8h Bahrain, Libere 1: Toyota #8 e Aston Martin subito davanti

A Sakhir cominciano bene i leader di campionato Buemi-Nakajima-Hartley che precedono i compagni-rivali Kobayashi-Conway-López per 0"4. In LMGTE Pro sale al comando la Vantage #97 con Martin dopo il dominio iniziale delle Porsche, imitato dai colleghi della #98 in Am. Soffrono le Ferrari. LMP2 al Racing Team Nederland.

8h Bahrain, Libere 1: Toyota #8 e Aston Martin subito davanti

Ultimo round del FIA WEC che va in scena a Sakhir con la 8h del Bahrain, che ha visto subito la Toyota #8 svettare nelle Prove Libere 1 davanti alla gemella-rivale #7 fra le LMP1, mentre in GTE il miglior tempo lo firmano le Aston Martin.

Andando per ordine, c'è subito un ritardo di una mezz'ora per il passaggio dalle parti del circuito della salma di Khalifa Bin Salman Al Khalifa, Primi Ministro locale scomparso mercoledì che ha chiaramente colpito l'intero paese.

Il semaforo verde per i primi 90' di prove è scattato quando ormai il sole stava calando sul deserto medio-orientale e al termine il primato assoluto lo stacca la TS050 Hybrid con Sébastien Buemi (in macchina con Brendon Hartley e Kazuki Nakajima), che completa i 5,411km in 1'43"457 precedendo i compagni di squadra Kamui Kobayashi/Mike Conway/José María López per 0"492 fin dalle prime battute.

Essendo le giapponesi le uniche due LMP1 presenti, sul podio virtuale assoluto salgono anche i leader della Classe LMP2, nella fattispecie Frits Van Eerd/Nyck De Vries/Giedo Van Der Garde in 1'47"955 con la Oreca 07 #29 del Racing Team Nederland, con la quale si stanno giocando il secondo posto in campionato.

Alle loro spalle troviamo la Alpine #36 della Signatech (Thomas Laurent/André Negrão/Pierre Ragues) staccata di poco più di un decimo, mentre il terzo di categoria è per la Oreca #38 della Jota Sport (Roberto Gonzalez/Anthony Davidson/António Félix Da Costa), che attualmente sono proprio secondi nella classifica di campionato.

In settima posizione ci sono i neo-Campioni della United Autosport con la Oreca #22 di Filipe Albuquerque/Paul Di Resta/Phil Hanson, seguiti dalla #37 della Jackie Chan DC Racing (Gabriel Aubry/Will Stevens/Ho-Pin Tung) e dalla Dallara P217 #47 della Cetilar Racing condotta da Giorgio Sernagiotto/Roberto Lacorte/Andrea Belicchi.

In Classe LMGTE Pro ci si gioca ancora il titolo piloti e sotto questo aspetto il primo segnale importante arriva dalla Aston Martin #97 che Maxime Martin - coadiuvato da Richard Westbrook data la positività al Covid di Alex Lynn - porta al comando con il tempo di 1'56"560 (che è anche il nono assoluto).

All'inizio a dettare il passo erano state le Porsche 911 RSR-19 di Gimmi Bruni/Richard Lietz (#91) e Michael Christensen/Kévin Estre (#92), le quali si vedono rifilare oltre 0"6 dalla Vantage.

La Aston #95 dei leader di campionato, Nicki Thiim/Marco Sørensen è invece quarta di Classe, tenendosi dietro le arrancanti Ferrari di AF Corse, con James Calado/Daniel Serra (#51) che fanno meglio dei loro compagno di squadra Davide Rigon/Miguel Molina (#71), notando che entrambe le 488 si prendono più di 2" dalla vetta.

Davanti alle due Rosse, oltretutto, abbiamo un bel terzetto di LMGTE Am, partendo dalla Aston Martin #98 di Ross Gunn/Paul Dalla Lana/Pedro Lamy, che in 1'57"666 si tiene dietro le Porsche #86 della Gulf Racing (Michael Wainwright/Alessio Picariello/Ben Barker) e #57 della Project 1 (Ben Keating/Dylan Pereira/Jeroen Bleekemolen).

Più arretrate le due vetture che si contendono il titolo della categoria: la Aston Martin #90 di TF Sport con sopra Salih Yoluç/Charles Eastwood/Jonathan Adam è quinta, preceduta dall'altra Porsche della Project 1 (#56 Egidio Perfetti/Larry Ten Voorde/Jörg Bergmeister), mentre la Ferrari #83 della AF Corse affidata a François Perrodo/Emmanuel Collard/Nicklas Nielsen conclude settima.

Davanti alla sopracitata 488 abbiamo Riccardo Pera/Christian Ried/Dennis Olsen con la Porsche #77 della Dempsey-Proton Racing.

Completano la classifica le Ferrari #54 di AF Corse (Thomas Flohr/Francesco Castellacci/Giancarlo Fisichella) e #62 di Red River Sport (Bonamy Grimes/Kei Cozzolino/Colin Noble) e la Porsche #88 della Dempsey-Proton Racing (Khaled Al Qubaisi/Jaxon Evans/Marco Holzer).

In grassetto il pilota autore del miglior tempo

FIA WEC - 8h del Bahrain: Prove Libere 1

condividi
commenti
WEC: Lynn ha il Covid, addio titolo! Westbrook lo rimpiazza

Articolo precedente

WEC: Lynn ha il Covid, addio titolo! Westbrook lo rimpiazza

Articolo successivo

8h Bahrain, Libere 2: la Toyota #7 risponde, Ferrari si rialza

8h Bahrain, Libere 2: la Toyota #7 risponde, Ferrari si rialza
Carica i commenti