VLN 4: Luigi Stanco e Sandro Rothenberger trionfanti al Nürburgring

condividi
commenti
VLN 4: Luigi Stanco e Sandro Rothenberger trionfanti al Nürburgring
Peter Wyss
Di: Peter Wyss
Tradotto da: Riccardo Didier Vassalli
15 lug 2017, 16:55

La quarta manche del campionato di durata teutonico ha visto dominare l’accoppiata elvetica della Tanner Motorsport nella categoria SP2T. Gli altri svizzeri veloci, ma non premiati a dovere.

Yannick Mettler
Yannick Mettler, cockpit
Manuel Amweg, Fred Yerly, Toyota Swiss Racing
Manuel Amweg, Fred Yerly, Toyota GT86, Toyota Swiss Racing
Luigi Stanco, Sandro Rothenberger, Renault Clio IV Endurance, Tanner & Stanco Motorsport
Luigi Stanco, Sandro Rothenberger, Renault Clio IV Endurance, Tanner & Stanco Motorsport
Yannick Mettler, BMW M235i Racing Cup, FK Performance
Manuel Amweg, Frederic Yerly, Toyota GT86, Toyota Swiss Racing Team
Fredy Barth, KTM X-Bow GT4, Isert Motorsport
TMG GT86 Cup, VLN4

Delle dieci vetture targate Svizzera nel quarto round del VLN, soltanto l’accoppiata Stanco-Tanner Motorsport è stata in grado di primeggiare nel rispettivo girone d’appartenenza per la terza volta consecutiva, ad eccezione della 24 Ore del Nürburgring.

Alla guida della loro Renault Clio IV Endurance, Luigi Stanco, Sandro Rothenberger e il tedesco Werner Gloyona hanno infatti letteralmente dominato la categoria SP2T, giungendo per primi al traguardo con un vantaggio di cinque minuti.

Max Langenegger e Bernhard Badertscher, altro tandem tutto svizzero, hanno contribuito a colorare di rossocrociato il podio giungendo in seconda posizione con la loro Peugeot RCZ Cup.

Nella categoria Cup 4, composta per lo più da macchine della BMW M235i Racing Cup, Yannick Mettler, scattato in quinta posizione, è stato il principale protagonista nella prima parte di gara, ma “alla lunga la vettura ha pagato la minore velocità, così non sono riuscito a mantenere la terza posizione che mi ero guadagnato”, ha ammesso alla fine il driver di Lucerna.

Partito in prima fila nella Coppa TMG GT86, Manuel Amweg si è impossessato della posizione di leader della categoria alla prima curva.

 

Dopo una serie di spettacolari sorpassi e controsorpassi nel primo giro, l’elvetico dello Swiss Racing Team è riuscito ad assumere un notevole vantaggio che faceva dormire sonni tranquilli all’equipaggio giunto in Germania dalla Confederazione.

Sfortunatamente, dopo oltre un’ora e mezza di corsa, un problema allo scarico della Toyota GT86 ha costretto Manuel a trascorrere circa un quarto d’ora nei box per consentire ai meccanici di intervenire.

Successivamente, Frédéric Yerly si è messo al volante con l’intenzione di recuperare quanto più possibile perduto da Manuel, ma nonostante lo sforzo il pilota svizzero non è riuscito a portare a termine la missione. La coppia Yerly-Amweg, detentrice del titolo di categoria, ha tagliato il traguardo in quinta posizione.

Da dimenticare, invece, la corsa di Fredy Barth, impegnato nella Coppa KTM X-Bow powered by Michelin. Il compagno Arne Hoffmeister è stato vittima di un incidente con la KTM X-Bow GT4 al primo giro, togliendo al pilota zurighese la possibilità di partecipare alla corsa.

 

Nella Classe SP6, Chantal, Martin e Michael Kroll, affiancati dall’amico di lunga data Roland Eggimann, hanno chiuso la corsa teutonica in seconda posizione con la BMW M3 CSL dell’Hofor Racing, la scuderia di famiglia.

La prossima corsa del campionato di durata tedesco si terrà il 19 agosto e vedrà nuovamente i piloti sfidarsi nell’arco di quattro ore.

Prossimo articolo VLN