Fuji, Libere 1: Audi in spolvero in casa della Toyota

condividi
commenti
Fuji, Libere 1: Audi in spolvero in casa della Toyota
Matteo Nugnes
Di: Matteo Nugnes
10 ott 2014, 06:30

Le R18 e-tron quattro fanno doppietta davanti a Davidson/Buemi. Tra le GTE miglior tempo per la Porsche

Questo fine settimana il Giappone sembra essere il fulcro intorno a cui ruota il mondo del motorsport. Non solo a Motegi c'è la MotoGp, ma al Fuji va in scena il quinto appuntamento stagionale del Mondiale Endurance FIA, che questa notte si è inaugurato con il primo turno di prove libere.

A fare gli onori di casa è la Toyota, ma per ora a dominare la scena sono state le Audi, con le due R18 e-tron quattro a monopolizzare le prime due posizioni. Il miglior tempo lo ha realizzato la #1 di di Grassi/Kristensen/Duval con un crono di 1'28"628 che gli ha consentito di distanziare di 296 millesimi la vettura gemella di Fassler/Lotterer/Treluyer.

Terzo tempo poi per la TS040 Hybrid dei leader iridati Anthony Davidson e Sebastien Buemi, che in questo fine settimana dovranno fare a meno dell'apporto di Nicolas Lapierre, fermatosi per motivi personali. Anche loro comunque sono molto vicini, a meno di quattro decimi. Discorso che vale poi anche per la prima delle Porsche, quella di Dumas/Jani/Lieb, e per la seconda Toyota, tutte racchiuse nello spazio di meno di mezzo secondo.

Più indietro poi bisogna registrare ginalmente il debutto della Lotus P1/01, che ha chiuso con il nono tempo, alle spalle anche delle due Rebellion, dalle quali ha incassato un ritardo di oltre un secondo. Per quanto riguarda la LMP2, al momento al comando delle operazioni troviamo invece la Ligier-Nissan della G-Drive Racing con Rusinov/Pla/Canal.

Passando alle vetture GTE, nel raggruppamento Pro a svettare è stata la Porsche numero 92 di Makowiecki/Pilet con il primo che ha fermato il cronometro sull'1'40"853, precedendo solo di una manciata di millesimi l'Aston Martin di Turner/Mucke. Solo questi due equipaggi sono scesi sotto all'1'41", ma è molto vicina anche la Ferrari dei leader iridati Bruni/Vilander, che pagano solo tre decimi. Grande battaglia anche in Am, con le due V8 Vantage di Dalla Lana/Lamy/Nygaard e Poulsen/Heinemeier-Hansson/Thiim separate da appena 25 millesimi subito dietro ai ferraristi.

FIA WEC - Fuji - Libere 1

Articolo successivo
Rigon: "Il nostro obiettivo deve essere il podio"

Articolo precedente

Rigon: "Il nostro obiettivo deve essere il podio"

Articolo successivo

Fuji, Libere 2: l'Audi continua a dettare legge

Fuji, Libere 2: l'Audi continua a dettare legge
Carica i commenti

Su questo articolo

Serie WEC
Piloti Lucas Di Grassi , Loïc Duval , Tom Kristensen
Autore Matteo Nugnes