L'ACO vuole semplificare le qualifiche nel 2015

L'ACO vuole semplificare le qualifiche nel 2015

L'idea è di tenere conto solamente del giro migliore di entrambi i piloti e non più di due come adesso

L'Automobile Club dell'Ouest punta a semplificare il format delle prove ufficiali del Mondiale Endurance FIA nella prossima stagione, ritenendo che quello utilizzato attualmente sia poco intuitivo e di difficile comprensione per chi segue la sessione davanti alla televisione.

Allo stato attuale, per formare la griglia di partenza viene calcolata la media dei due giri migliori di almeno due piloti dell'equipaggio nell'ambito di una sessione di 25 minuti. La proposta per il futuro è di considerare solamente il giro migliore di entrambi i piloti e di ridurre a 20 minuti il tempo a disposizione nel turno.

Ma non è tutto, perché dovrebbero esserci novità anche per quanto riguarda la gestione delle gomme in qualifica. Attualmente viene imposto di utilizzare lo stesso set con entrambi i piloti per quanto riguarda le classi LMP1 e GTE, ma in arrivo ci sono delle nuove limitazioni, che potrebbero portare ad una maggiore libertà di scelta durante le prove ufficiali.

Si parla della limitazione a sei set di gomme, più due gomme del weekend di gara precedente per le LMP1, mentre per le GTE si parla di un limite più alto. Tutto invariato invece in LMP2, perché anche ora c'è una quota di quattro set più due gomme dal weekend precedente.

Infine, per quanto riguarda la GTE-Am, l'idea è che il pilota Bronze debba essere per forza uno di quelli che prenderà parte alle qualifiche. Ovviamente queste modifiche dovranno essere presentate al prossimo Consiglio Mondiale della FIA, che si terrà ad inizio dicembre, dove verrà discussa anche la riduzione dei test per i team LMP1 ed LMP2.

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati WEC
Articolo di tipo Ultime notizie