Come farsi costruire una Rolls Royce da 13 milioni di franchi

condividi
commenti
Come farsi costruire una Rolls Royce da 13 milioni di franchi
Di: Patrizio Cantù
11 giu 2017, 21:42

A Villa d'Este è stata presentata una coupé “sartoriale” realizzata dal blasonato Marchio britannico su istanza di un cliente speciale nonché ispirandosi agli Anni 20 e 30: dotata di un V12 a 60 gradi di 6.592 cc, eroga 623 CV!

La Rolls Royce Sweptail a Villa d'Este
La Rolls Royce Sweptail a Villa d'Este
La Rolls Royce Sweptail a Villa d'Este
Rolls Royce Sweptail, interno
Rolls Royce Sweptail, interni
Rolls Royce Sweptail
Rolls Royce Sweptail
Rolls Royce Sweptail
Rolls Royce Sweptail
Rolls Royce Sweptail

Come farsi costruire una Rolls-Royce coupé, aspettare quattro anni per la sua realizzazione… e pagarla ben 13.028.989,1 di franchi svizzeri.

È la cifra che un, ovviamente, ricco cliente ha sborsato per vedere realizzata una speciale RR 103EX one-off chiamandola "Sweptail" (letteralmente “coda sfuggente”), che è stata presentata in occasione del Concorso d’Eleganza Villa d'Este di sabato 27 maggio da Torsten Müller-Otvos, Chief Executive Officer della Rolls-Royce Motor Cars.

Con questa vettura non soltanto la Rolls-Royce ha voluto rimarcare ancora una volta di essere il principale provider di oggetti e veicoli nel mondo dei brand del lusso, ma ha voluto sottolineare che questi "vision vehicle" (come li ha chiamati) grazie alle nuove tecnologie potranno permettere ad ogni RR di essere disegnata e costruita a seconda della visione di ogni singolo cliente… (che se lo potrà permettere, aggiungiamo noi). 

Questa "Sweptail" è quindi l'equivalente di un abito di "haute couture" e nel 2013 è iniziato il suo studio e poi la sua costruzione sulle indicazioni di un particolare cliente (il suo nome è naturalmente segreto), che possiede anche motor yacht e jet privati, tutti ovviamente "one off", ed è un profondo conoscitore del marchio e collezionista di varie Rolls-Royce d'epoca.

Il cliente ha immediatamente stabilito un legame molto stretto con Giles Taylor, Director of Design della Rolls-Royce Motors, ispirandosi alle bellissime carrozzerie delle RR degli anni 1920 e 1930 nonché alle forme di molti yacht dell'epoca. Suo desiderio, una due posti con una coda tondeggiante e, appunto, “sfuggente” e con un largo, panoramico tetto in vetro, ma soprattutto con materiali nuovi e vecchi incredibilmente miscelati tra loro. 

 

Non a tutti forse potrà piacere il contrasto squadrato del muso contornato da una molure interamente in alluminio lucidato, tanto da sembrare cromato, che incorpora la tipica calandra Rolls Royce con la mitica "Spirit of Ecstasy", la statuetta a scomparsa in cristallo Lalique, con la lunghissima coda con il tetto che incorpora il lunotto supportato da due sottili rotaie in alluminio. Il tetto in vetro forgiato è stata una delle parti più difficili da costruire, data la sua particolare forma e curvatura.

La carrozzeria è interamente in alluminio, ma vi sono parti dell'intelaiatura della stessa alla scocca costruite in titanio e anche in fibra di carbonio. L'interno è un tripudio di legni speciali, come l'Ebano Macassar e il Paldao a poro aperto (un legno asiatico molto decorativo che ricorda il noce), che ricoprono molte parti laterali e posteriori della vettura e si sposano perfettamente con la pelle Mocassin e Dark Spice che adorna tutti i sedili, i pannelli delle portiere ed il cruscotto tutto costruito in titanio. 

All'interno, diremmo ovviamente, non poteva mancare lo speciale comparto frigorifero con un pulsante che apre l'alloggio di due flûte in cristallo ed il supporto per la bottiglia di champagne preferita dal cliente (l'annata della sua nascita, quindi è per giunta giovane), con una particolarità che dispone di un movimento che permette di posizionarla nel migliore dei modi per essere presa senza drammi (but… “don't drink and drive”!).

Il peso totale della coupé non è dato da sapere, ma i dati tecnici ci rammentano che tutta questa opulenza è mossa da un V12 a 60 gradi di 6.592 cc. In alluminio con quattro valvole per cilindro iniezione diretta, doppio turbo che produce 623 CV (465 kW) a 5.600 giri /minuto. Il tutto accoppiato ad un cambio ZF 8 marce automatico, con la trazione sulle ruote posteriori.

Quindi una Rolls-Royce speciale per un cliente speciale in ogni aspetto, il tutto in virtù di una maniacale cura e manualità nella realizzazione di ogni particolare e attenzione nei dettagli. In breve è sì una… RR, ma come nessun’altra costruita prima.

Articolo successivo
L’Alfa Giulietta SS Prototipo del 1957 regina a Villa d’Este!

Articolo precedente

L’Alfa Giulietta SS Prototipo del 1957 regina a Villa d’Este!

Articolo successivo

A Goodwood sarà svelata la nuova Mahindra M4Electro!

A Goodwood sarà svelata la nuova Mahindra M4Electro!
Carica i commenti

Su questo articolo

Serie Vintage
Evento Concorso d'Eleganza Villa d'Este
Sotto-evento Evento speciale
Autore Patrizio Cantù