Competition nonostante l'incidente che in gara ha costretto la Corvette numero 50 al ritiro.

Già in qualifica il pilota veneto era riuscito, insieme ai compagni di equipaggio Gianluca Roda e Kristian Poulsen, a conquistare il secondo tempo in LMGTE-Am sfruttando nel migliore dei modi la crescente competitività della Chevrolet Corvette C7.

In gara Ruberti è stato autore di un buon primo stint dove ha posto le basi per lottare per la vittoria nelle fasi successive. Purtroppo un'incomprensione durante la terza ora tra Poulsen e il pilota di un prototipo P2 ha causato un contatto tra le due vetture che ha poi portato la Corvette ad impattare contro le barriere. I danni riportati sono risultati irreparabili e tali da decretare il ritiro dell'equipaggio.

Paolo Ruberti: "Anche se la fortuna non è stata dalla nostra parte la gara di Spa ha mostrato una netta crescita di tutta la squadra rispetto a Silverstone e anche a livello di performance siamo stati competitivi. Rimane ovviamente un po' di rammarico pensando che al momento dell'incidente eravamo in lotta per la vittoria, ma l'importante è aver avuto conferma che siamo sulla strada giusta. Certo per ora la nostra posizione in classifica non è il massimo e far bene alla 24 ore sarà fondamentale per cercare di recuperare terreno in classifica".

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati WEC
Piloti Paolo Ruberti , Kristian Poulsen , Gianluca Roda
Articolo di tipo Ultime notizie