La Toyota ci ha preso gusto: a Spa arriva il bis!

La Toyota ci ha preso gusto: a Spa arriva il bis!

Si è imposta di nuovo la TS040 Hybrid di Lapierre/Buemi/Davidson. La Ferrari vince in GTE-Pro con Bruni/Vilander

Dopo due anni di apprendistato nel Mondiale Endurance FIA sembra essere finalmente arrivato il momento della Toyota, che a Spa-Francorchamps ha infilato la seconda vittoria consecutiva dopo quella nel round di apertura di Silverstone. Tra le altre cose, è stata la TS040 Hybrid di Lapierre/Buemi/Davidson, quindi la stessa che si era imposta in Gran Bretagna, a concedere il bis. Nelle prime fasi è stata la Porsche 919 Hybrid #14 (Dumas/Jani/Lieb) a comandare le operazioni dopo aver preso il via dalla pole position, ma la svolta è arrivata nella seconda ora, con il sorpasso che si è materializzato in fase di pit stop. Buemi è rimasto in abitacolo, mantenendo le stesse gomme dello stint precedente, mentre Lieb ha preso il posto di Jani sulla 919, che ha calzato anche un treno di gomme nuove. Nonostante sulla carta questo potesse essere un vantaggio, in realtà in pista Buemi è riuscito ad incrementare il suo vantaggio, portandolo dai 9" che aveva subito dopo la sosta fino a 18". Un margine che è aumentato anche dopo l'inversione di strategia del pit stop successivo, nel quale è stata la Porsche a rimanere con le stesse gomme. Quando il volante è passato nelle mani di Dumas, infatti, la 919 viaggiava ormai distanziata di circa 50" e poi un problema con il sistema ibrido ha mandato definitivamente in fumo i sogni di gloria dell'equipaggio numero 14, che alla fine si è dovuto accontentare del quarto posto. A questo punto per la Toyota è stato semplice amministrare il suo vantaggio e presentarsi sul traguardo con un margine di 1'13" nei confronti dell'Audi R18 e-tron quattro #1, quella di di Grassi/Duval/Kristensen, che ha ereditato la seconda posizione e, anzi, ha dovuto badare soprattutto ad arginare il rientro dell'altra Toyota di Wurz/Sarrazin/Nakajima, che ha chiuso terza e solo 7" più indietro. Detto del quarto posto della Porsche, in quinta e sesta posizione ci sono le altre due Audi, che hanno faticato parecchio a trovare il giusto ritmo, come testimoniato dal fatto che non sono riuscite neppure ad approfittare dei guai dell'equipaggio che le precedeva, che per i suoi problemi al sistema ibrido ha perso oltre un minuto. Comunque alla fine si è piazzata quinta la #2 di Fassler/Lotterer/Treluyer, precedendo di un giro la vettura in configurazione Le Mans di Albuquerque/Bonanomi. Con la seconda Porsche di Bernhard/Webber/Hartley fuori dai giochi, in settima posizione si è arrampicata la Rebellion R-One affidata all'equipaggio Prost/Heidfeld/Beche, che però ha dimostrato di essere ancora piuttosto acerba, chiudendo con un passivo di ben 10 giri nel confronto con i vincitori. Per quanto riguarda la classe LMP2, ad imporsi è stata la Morgan-Nissan della G-Drive Racing con Pla/Rusinov/Canal, che si è portata al comando nella seconda ora, dopo che nelle prime fasi erano stati i poleman della KCMG a prendere la leadership. Alla fine i vincitori hanno chiuso con un margine di circa un minuto sulla Zytek-Nissan della Jota Sport affidata a Tincknell/Dolan/Gené. Il "Balance of Performance" introdotto questa settimana sembra aver giovato parecchio alla Ferrari, con le 458 della AF Corse che si sono portate a casa il primo ed il terzo posto nel raggruppamento Pro. Quella di Gimmi Bruni e Toni Vilander è stata una vittoria agevole, visto che solo per una breve parentesi gli è passata davanti l'Aston Martin di Turner/Mucke/Senna, approfittando di una migliore gestione degli pneumatici che gli consentiva di completare dei doppi stint. Alla lunga però il passo del campione del mondo in carica e del suo compagno ha avuto il sopravvento e alla fine si sono imposti con un vantaggio di un giro sulla Porsche della Manthey affidata a Pilet/Bergmeister. Terzo gradino del podio poi per l'altra 458 di Calado/Rigon, che hanno chiuso pochi secondi più indietro. La festa della AF Corse poi non si è fermata qui, perchè in GTE-Am c'è stato il successo dell'equipaggio Perez-Companc/Cioci/Venturi.

FIA WEC - Spa-Francorchamps - Gara

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati WEC
Piloti Anthony Davidson , Nicolas Lapierre , Sébastien Buemi
Articolo di tipo Ultime notizie