6 Ore del Fuji, Libere 2: Webber è il più veloce con la Porsche 919 Hybrid

La Porsche di Webber si mette alle spalle l'Audi di Jarvis nel secondo turno di prove libere della 6 Ore del Fuji. In LMP2 prevale RGR Sport, mentre in GTE/Pro la Ford di Mucke precede due Ferrari 488. Bandiera rossa per l'Audi di Lotterer nelle barriere.

6 Ore del Fuji, Libere 2: Webber è il più veloce con la Porsche 919 Hybrid

La Porsche è stata la più veloce nel secondo turno di prove libere dell’appuntamento del WEC che si disputa al Fuji con la tradizionale 6 Ore: la 919 Hybrid si è affermata sulle rivali della classe LMP1, Audi e Toyota, potendo contare sul miglior tempo ottenuto da Mark Webber, proprio nel week end in cui l’australiano ha annunciato il suo ritiro.

La sessione ha avuto un inizio drammatico per la brutta uscita di pista dell’Audi R18 e-tron quattro # 7 di Andre Lotterer: il tedesco è andato a sbattere contro le barriere e perdendo la carrozzeria anteriore sinistra nell’impatto. Immediata è stata esposta la bandiera rossa che ha interrotto il turno.

Dopo una decina di minuti che sono stati sufficienti a ripulire la pista, Mark Webber non ha impiegato molto per stampare il tempo di riferimento della giornata in 1’24”074 con la Porsche 919 Hybrid #1.

L’australiano è riuscito a distanziare Oliver Jarvis con l’Audi R18 e-tron quattro # 8 di 0”894, mentre l’altra vettura, quella di Lotterer, è riuscita a cogliere la terza piazza in 1’25”, nonostante il botto che lo ha visto protagonista.

Dietro ai quattro anelli c’è la Porsche #2 che ha centrato un 1’25”078s con Romain Dumas che ha faticato per portare la 919 al quarto posto.

Entrambe le Toyota, molte attese davanti al pubblico di casa, hanno avuto un approccio molto graduale, limitandosi a prendere il quinto e sesto posto nella lista dei tempi con la TS050 Hybrid erano # 5 e # 6 nell’ordine. È toccato proprio al nipponico Kazuki Nakajima dare la zampata per arrivare a 1’25”657.

La seconda Toyota ha fatto davvero poca strada per un problema al motore che ha bloccato dopo pochi minuti Kamui Kobayashi costretto a fermarsi in pista alla curva 14.

La Ribellion ha avuto ancora una volta la meglio della ByKolles in classe LMP1-L, rimediando un distacco di 5”5 dalla Porsche in provvisoria pole.

RGR Sport in LMP2 e Ford in GTE/Pro

Filipe Albuqerque ha svettato nella classe LMP2 con la Morand Ligier # 43 della RGR Sport: il portoghese centrato un buon 1’31”909, lasciandosi alle spalle Alex Brundle con l’Oreca della

G-Drive Oreca #26 di oltre otto decimi, mentre la terza piazza è stata appannaggio di Roberto Merhi sulla Oreca della Manor # 44.

In Gran Turismo detta il passo la Ford che è al comando nella classe GTE-Pro come Stefan Mucke che ha capitalizzato un ottimo 1’38£”743 con la vettura #66, mettendosi davanti alle due Ferrari 488 dell’AF Corse di Gimmi Bruni e Sam Bird, lasciando la seconda Ford di Harry Tincknell al quarto posto.

Pedro Lamy con la Aston Martin # 98 ha stabilito il miglior tempo di 1’40”112 nella classe GTE-Am, restando a contatto di molte vetture PRO con la sua Vantage V8.

Cla#PilotiAutoClassGiriTempoGapDistaccokm/h
1 1  Mark Webber 
 Timo Bernhard 
 Brendon Hartley 
Porsche 919 Hybrid LMP1 51 1'24.074     195.385
2 8  Lucas Di Grassi 
 Loïc Duval 
 Oliver Jarvis 
Audi R18 LMP1 52 1'24.968 0.894 0.894 193.329
3 7  Andre Lotterer 
 Marcel Fässler 
 Benoit Tréluyer 
Audi R18 LMP1 32 1'25.000 0.926 0.032 193.256
4 2  Romain Dumas 
 Neel Jani 
 Marc Lieb 
Porsche 919 Hybrid LMP1 46 1'25.078 1.004 0.078 193.079
5 5  Anthony Davidson 
 Kazuki Nakajima 
 Sébastien Buemi 
Toyota TS050 Hybrid LMP1 43 1'25.657 1.583 0.579 191.774
6 6  Stéphane Sarrazin 
 Kamui Kobayashi 
 Mike Conway 
Toyota TS050 Hybrid LMP1 40 1'25.702 1.628 0.045 191.673
7 13  Alexandre Imperatori 
 Dominik Kraihamer 
 Matheo Tuscher 
Rebellion R-One LMP1 46 1'29.653 5.579 3.951 183.226
8 4  Simon Trummer 
 Oliver Webb 
 Pierre Kaffer 
CLM P1/01 LMP1 40 1'30.515 6.441 0.862 181.481
9 43  Bruno Senna 
 Ricardo Gonzalez 
 Filipe Albuquerque 
Ligier JS P2 LMP2 41 1'31.909 7.835 1.394 178.728
10 26  Will Stevens 
 Roman Rusinov 
 Alex Brundle 
Oreca 05 LMP2 45 1'32.742 8.668 0.833 177.123
11 44  Roberto Merhi 
 Richard Bradley 
 Matt Rao 
Oreca 05 LMP2 45 1'32.747 8.673 0.005 177.114
12 42  Jonny Kane 
 Lewis Williamson 
Gibson 015S LMP2 42 1'32.948 8.874 0.201 176.731
13 30  Giedo van der Garde 
 Sean Gelael 
 Antonio Giovinazzi 
Ligier JS P2 LMP2 27 1'32.971 8.897 0.023 176.687
14 35  Paul-Loup Chatin 
 Ho-Pin Tung 
 David Cheng 
Alpine A460 LMP2 45 1'33.076 9.002 0.105 176.488
15 36  Nicolas Lapierre 
 Gustavo Menezes 
 Stéphane Richelmi 
Alpine A460 LMP2 44 1'33.274 9.200 0.198 176.113
16 37  Vitaly Petrov 
 Viktor Shaytar 
 Kirill Ladygin 
BR01 LMP2 39 1'33.364 9.290 0.090 175.943
17 31  Pipo Derani 
 Ryan Dalziel 
 Chris Cumming 
Ligier JS P2 LMP2 44 1'33.393
condividi
commenti
Fuji, Libere 1: l'Audi inizia il weekend davanti alla Toyota

Articolo precedente

Fuji, Libere 1: l'Audi inizia il weekend davanti alla Toyota

Articolo successivo

Eurosport trasmetterà il WEC e la 24 Ore di Le Mans per quattro anni

Eurosport trasmetterà il WEC e la 24 Ore di Le Mans per quattro anni
Carica i commenti

Su questo articolo

Serie WEC
Evento Fuji
Location Fuji International Speedway
Piloti Mark Webber
Team Porsche Team
Autore Jamie Klein